Buongiorno.

Questa mattina (17 Settembre 2012) sul nostro quotidiano locale, Gazzetta di Parma, compare un articolo autocelebrativo delle autorità locali e non locali. Il loro merito? Aver deciso di spendere 600.000 € per la manutenzione della scuola di Isola di Compiano.

Siamo di fronte alla più totale incompetenza programmatica, gestionale, logica dei nostri amminitratori. Parole del sindaco di Compiano tratte dall'articolo: "Un'opera finora impensabile diventa realtà grazie alla lungimiranza di tanti". Tralascio ogni commento.

VI PARE LOGICO BUTTARE VIA 600.000 € per una scuola che "ospita" per quanto riguarda le elementari in tutte e 5 le classi ben 46 bambini? E' una VERGOGNA e questa vergonga è ancora più grande perché tutto questo accade nel più totale disinteresse della collettività.

Evidentemente il cittadino locale o è contento di pagare le tasse, oppure questo cittadino di tasse non ne paga, perché altrimenti sarebbe incazzato come lo sono io.

Compiano per chi non lo sapesse è a 3,5 km di distanza da Bedonia (fonte www.viamichelin.it) sede di una scuola ben più grande. Capisco il plesso di Santa Maria del Taro ma quella di Compiano può tranquillamente essere chiuso e i bambini mandati a Bedonia risparmiando così un sacco di soldi. Non solo i 600.000 € ma anche quelli per il riscaldamento, per la manutenzione normale e poi può permettere di ottimizzare meglio le risorse (maestre) che lì risiedono.

Ma ci vuole tanto? Ma è mai possibile che addirittura il sindaco di Compiano si vanti di questo risultato? Che la stessa cosa facciano i dirigenti scolastici e i vari politici di turno?

Poi vi lamentate se vi aumentano l'acqua, la luce, il gas, se vi hanno rimesso l'imu.

Un po' di numeri.
Compiano ha 46 bambini in totale sulle 5 classi
Tarsogno ha 15 bambini in totale sulle 4 classi
Bedonia ha 191 bambini in totale sulle 5 classi

Fonte sito Istituo Comprensoriale Bedonia http://icbedonia.scuole.pr.it .

CITTADINO CHE PAGHI LE TASSE SCANTATI PER FAVORE!!! NON STARE Lì A LAMENTARTI E BASTA PERCHé SEI PATETICO.

Claudio Agazzi
Dittatura Illuminata

Risposta di Gigi Cavalli 19:17 - 17/09/12

Effettivamente il ragionamento non fa una piega, anzi...
In effetti siamo sempre stati abituati dai nostri politici che il binomio lavori/spesa pubblica sia sempre stato consideranto un vanto, sia che il progetto sia valido o che sia inutile.
Un esempio? Il rifugio del "Faggio dei Tre Comuni" sul Monte Penna... costruito in un luogo dove non c'è collegamento elettrico e ancor peggio una goccia d'acqua... solo uno sciagurato può assecondare un progetto del genere e giustificare costi aggiuntivi per sostenere una simile scelta... "Tanto paga beretta"... come sempre!

 
Risposta di Claudio Agazzi 19:31 - 18/09/12

Caro Gigi, come vedi noi eroi siamo rimasti noi. Io, te e pochi amici che partecipano con nome e cognome alle discussioni.

Non c'è speranza. Ho messo in evidenza in modo incontrovertibile come l'amministratore pubblico abbia deciso, a mio avviso, di buttare nel cestino 600.000 € e nessuno dico nessuno dei cittadini interessati (che non sono solo quelli di Compiano) pensa sia il caso di aggregarsi alla protesta.

Evidentemte gli sta bene così. Gli sta bene pagare l'acqua 2 € al metro cubo, gli sta bene rinunciare ad altri servizi, gli sta bene avere le strade poco curate, ecc. ecc. ecc.

Fino a quando non capiremo che i soldi pubblici sono i nostri si farà fatica a migliorare il sistema che ci amministra.

Amen, andrò al mare.

Claudio Agazzi

Risposta di Lorella Aviano 22:34 - 18/09/12

191+46+15 ... ma mandateli tutti a Parma! E se le classi non fossero abbastanza numerose a Parma, mandateli a Roma a studiare questi bambini (non voglio dire a Milano perchè sarebbe di parte).
Egregio Dott. Agazzi non nel mio nome questa polemica sulla scuola per favore. Questo è il mio pensiero: 46 bambini sono sufficienti per mantenere un plesso scolastico in funzione (per me lo erano anche "solo" tre bambini in altra sede ora chiusa, quindi si figuri....).
Non entro nel merito del progetto di 600.000 euro (non lo conosco e quindi non posso capire quali sono i lavori da eseguire) entro nel merito di chiudere una scuola in funzione di un risparmio sulle (sue e anche mie) tasse.
Personalmente sono altre le cose che mi indignano

 
Risposta di Perlaprecisione 06:49 - 19/09/12

A me fa ancora più senso il progetto della costruzione delle inutili rotonde!!!

