Siamo in un momento in cui il lavoro scarseggia, le occupazioni che ci hanno accompagnato negli ultimi trent'anni sembra non possano più aiutare tutti a progredire, ma una crisi è sempre inizio di una nuova rinascita e questo post vuole essere anche uno stimolo e una speranza per chi, come me, si trova in un momento lavorativo non troppo fortunato.

In me, grazie anche all'aiuto di amici che mi stimolano ad avere fiducia in me stessa, e per i quali nutro una riconoscenza profonda, non è mai venuta meno la voglia di trovare strade, anche alternative rispetto al lavoro fatto fino ad ora perchè se il ramo di un albero si secca semplicemente è perchè ha finito il suo ciclo ma l'albero ha sempre la forza di farne spuntare un altro e continua a provarci finchè c'è un pò di linfa nel suo tronco.

Così è nata quest'idea, un pò balzana, di portare una piccola biblioteca anche nelle frazioni più distanti dal centro, perchè sono fermamente convinta che se la città è centro assoluto di aggregamento, chi vive la montagna non può pensare alla stessa maniera: qui c'è spazio, ed è giusto che ci sia: ci sono servizi che è giusto ed economico mantenere vicini, ma ce ne sono altri, che hanno la loro importanza se si riescono a decentrare, a volte a favore di taluni e a volte a favore di tal'altri .. perchè una comunità non si può muovere solo privilegiando sempre gli stessi. E' una particolarità questa, che chi vive in quello che molti (compresa la sottoscritta) vorrebbero diventasse un'unico Comune, questo "Comune delle AlteValli", che rivaluta, anzichè svalutare, la vastità del territorio. 

Non voglio dire che le biblioteche "stabili" da noi non sono valide, ma forse ci vuole qualcosa che crei una relazione che non è solo quella dell'interprestito (che già esiste e funziona).

La chiamo "l'idea di carnevale" perchè è nata proprio in questi giorni in cui tutti sono presi dalla voglia di festa, comunque il carnevale è anche, anticamente, l'inizio di un nuovo anno agricolo, la fine dell'inverno e il propiziarsi la primavera che verrà.

Concluso il preambolo veniamo all'idea vera .. altrimenti son solo parole:

Il bibliobus itinerante mi ha dato "la spinta", diciamo che è stato la scintilla scatenante .. per le nostre realtà di frazioni però, e per le strade poco agevoli a bus di grosse dimensioni, ci vedrei meglio un'automobile.

L'idea non ha fini di lucro, vuole, prima di tutto, essere di interesse sociale: portare un libro, ma anche qualsiasi cosa (una medicina, una piccola spesa a chi magari non ha possibilità di muoversi per arrivare a Bedonia - beh, quest'ultimo è più un servizio pensato per gli anziani e già c'è credo .. non voglio "inventare l'acqua calda"). L'idea di fondo rimane quella del libro, perchè si è un pò persa (o forse noi, in massa, non abbiamo mai avuta) questa cultura del leggere che serve invece anche per tenere la mente allenata - ai bambini (e non sorridete pensando che i bambini sono pochi, finchè ce ne sarà anche solo uno, vale la pena! Io non sono sempre e solo per la politica dei grandi numeri!), o agli anziani che hanno difficoltà, posso essere io stessa a leggere qualcosa. La montagna sarà morta finchè noi CI CONVINCIAMO che lo sia, quando ci decideremo a cambiare atteggiamento la montagna rinascerà.

Io l'ho pensata in piccolo, per la mia Uno: penso di attrezzarla, con dei piccoli scaffali sui lati, abbassando i sedili posteriori. Vorrei creare un servizio utile ma non ho titolo al momento per propormi in Comune con un bagaglio d'esperienza in questo settore .. penso però di poterci provare e poi condividere con chiunque vorrà i risultati. Pensavo anche di contattare la libreria di Borgotaro oppure, mi viene in mente ora, la cartolibreria che vende anche quotidiani che c'è a Bedonia, per sapere se sono interessati a concedermi qualche volume "in conto visione", potrei farlo anche con qualche libreria di Milano, ora vedo come organizzare ..

Metterò presto on-line l'elenco dei titoli che ho a disposizione .. così almeno virtualmente potete cominciare a farci un giro.
Non credo che riuscirò ad organizzare prima di giugno (per impegni di volontariato già decisi) .. ma la mia auto non passerà inosservata: valuterò un itinerario "per
cominciare" poi vedremo come andrà .. Intanto ho pensato a un breve documento di presentazione che allego e a un piccolo logo.

Sono graditi commenti/suggerimenti (anche critici - che aiutano sempre - ma non disfattisti! Se l'idea non sarà buona si esaurirà da sola).

bibliote-car
Risposta di Luciano S. 11:41 - 15/02/10

L'idea verrà inserità nel guiness dei primati come la più fantasiosa. I miei più sinceri  complimenti sperando che tu la possa realizzare.

