Segnalo questa dichiarazione:

http://www.videotaro.it/editoriali_dettagli.php?ideditoriale=236

e propongo le mie considerazioni.

1° GRANDE ILLUSIONE
Ci apprestavamo ad entrare nel nuovo millenio e ci hanno detto <<o entriamo nell'Euro o ci sarà la crisi e il prezzo del petrolio salirà alle stelle e con quello i prezzi di tutto il resto>> allora accompagnati dal caro Prodi e, grazie a questa campagna di informazione entriamo in Europa fiduciosi di aver fatto la scelta giusta!!! Non finirò mai di ringraziare il caro Prodi per aver mantenuto il prezzo del petrolio basso e, con quello di avermi regalato nel giro di un paio d'anni una delle più grandi ciullate di tutti i tempi, sparita la metà del mio potere di acquisto (con la convinzione che... meno male... sarebbe potuta andare peggio).

2° GRANDE ILLUSIONE
Sempre durante il governo Prodi si fa spazio l'idea che sia di vitale importanza per l'economia del nostro paese la presenza di mano d'opera immigrata perchè senza quella le nostre fabbriche non potrebbero avere dei lavoratori, i nostri reparti maternità rimarrebbero vuoti e non sapremmo come curare i nostri cari.

(qui devo fare una piccola premessa, le mie elucubrazioni non vogliono in alcun modo denigrare gli immigrati che ne hanno già abbastanza di pensieri per conto loro senza che infierisca io, ma sono semplicemente rivolte ad evidenziare la lettura distorta che viene sempre data della realtà)

Premesso questo, entro nel dettaglio dello smascheramento della SECONDA GRANDE ILLUSIONE e per chiarezza suddividerò il mio pensiero in un elenco numerato.

1) La presenza dei lavoratori immigrati ha permesso ai datori di lavoro di sfruttare e spremere i nuovi lavoratori infischiandosene di tutte le conquiste sindacali, perciò possono chiedere di fare turni impossibili e spesso magari pagati in nero a tariffe orarie ridicole. La stessa cosa sarebbe stata improponibile nei confronti di operai sindacalizzati. Di conseguenza si è avuto un livellamento verso il basso degli standard della qualità del lavoro a discapito anche della sicurezza. (la cosa assurda è che questa situazione viene sponsorizzata dalla sinistra che dovrebbe invece battersi per mantenere i diritti acquisiti)

2) La favola che certi lavori gli italiani non si abbassano più a farli non è mai stata letta sotto il punto di vista che non li fanno alle condizioni che vengono proposte a dei disperati disposti ad accettare qualsiasi imposizione. E' mia opinione (perciò non verità assoluta) che si sia creato un circolo vizioso di illegalità e di sfruttamento che, fino a quando la crisi non era così evidente, permetteva una scelta di comodo all'italiano medio che potendo scegliere si dedicava ad altro, e creava quell'illusione di mancanza di mano d'opera.

3) Ora che molte realtà sono andate in crisi e molti degli italiani sono rimasti a piedi con delle famiglie da mantenere, sono convinto che anche quei posti di lavoro non troppo appetibili diventino ora allettanti, ma quei posti ora sono stati occupati dai primi disperati immigrati.

4) In questo modo l'Italia ha perso nel giro di pochi anni la capacità di produrre qualità e il made in Italy si è perso forse per sempre in parecchi settori. Chi la porta avanti, ad esempio, la tradizione della maglieria italiana di qualità? E come quella tantissime tradizioni artigianali che non hanno potuto competere con le armi oscure e tollerate del lavoro illegale.

5) Per venire a noi, sono sicuro che chi ora rimane a casa dall'Edil Cuoghi accetterebbe anche condizioni al limite della tollerabilità sindacale, pur di sbarcare il lunario. E sarà costretto a prendere il treno e farsi almeno 3 ore in più per poter avere quello che aveva prima.

6) Veniamo al capitolo Badanti, anche in questo contesto valgono le stesse regole sopra riportate, assunzioni 22/24 retribuite ad una media di 900-1000 euro mensili. Invenzioni e adeguamenti di normative per poter dare una parvenza di legalità (collaboratrici domestiche)... Ovvio che siano necessarie, altrimenti come potrebbe una famiglia sobbarcarsi il costo effettivo di una italiana 22/24 (minmo 3500 Euro mensili). Ma dventano necessarie solo nel momento in cui la sanità nazionale perde acqua da tutti i cantoni e spreca e sperpera. Per mantenere questi sperperi allora si tollerano anche le collaboratrici clandestine, pagate di conseguenza in nero, basta che non facciano dei casini. Ma qualcuno ci pensa che in realtà stanno sottraendo del lavoro a delle strutture e a delle infermiere italiane che potrebbero crearsi delle famiglie fatte di figli italiani, e che invece non possono perchè hanno degli stipendi da fame (ma in regola)?