 
Risposta di Claudio Agazzi 08:35 - 19/09/12

Buongiorno Sig.ra Lorella

La ringrazio per la risposta. Tuttavia sono un po' perplesso dalla tecnica oratoria che ha usato per confutare quanto da me detto, ma va beh, siamo su un forum e occorre anche capire gli stati d'animo. (Io sono il primo da capire :)

Seguendo il suo ragionamento dovremmo aprire o riaprire scuole in tutti i paesini. Montarsiccio è a 6,5 km da Bedonia, Cavignaga a 2,5.

Non c'è problema chiediamo agli abitanti un bel 1.000 € per ogni famiglia del comune per due anni e possiamo costruire le due scuole. Poi c'è la manutenzione e i costi di esercizio. Non c'è problema: aumentiamo il costo dell'acqua che da 2 € a metro cubo passerà a 10 € a metro cubo. In questo modo possiamo pagare i costi maggiori.

Sig.ra Lorella, Isola di Compiano non è un paesino con tutte le case raccolte e con 46 bambini che allegramente ogni mattina, a piedi, escono dalle loro casette per recarsi nella scuola che meravigliosamente si trova nella piazzetta centrale del paese. Isola di Compiano è un paesino STUPENDO ma la cui scuola raccoglie anche bambini da altri paesini del comune di Compiano: Compiano stesso, Strela, Sugremaro...

Non penserà mica che questi escano di casa cantando la mattina e con la "sciapetta" sotto il braccio si rechino verso Isola di Compiano. Non credo proprio. Penso che siano portati o da pulimini se presenti o dai loro genitori in auto. Allore le chiedo: allungare il percorso di 3,5 km, 4 minuti di orologio a 50 Km/h è così disdicevole quando dall'altra parte potremmo spendere questi 600.000 € per gli stessi bambini in modo più proficuo? Magari una bella biblioteca con tanti libri, magari un servizio pulmini più performante, magari un contributo annuo per l'acquisto dei libri, magari un contributo importante per la gestione della mensa...?

Io credo si tratti solo di buonsenso. Non le ho detto ad esempio che la scuola di Santa Maria del Taro vada soppressa. Sono troppo lontani e il disagio per dei piccoli bambini sarebbe elevato.

Poi mi scusi ma allora perché non facciamo anche le medie a Isola di Compiano? Non vorrà mica farli andare a Bedonia o tutti insieme a Borgotaro o a Parma e magari a Milano?

Si tratta sempre di usare la giusta misura. Purtroppo lei è romantica come lo sono io ma siamo davanti all'evidenza che i soldi non nascono sopra gli alberi. Chi ha usato i nostri soldi come li vuole o vorrebbe usare lei in questo caso ci ha portato verso l'impoverimento. Ora che siamo poveri non possiamo più permettercelo.

Un buon padre di famiglia sa fare i conti. Se l'anno prima portava i suoi figli in vacanza 3 settimane e se vede che quest'anno non ha più soldi magari li porta lo stesso ma una settimana. Perché lei vuole spendere soldi che non ci sono e sottrarli a bisogni più importanti quali la famiglia, gli anziani, i malati?

Cordialmente

Claudio Agazzi

Risposta di PK 09:31 - 19/09/12

Non è tanto per i 600mila preventivati per l'ampliamento, ma quanto per i 600mila NON spesi per l'adeguamento sismico dell'edificio esistente.

Comunque, non è l'unica spesa "strana" nel Comune di Compiano (ci sarebbe pure quella che io chiamo casa del popolo a Sugremaro) e non è l'unico comune che spende alla cazzo, ma sinceramente, ormai, importasega.

Quando mi chiedono, ma voi come movimento "extraconsigliare", perché non dite nulla? E per qual motivo dovrei insistere su temi trattati alla esasperazione, fanno più presa due lastre di eternit (che è si cancerogeno, ma se lo lasci li bonino bonino non succede nulla) che una fabbrica in chiusura con un centinaio di gente a spasso, è meglio fare l'ambientalista sui generatori eolici che chiedere al sindaco: "ma come li avete spesi quella paccata* di euro per le captazioni a Lago Buono".
Poi leggi di fondi alla montagna, così, a pioggia, per enti che non servono a nulla e di cui non se ne conosce l'utilizzo.
Ma importante è la sfilata di moda canina, e tutto passa...