Risposta di scivolosissimevolmente 14:39 - 15/02/10

L'idea non è proprio originale: nel Pontremolese l'usanza era diffusa sin dai primi del secolo. Da lì nacque l'idea del Premio Bancarella

Risposta di patrizia 15:14 - 15/02/10

Io piuttosto la inserirei nel post " Idee creative"  ed é una cosa che mi piace molto. 

Risposta di Beatrice 17:24 - 15/02/10

scivolosissimevolmente... sei un gran tarpa ali!!!!

Risposta di lorella aviano 08:29 - 16/02/10

@Luciano come vedi a sbalzarmi dall'inserimento nel guinness dei primati ci ha pensato scivolosissimevolmente :) Grazie per il tuo commento

@scivolosissimissimevolmente: non conoscevo la storia del Premio Bancarella che, leggo ora, ha le sue origini proprio in zona .. ha dell'incredibile!  Essere addirittura accomunata ad un gruppo che ha portato alla nascita di un premio letterario è davvero troppo al di sopra delle mie aspettative. Non intendo proprio volare così alto! Piuttosto che un motivo di lucro, quindi la vera e propria vendita, lo vedevo più come un servizio .. comunque ti ringrazio molto di avermene parlato.

@Patrizia  grazie!!

@Beatrice .. altro che tarpa ali .. accidenti .. è un onore troppo grande: ti rendi conto che è come scoprire di colpo che le mie origini, ancora prima di nascere e anche senza il "diritto per luogo di residenza dei propri genitori" sono proprio in questa valle! E' troppo esagerato?
Boh, forse si ..

Grazie per i vostri commenti, in quest'idea ci credo .. vedremo come andrà ;)

Risposta di Marina (Biblioteca di Solignano) 12:58 - 16/02/10

Gentile Lorella,
l'idea della biblio-car non è originale ma sicuramente molto utile per gli abitanti delle valli! E questo basta per renderla un'ottima idea!

Quando partirà il tuo progetto, contattami che posso donare alla nascente biblioteca su 4 ruote diversi libri che la biblioteca di Solignano ha in doppia copia; e potremo anche organizzare una specie di prestito interbibliotecario a domicilio.

In bocca al lupo, buon lavoro e a presto!

Marina

(biblioteca comunale di Solignano)

 

 
Risposta di Anna Boccia 14:14 - 16/02/10

Cara Lorella, l'idea è davvero buona. Buona davvero. Se riuscirò a trasferirmi lì sarò felice di darti una mano. Brava.

Anna

 
Risposta di Cristina V. 17:04 - 16/02/10

Complimenti Lorella per questo progetto, utile ed intelligente, tenimi informata e se sarà possibile donare libri, anch'io farò la mia parte.  Brava.

 
Risposta di Rodolfo Marchini 17:38 - 16/02/10

Anche a me sembra un'ottima proposta. Forse potrebbe essere indirizzata al sistema bibliotecario della Provincia per farlo diventare un progetto culturale pilota per la Montagna e anche per altre aree periferiche e marginali del territorio provinciale. Complimenti!

Risposta di lorella aviano 19:50 - 17/02/10

@Marina grazie infinite! Quando vengo a trovarti vediamo come organizzare il tutto.

@Anna Non ti ho dimenticata .. ci vediamo presto spero! Ti ringrazio per avermi offerto il tuo aiuto e ti aspetto!!

@Cristina ok, non mancherò di tenervi aggiornati. Grazie anche a te.

@Rodolfo .. in provincia! ok vedremo come si può fare.  

Risposta di stefano 21:59 - 13/03/10

Sono un appassionato lettore e posseggo centinaia e centinaia di libri in Val Gelana. Sono pronto a dare molto volentieri il mio contributo. Stefano

Risposta di lorella aviano 07:37 - 17/03/10

Stefano grazie mille per il tuo contributo!

Centinaia di libri .. mi sento come il Baloo del libro della giungla .. non resistooo ..

Passo volentieri in Val Gelana!! Dammi l'indicazione precisa di dove vuoi che passi la bibliotecar e a partire da giugno mi vedrai. A presto

Risposta di STEFANO 20:28 - 17/03/10

Lorella, chiedi di me a Gino, del ristorante Il Vecchio Mulino. Ciao Stefano

Risposta di lorella aviano 19:05 - 20/03/10

ok Stefano, grazie!