7) Alla luce delle considerazioni di cui sopra forse qualche baby italiano/a in più ci sarebbe o no? O ci volete pure far credere che ci è passata la voglia di farlo?!?!

8) L'Inps è in attivo!!! Bene allora significa che dall'anno prossimo abbasserano le quote contributive? Qualcuno lo vuole pur sottolineare che un lavoratore autonomo che non riesce a lavorare tutto l'anno per un infortunio o una malattia deve sempre e comunque pagare un minimo di circa 3500 Euro, indipendentemente se abbia lavorato, se abbia lavoro, se gli paghino le commesse ecc... e sono capaci tutti di andare in attivo imponendo condizioni insostenibili che stanno portando le imprese al collasso... certo questo si vedrà tra un pò... proprio come l'euro, nel frattempo incarichiamo gente che faccia uno studio che ci venga a raccontare tutte ste balle!!!

9) oltre il danno anche la beffa, incaricare degli studi per farsi prendere per il c...lo.

10) ma forse, a pensarci bene, meglio così perchè tanti di questi immigrati sono veramente brave persone e forse un domani sentiranno questo paese come il loro e se lo vorranno salvare saranno proprio loro a mandare a casa la classe dirigente attuale. Visto che i Borghesani non ne sono capaci.

Risposta di Remo Ponzini 11:02 - 08/04/10

Caro Fausto,  mi complimento con te per il post che ci hai calato.  Hai affrontato argomenti di grande e vitale attualità sviscerando, anche nei minimi dettagli, temi gravosi che incidono pesantemente nel ns. vivere quotidiano. Hai lavorato con diligenza, usando sia l'intelletto che il cesello, con il risultato di illustrarci e delinearci, con una visione chiara ed anche inequivocabile, la rappresentazione reale delle innumerevoli problematiche che riguardano sia la ns. vallata che l'intera ns. Italietta.

Avrai già capito che concordo in toto con quanto ci hai esposto.

Ed a proposito del punto uno sulla " grande illusione " permettimi di aggiungere che il grande errore che fece il Prodi con i suoi ministri economici, fu di non negoziare con la dovuta competenza ed accortezza il rapporto di cambio lira / euro al momento dell'ingresso nella moneta unica. Se ben ricordi si stabilì che per avere un euro occorrevano 1936,27 lire.

ASSURDO.
 
Quindi lira svalutatissima che ha impoverito tutti noi. Ed infatti, per andare nel pratico, quale fu il risultato ???  Quello che tu hai descritto come una grande ciullata; ovvero che da un giorno all'altro ci hanno dimezzato il ns. potere d'acquisto.
Non occorrono esempi pratici perchè tutti i giorni lo constatiamo personalmente già dal primo mattino con il caffè al bar che paghiamo il doppio e poi a seguire il costo del giornale e di tutto il resto.

Sul punto numero due non ho proprio nulla da dire. Sei stato esaustivo in ogni dettaglio.Era scritto anche sulle nuvole che in caso di crisi economica sarebbe scoppiata la guerra tra poveri; ma evidentemente qualcuno non sapeva leggere.

Ciao.

Risposta di Fausto 21:09 - 08/04/10

Mi fa piacere Remo che condividi il mio punto di vista perchè a volte mi sembra di essere l'unico a vedere le cose da punti di vista diametralmente opposti rispetto a quello che sostengono in tanti.

Io comunque sono sciopato perchè proprio in questi giorni mi chiedevo dove fossero finiti i sostenitori della seconda illusione e riflettevo sul fatto che il tempo corretto per proporre un argomento del genere sarebbe stato proprio questo, ed eccoti, inesorabile che mi si presenta il mio sindaco con questa uscita.

Ora che ho capito un pò meglio come funzionano certe dinamiche sono certo della assoluta malafede politica di esternazioni di questo tipo.

A me dispiace dire queste cose perchè penso che persone come Gabriele Ferrari, Oppo ecc.. abbiano realmente un profondo senso di umanità, non li conosco in maniera diretta ma conosco le persone che li circondano e parecchie di queste sono veramente speciali, ma nonostante questo non capisco come mai si ostinino a considerare le persone cui si rivolgono come dei completi storditi.

Se uno la volesse vedere male potrebbe anche pensare che stiano cercando di reperire i voti dei "nuovi cittadini italiani borgotaresi" che potrebbero essere utili per mantenere l'egemonia alle prossime elezioni (visto che alle ultime il divario era proprio minimo).

Perchè dopo 5 anni vissuti in condizione di regolarità gli immigrati possono tranquillamente partecipare alle elezioni. E se uno, con esperienza, deve iniziare a "lisciare" qualcuno non lo fa certo 3 giorni prima delle elezioni.