PK

Risposta di P.R 15:19 - 19/09/12

mostra canina? adesso i politici che ci amministrano sfilano anche in una mostra?

 
Risposta di Remo Ponzini 17:07 - 19/09/12

Caro Claudio,

Ti sarai stupito per il mio silenzio ma quando ho letto la notizia (l'ho appreso da te) di 600mila euro ho subito pensato che, per un errore di stampa della Gazzetta, si trattasse di 60mila. Ho atteso una smentita che si sembrava quasi certa ma a questo punto devo prendere atto di aver fantasticato.

Ebbi occasione di visitare quella scuola alcuni anni fa quando andrai a trovare il maestro Bruno ed avevo avuto l'impressione che fosse in buon ordine e confortevole ma evidentemente mi sbagliavo. Premetto che non posseggo alcuna conoscenza specifica nel campo edilizio ma quella cifra mi appare davvero esorbitante per una ristrutturazione. Questo a prescindere che poteva essere chiusa trasferendo gli alunni in Bedonia dove lo spazio c'era in abbondanza (così mi dicono) risparmiando anche sui costi di gestione.

Considerando poi che quella spesa poteva benissimo essere destinata alle opere meritevoli che hai evidenziato, il mio primo pensiero è corso al riassetto delle mura di cinta del castello che sono franate, nel lato sud-ovest, da diverso tempo. Allora si diceva che occorressero 300mila euro per il ripristino.
Mi sto chiedendo quale Ente Pubblico abbia finanziato questa opera (C.E., Stato, Regione, Provincia ???) perchè mi sembra impossibile che questo piccolo Comune possa accollarsi un impegno di questa portata.

Qui occorrono un po' di chiarimenti perchè continuo ad avere la percezione di parlare di un argomento irreale.

 
Risposta di Claudio Agazzi 18:08 - 19/09/12

Ciao Remo

Ora ci siamo tutti. Io, te, Gigi alcuni amici privatamente e qui ci fermiamo. Lo stupore rimane tra di noi mentre per altri si tratta di gioia, evidentemente.

La somma è stata finanziata, come dice la Gazzetta, con 100.000 Euro da parte della Fondazione Cassa di Risparmio di Parma, il resto tra Provincia di Parma e Comune di Compiano, quindi per intuizione direi più che altro Provincia.

Tu sei entrato nel merito dell'importo. Io mi sono fermato alla mera considerazione di opportunità, di logica.

Quanto tempo passerà ancora perché il cittadino inizi a rendersi conto che la gestione della cosa pubblica influisce e pesantemente sulla sua vita?
Quanto tempo passerà prima che il cittadino diventi meno egoista e si interessi un po' alla cosa comune?
Quanto tempo passerà perchè il menefregista e pusillamine che sta leggendo adesso trovi un po' di coraggio e di voglia di partecipazione e dica quello che sta pensando?

Mah...

Claudio Agazzi

Risposta di Lorella Aviano 19:18 - 19/09/12

Mi sembra di capire che questi 46 bambini già frequentano quella scuola. Meglio ancora se provengono da un'area vasta (vuol dire che già faranno dei chilometri per raggiungere la scuola) credo che se ci fosse una famiglia a cui fosse stato più agevole il tragitto per andare a Bedonia piuttosto che a Isola già avrebbe iscritto il suo bambino lì.. non crede dott. Agazzi?
Chi ha usato i soldi come vorrei fare io è causa dell'impoverimento in cui ci troviamo? Piuttosto chi vorrebbe usare i soldi per se stesso, per pagare meno tasse, per risparmiare sulla SUA luce, gas, sui servizi che fanno comodo a lui stesso.
Secondo quale dato di fatto lei sostiene che questi soldi sono stati sottratti a famiglia (ma i bambini non fanno parte di una famiglia?), anziani, malati? C'era un altro progetto per famiglie, anziani, malati che non ha potuto attuarsi in funzione della spesa per questa scuola?
Non si sta parlando qui di costruire nuove scuole o riaprirle in tutti i paesini. Qui si tratta di 46 bambini e delle loro famiglie che fino ad oggi hanno avuto un sevizio e da domani gli diciamo di andare da un'altra parte. Echissenefrega è più importante pensare a se stessi (è questo il suo pensiero). In base a un risparmio sulle SUE tasse ... è per caso lei anziano e malato? O ne ha bisogno più di quelle famiglie? Se è così son d'accordo con lei: le è stata praticata un'ingiustizia. Altrimenti... il suo mi sembra solo egoismo

 
Risposta di Claudio Agazzi 21:10 - 19/09/12

Gentile Sig.ra Lorella

Trovo triste il suo modo di parlare, il suo giudicarmi senza conoscermi. Come fa a dare dell'egoista ad una persona che non conosce? Cosa ne sa lei di me per usare quelle parole?