 
Risposta di daniele leonardi 12:26 - 21/03/10

lorella, non sono informato sulle politiche sociali della provincia e quindi condivido con te considerazione entro i miei limiti... la tua idea mi sembra concreta perchè risponde ad una forte domanda di assistenza quotidiana (importantissimo) per tutta l'Alta Val Taro, non solo per le periferie... mi ha colpito molto l'accenno ai medicinali e altri oggetti di conforto, sicuramente, ogni genere che possa rendere migliore la vita di chi non è autonomo e quindi penso anche alla spesa di tutti i giorni (e il giornale del mattino!!!)... vedo che hai mosso gli animi, anche di chi può sostenere sul serio la tua convinzione e da un progetto nobile, hai rimestato una importante occasione occupazionale!... io mi sentirei di suggerirti di guardare un po' più in la: vedi se riesci/riusciamo ad allargare un pochino lo spazio nella tua uno!

Risposta di lorella aviano 19:37 - 21/03/10

Beh .. mi fai fare un salto sulla sedia Daniele! :) L'occasione occupazionale sarebbe una gratifica grandiosa.
Credo che l'assistenza quotidiana sia importante non solo (naturalmente) nei casi più gravi dove è necessario l'intervento di personale infermieristico professionale, ma anche nelle piccole cose che un pò tutti, più o meno, possiamo fare (mi vengono in mente le AUSER .. ma chissà quanti altri esempi ci sono).
Per quanto riguarda allargare lo spazio sulla mia Uno .. non ho capito come, ma proviamoci! Cosa posso/possiamo fare?

Colgo l'occasione per linkare (finalmente!) il sito internet di bibliote-car:

http://www.bibliote-car.it .

è un "work in progress" .. stò testando, vagliando soluzioni, cercando spunti e naturalmente ho ancora molti libri da aggiungere .. se vi va, fateci un giro ;)

Risposta di Daniele Leonardi 09:25 - 22/03/10

esatto... se ci fossero gli spazi, sarebbe interessante capire quali sono i disagi delle persone che abitano nelle periferie della valle e quindi le difficoltà a reperire cose e informazioni che consentono loro di restare integrati nella società e soprattutto rimanere nella loro terra senza l'obbligo di emigrare verso i centri... non saprei, se qualcuno conoscesse la questione (sicuramente chiara a qualcuno), che intervenga!

Risposta di Marina 09:54 - 15/04/10

Gent.le Lorella, in occasione del riordino dell'inventario e del magazzino della biblioteca di Solignano, ti ho preparato un paio di scatoloni di libri per la bibliote-car. Quando riesci a passare sono pronti.

Buon lavoro,

Marina (biblioteca comunale di Solignano)

 

Risposta di lorella aviano 12:28 - 24/04/10

Chiedo scusa se rispondo solo ora qui sul forum.

Ringrazio pubblicamente anche qui Marina! Ma spero che tu mi abbia già letto di là ;)

Risposta di Fausto 21:44 - 24/04/10

Per quanto mi riguarda posso appoggiare il progetto promuovendolo per mezzo dei canali che conosco.

Posso utilizzare il logo che trovo nel sito? e secondo me sarebbe cosa e giusta che anche le amministrazioni lo mettessero nei loro siti.

Ciao

Risposta di lorella aviano 05:58 - 26/04/10

Si Fausto, puoi utilizzarlo! Grazie :)

Risposta di lorella aviano 14:38 - 26/04/10

Fausto, ti chiederei di aspettare un attimo a promuovere il mio progetto perchè questa mattina, quando sono uscita di casa, ho avuto la brutta sorpresa che mi hanno rubato la macchina :( sono quindi a piedi ..

Spero si tratti della bravata di un drogato o di qualche disperato che l'ha presa per poi abbandonarla da qualche parte senza benzina .. anche perchè non so cosa possono farci con una uno bianca del 1992 ..

Mi dispiace davvero dirlo ma il mio servizio è momentaneamente sospeso per cause di forza maggiore   

 

Risposta di Gigi Cavalli 16:14 - 26/04/10

lory, non sai quanto mi dispiace per la tua macchina, sarà stata pure una punto del 92, ma il suo sporco lavoro te lo faceva... spero di cuore che tu la possa ritrovare, veramente!!! ma pensa te sti stronzi...

Risposta di Fausto 18:55 - 26/04/10

Quando si dice che è un reato minore... ma per quanto mi riguarda significa rubare pezzi di vita alle persone, perciò penso che di minore ci sia solo la testa di chi lo ha fatto.

Non so che dire Lorella, speriamo nella sorte, ma magari è un segno!!!

In bocca al lupo

 

Risposta di lorella aviano 11:13 - 27/04/10

grazie per le vostre parole .. spero davvero di ritrovarla: sono fiduciosa. Fausto, credo che tutto nella vita sia un segno! :) Di questo ne sono convinta 

 
Grazie per aver visitato Forumvaltaro.it - Rimani aggiornato per i prossimi argomenti, iscriviti alla newsletter.
Le fotografie e i testi presenti nel Forum - Copyright © 2006/2018