Quando si avvera una mia premonizione non ne sono felice perchè significa che esiste una sovrastruttura radicata che rispetta certe regole, e strutture come queste sono la base per una politica conservatrice.

Se uno poco poco ha capito questo potrebbe fare una scaletta delle attività che saranno svolte o, ancora peggio, che saranno ostacolate per raggiungere l'obiettivo finale.

Ora ve ne dico una, PISCINA COPERTA DI BEDONIA, nel caso venisse approvato a livello Provinciale il finanziamento l'attuale amministrazione di Borgotaro ci farebbe la figura dei cioccolatini (alla luce del fatto che aveva dichiarato il progetto irrealizzabile), di conseguenza sono convinto che la Provincia non supporterà il progetto prima delle elezioni a Borgotaro per evitare di tirarsi la zappa sui piedi da sola. Forse dopo chi sa... (fateci sapere chi sa...)

Spero veramente di sbagliare questa previsione perchè ci terrei veramente alla crescita del territorio, ma ho paura che queste siano le regole non scritte che cristallizzano lo sviluppo, e queste regole sono state tramandate dalla DC che era maestra di questi giochetti.

Comunque esiste anche la TERZA ILLUSIONE che quella di quei poveri immigrati che credevano di aver trovato l'America per loro e per i loro bimbi che avevano trovato un mondo nuovo in cui crescere, in cui si erano perfettamente integrati ed invece ora si trovano magari a dover cambiare nazione o dover rimpatriare insieme alle loro famiglie e magari ritrovarsi proiettati in mondi che non sono più capaci di leggere ed interpretare.

Se i nostri politici girassero per le Aziende della Provincia di Parma come faccio io si renderebbero conto che tante aziende che conosco da anni dal 01.01.2010 non ci sono più, perciò prima di uscirsene con romanzi sociali sarebbe meglio che aspettassero i dati dell'anno prossimo per spiegarci quanto sia ancora necessario cercare mano d'opera straniera. Senza Aziende la mano d'opera non serve.

Ma forse non capiscono la realtà perchè hanno tutti dei posti di lavoro pubblici o parastatali...

Comunque spero veramente di sbagliarmi e sarò contento di scusarmi per le stupidate che ho scritto.

Risposta di Ruggero 10:00 - 26/04/10

Davvero complimenti Fausto per la lucidita' delle tue conclusioni sul momento economico attuale!! Sei riuscito a fare una fotocopia della situazione in maniera molto chiara!! 

Risposta di Fausto 00:24 - 28/04/10

L'IMPRENDITORE CIA' IL SUV - LA QUARTA GRANDISSIMA ILLUSIONE:

COMMERCIALISTA: 1000
BENZINA: 1000
ASSICURAZIONE INFORTUNI: 370
ASSICURAZIONE AUTO: 750
BOLLO AUTO: 170
TELEFONO FISSO: 500
ADSL: 228
COMMISSIONI BANCARIE: 500
SPESE DI GESTIONE SERVIZI SPECIFICI: 3000
IRAP + IRPEF: 5000 (calcolati su un fatturato lordo annuale di Euro 30000)
INAIL: 600-800
INPS: 3300 (minimo)

Totale di costi fissi e certi: 16620

Morale: se fossi diventato matto e volessi mettere su una attività in proprio a costi minimissimi (senza affitto riscaldamento ecc...) praticamente all'anno ti resterebbero in tasca un 14000-15000 eurini. A condizione che però riesci a fatturare 30.000 Euri (ed incassarli... anche).

Questo significa che in circa 10 mesi (sono quelli generalmente validi sotto il profilo commerciale) devi portare a casa almeno 30000 Euro di ordinato (3000 euro di fatturato mensile). E nel frattempo riuscire anche a produrlo e seguirti l'amministrazione.

Questo significa anche che considerando 12 mensilità + 13° + TFR ti porti a casa l'equivalente di un millino al mese netto ma al lordo del rischio imprenditoriale (che comporta eventuali cali di ordinato e chiodi vari).

Questo significa che in Italia è matematicamente impossibile fare impresa.

Adesso a me piacerebbe che qualche luminare dei nostri Amministratori a stipendio fisso facesse qualche considerazione. Ma lo so già che non la farà perchè è impossibile farne.

In Italia è meglio chiudere e andare sotto padrone, fino a quando il padrone c'è ... (perchè se uno che ha spese minime come un professionista fa fatica immaginatevi chi ha dei costi fissi ben più elevati come le Piccole Medie Imprese)

Ps. se qualcuno tira fuori la storia del lavoro in nero gli do un calcio in bocca perchè se uno lavora con le ditte di nero non ne fa ve lo assicuro!!!