Lo ripeto. Provo solo tristezza per questo scendere verso il basso del suo parlare in questo forum. Da lei non me l'aspettavo.

Fatta questa premessa sul resto ho poco d'aggiungere. Ho paura che arriveremmo a parlare delle mirabili qualità di Che Guevara e o del dittatore dispotico del Cile. Ho paura che si sia fatta fuorviare da una parola "Dittatura" che spesso uso come firma e come spesso accade non ha badato che non è mai stata usata digiunta da un'altra parola "Illuminata" di cui lei giustamente non può conoscerne il significato per non averglielo mai detto e per non avermelo leii mai chiesto.

Quando vuole, lo dico seriamente, la invito a conoscermi. Le farò conoscere il mio egoismo, le farò conoscere le tasse che pago, le farò conoscere quello che evidentemnte lei non sa!

Sull'argomento poco altro da aggiungere. Se lei è contenta per questo intervento ne ha di che gioire.

Cordialmente

Claudio Agazzi
Dittatura Illuminata

Risposta di Lorella Aviano 22:41 - 19/09/12

Le dirò la verità, avevo cancellato per ben due volte prima di postare la mia risposta (e dall'ultimo suo commento era meglio se davo retta all'impulso di evitare di esprimere il mio pensiero).
Noi non ci intendiamo, c'è poco da dire. Non ce l'ho con lei Agazzi ... si stà discutendo. Nemmeno lei mi conosce e mi dice che "scendo così in basso".
Lei taccia di egoismo quelli che non la pensano come lei e quando qualcuno dà delll'egoista a lei si offende?
Forse non se ne rende conto ma anche lei può offendere gli altri.
Parla di lei e di quelli che la pensano come lei come degli unici degni di avere la sua considerazione ed amicizia.
In una precedente discussione lei mi ha chiesto espressamente di non rispondere a un suo commento prendendo una eventuale mia risposta come segno di maleducazione. Io ho (con tantissima fatica) rinunciato a esprimere quello che pensavo per segno di educazione nei suoi confronti (ma lei non sembra capire).
Se lei prende così male le mie affermazioni non commenterò più, ma le assicuro che non provo piacere a contraddire ciò che dice ma se non sono d'accordo cosa devo fare?
E' vero che la parola "dittatura" non mi piace, nemmeno se "illuminata". Credo sia troppo facile (e nello stesso tempo pericoloso) mettere tutto nelle mani di uno solo.
Io non sono "contenta" se le do dell'egoista, e non gioisco (qui è lei che offende me), esprimo solo il mio pensiero rispetto a quanto da lei scritto .. nemmeno lei mi conosce, come fa a sapere con che spirito io stò rispondendo alle sue parole?
Spero di essere riuscita a spiegare. Comunque se si sente offeso mi spiace, le chiedo scusa, mi creda che non era nelle mie intenzioni.

 
Risposta di ValeBD 22:45 - 19/09/12

Mi trovo in linea di pensiero con Claudio, Gigi e Remo, per conto mio penso che era meglio farli fluire a Bedonia e contenere i costi e come diceva Remo destinare i soldi ad altre opere! Mi trovo anche in accordo con il pensiero di Pk.
Penso che quei 46 bambini, ma forse potrei anche sbagliarmi, siano iscritti a Isola per via dell'ampia espansione che Isola ha vissuto in questi ultimi anni, molte famiglie hanno costruito o sono andate a vivere lì, non credo che vengano da km e km!

 
Risposta di Claudio Agazzi 08:15 - 20/09/12

Bungiorno Sig.ra Lorella

La verità non sta mai ai bordi ma nel mezzo e quindi ravvedo delle cose giuste, anche nei miei confronti in quello che lei dice. Mi può dare dell'arrogante, dello stupido, magari mi arrabbio al momento ma è poca cosa. Se invece lei mi da dell'egoista soprattutto verso temi rigurdanti i bambini beh, mi fa un torto grandissimo.

DITTUTURA ILLUMINATA. Conosce il concetto, anche giuridico, del buon padre di famiglia? Ebbene il senso è quello. In una famiglia ci sono al massimo due persone che governano la casa. Guardi cosa succede nelle riunioni condominiali dove i decisori aumentano. Gli esseri umani evidentemente hanno bisogno di delegare e di essere guidati. Questo non vuol dire assolutamente prendere il potere e gestirlo a proprio piacimento ma invece essere delegati dalla maggioranza (e come vede è pur sempre una democrazia) e gestirlo per il bene della collettività. Le decisioni devono essere però perentorie e immediate o lei ama il teatrino politico dove per prendere una decisione passano anni?