Ma meno male che poi hanno inventato gli studi di settore che equivale a dire : o fai 30000 o li dichiari senza averli fatti... in alternativa metti in piedi un processo amministrativo che anche in caso di vittoria ti comporterebbe una perdita pari o maggiore dell'eventuale differenza.(se vi interessa vi spiego bene come funziona)

Io mi domando e chiedo... perchè nessuno parla mai di queste cose? Hanno veramente tutti paura di ritorsioni? Nelle ultime 3 settimane mi sono imbattuto in 3 ditte valtaresi saltate a gambe all'aria. Cosa si aspetta a cambiare le cose? Quando arriva sto piffero di federalismo fiscale?

A CHI MI RISPONDE DICO GIÀ GRAZIE. A CHI PUBBLICA LA SUA ESPERIENZA DICO GRAZIE GRAZIE.

Perchè qui non si parla di Montanità e di Sinergie e di Grandi Progetti e di Bla Bla... si parla di gente che si fa il mazzo e paga quasi il 40% delle proprie entrate per mantenere un sistema marcio che potrebbe essere sostentato con un 5% se ben amministrato. Aiutiamo chi non conosce queste dinamiche a mettersi nei panni di chi lotta tutti i giorni armato solo della speranza che le cose cambino. Magari si crea una coscienza comune e gli operai non si troveranno più dalla parte di la della barricata rispetto agli imprenditori.

Anch'io una volta facevo l'equazione IMPRENDITORE = RICCO ma guardate che io di imprenditori ricchi ormai ne conosco ben pochi...

Ora in Regione abbiamo GENTE DELLA MONTAGNA come è stata definita, che intenzioni avrebbero costoro? L'esponente della Lega si è impegnato a far togliere l'IRAP (e lo tengo marcato) ma gli altri di grazia?

Risposta di Fausto 13:47 - 06/05/10

Devo dire che le nostre amministrazioni hanno preso in parola il motto di questo forum (che ricordo essere non parlare se non ritieni di migliorare il silenzio).

Si vede che non hanno nulla da dire, o magari mi sbaglio io e stanno in verità creando :

<<delle sinergie per fare in modo che un'attività meglio coordinata ci possa portare ad un processo di sviluppo innovativo, tecnologico e sperimentale volto alla creazione si un sistema in grado di portare sviluppo anche in quei territori che per loro stessa natura si trovano in condizioni disagiate... in questo modo si avrebbe un vero, reale e concreto avvicinamento delle nostre realtà produttive alle realtà più blasonate della città... promuovendo le eccellenze del territorio che, se sfruttate con dei criteri più strutturati e con una migliore progettualità, certamente otterrebbero il gradimento di gran parte dei mercati emergenti ecc ecc ecc...>>

Io mi sono ormai convinto che l'unico vero buon amministratore della VALTARO sia stato IL FUNGO PORCINO!!! Perchè è l'unico che è riuscito a dare lustro alle VALLI....

NASCE DA SOLO, DI NASCOSTO DALLE LUCI DELLA RIBALTA SENZA PROGETTI, ESPERTI IN TURISMO E SENZA PROCLAMI. E mi sta proprio simpatico perchè nessun politico può arrogarsi il merito di averlo inventato.

Comunque un grazie di cuore a quei politici in DELLA MONTAGNA che abbiamo in REGIONE per essersi presi la briga prima, durante e dopo le elezioni di avermi detto cosa intendono fare.

Ma magari sono io che non l'ho ancora capito. Sto anche aspettando di sapere cosa ne pensa la Provincia del progetto piscina Bedonia... e tra l'altro con tutti sti avanzi di bilancio proclamati non penso che dovrebbero esserci dei problemi o no??? Certo... l'amministrazione del Borgo si prenderebbe una bella sputtanata prima delle elezioni...

Risposta di Fausto 22:29 - 28/06/10

Cito un passo di una considerazione fatta un pò di tempo fa... : <<Ora ve ne dico una, PISCINA COPERTA DI BEDONIA, nel caso venisse approvato a livello Provinciale il finanziamento l'attuale amministrazione di Borgotaro ci farebbe la figura dei cioccolatini (alla luce del fatto che aveva dichiarato il progetto irrealizzabile), di conseguenza sono convinto che la Provincia non supporterà il progetto prima delle elezioni a Borgotaro per evitare di tirarsi la zappa sui piedi da sola. Forse dopo chi sa... (fateci sapere chi sa...)>>

Ma non c'è nessuno che sa nulla? non avevo firmato un foglio di supporto all'idea?

Ci aggiornate per piacere, perchè pensare di aver avuto ragione mi fa rabbrividire...

Grazie mille.

 

 
Grazie per aver visitato Forumvaltaro.it - Rimani aggiornato per i prossimi argomenti, iscriviti alla newsletter.
Le fotografie e i testi presenti nel Forum - Copyright © 2006/2018