L'apertura dell'argomento trattato NON era contro quindi quei 46 bambini che sono a Isola ma contro questo sistema di gestione della cosa pubblica che a mio avviso (quindi lei ovviamente la penserà diversamente) è malato e soprattutto in mano a gente NON CAPACE. Se mi permette e se vuole io però non lo dico al bar o a cena con amici. Lo scrivo qui portando cifre e riferimenti e anche se non me lo dice lei me lo dico da solo. Bravo! Tra l'altro il mio tentativo sarebbe (rido al solo pernsarlo) quello di coinvolgere più gente nella discussione per far crescere quel senso di responsabilità collettivo che purtroppo oggi manca.

La sua teoria che se non venivano spesi lì non sarebbero stati spesi perché non c'erano altri progetti credo sia poco difendibile. Un buon amministratore i progetti li ha sempre nel cassetto e se non li ha nel cassetto li ha nella testa e si chiamano IDEE ma anche queste latitano. E anche qui mi scusi non sono uno che dice agli altri di progettare. Ho scritto decine di cose su questo forum ma nessuno si è degnato di prenderne mezza.

I 600.000 € Sig.ra Lorella sono soldi di tutti noi. L'equazione è semplice. Visto che si potevano risparmiare con pochissimo o nullo scompenso per la gente (non mi venga a dire che 3,5 km sono tanti) potevano essere impiegati per altri progetti utili ai bambini stessi. Ma purtroppo vince la logica campanilistica che io non ho.
Solo uno spunto. Perchè non prendere questi 600.000 €, metterli insieme ad altri soldi procurati dai sindaci di Compiano e Tornolo e magari anche Albareto e Borgotaro e fare una bella piscina coperta dove lì si i bambini avrano un godimento nuovo rispetto ad una scuola che hanno già a Bedonia? E perché non fare questa piscina nuova e coperta, fatta bene a Isola di Compiano visto che di spazio ce n'è tanto?

Dica al sindaco di Compiano che se anche lei vuole posso dare qualche suggerimento a titolo gratuito, perché se sono le idee che mancano siamo rovinati.

Cordialmente
Claudio Agazzi
Dittatura Illuminata

Risposta di Perlaprecisione 10:17 - 20/09/12

Completamente d'accordo. Chapeau

 
Risposta di Nicolò Lusardi 09:01 - 20/09/12

Buongiorno a tutti.
Partiamo dal presupposto che non c'è niente che mi imbestialisce così tanto come lo sperpero di denaro pubblico, ma questo credo sia scontato per tutti (eccezion fatta per i cialtroni che ci governano)

Volevo dire che trovo un pò ingiusta l'indignazione che si è scatenata verso il sindaco di Compiano per le sue dichiarazioni,
caspita cosa deve dire???

E' riuscita a portare un così cospicuo finanziamento nel suo comune quindi mi sembra più che sensata la sua soddisfazione.
Poi è ovvio che quei soldi potevano essere impiegati in maniera più produttiva, magari investendo proprio nelle idee espresse finora sul forum che sono tutte meritevoli.

Voglio però rispondere a quelli che dicono che i bambini che frequentano la scuola di Isola non dovrebbero avere problemi ad arrivare fino a Bedonia: Qui sono in totale disaccordo, primo perchè forse molti di questi ragazzi sono di Isola e il mattino riescono ad andare a piedi risolvendo un problema ai genitori, secondo perchè magari i genitori che li accompagnano in macchina il mattino alle 8.00 poi devono andare a timbrare un cartellino e può darsi che anche quei 10 minuti in più facciano differenza, terzo ed ultimo punto perchè ho vissuto una storia simile, io sono di Tornolo dove le scuole elementari hanno chiuso poco prima che io cominciassi, è vero che eravamo pochi bambini però i disagi ci sono stati. Io sono stato fortunato perche mia madre era di strada con il lavoro quindi sono andato ad Isola ma molte altre famiglie hanno dovuto far fronte a notevoli problemi.

Saluti

 
Risposta di PK 12:26 - 19/12/12

il ritrovamento del link non è mio, proviene da alice

http://www.mc2aa.it/sp_calzetta.html

 
Grazie per aver visitato Forumvaltaro.it - Rimani aggiornato per i prossimi argomenti, iscriviti alla newsletter.
Le fotografie e i testi presenti nel Forum - Copyright © 2006/2018