Dal Quotidiano "City" del 23 luglio 2010:

FATTI DAL MONDO- Parigi
Parlamentari assenteisti: Sanzioni per 93 deputati

Rischiano di subire sanzioni pecuniarie per assenteismo. In base al nuovo regolamento dell’Assemblea nazionale, in vigore dal 2009, chi si assenta più di 2 volte al mese dai lavori è punito con una trattenuta del 25% su stipendio e indennità.

Meditate gente, meditate ... e dite la vostra !
Stefano Bruschi

Risposta di Gianka 11:04 - 23/07/10

Signor Bruschi,

dovrebbe sapere che la Francia non è l'Italia, quindi non illudiamoci!!!!!!!!!

 
Risposta di Remo Ponzini 11:26 - 23/07/10

Caro Stefano,
con la notizia che ci hai calato mi hai fatto risvegliare e pure accrescere il profondo disgusto che provo ormai da decenni verso la casta dei nostri parlamentari.
In Italia abbiamo circa mille rappresentanti eletti (numero abnorme) e le aule della Camere e del Senato quasi perennemente semivuote.
Ma guarda caso lo stipendio lo vogliono pieno e lauto.
Bellissimo esempio di oscenità per tutta la nazione; soprattutto per quella fascia di cittadini che è costretta a tirare la cinghia (si parla di milioni di persone).
E pensare che ne basterebbero duecento; i restanti ottocento sono inutili perchè ... non fanno NULLA, anzi, mi rettifico, fanno un unico sforzo indicibile: RITIRANO lo STIPENDIO.
E pensare che un operaio per una assenza ingiustificata rischierebbe il licenziamento.

Se in Italia applicassero le sanzioni previste per i deputati francesi gli stipendi sarebbero quasi tutti dimezzati !!!!!!!!!!!!!!

Ma nella ns. penisola ciò non accadrà mai. Gli stipendi e gli annessi benefici se li costruiscono su misura e con tacito consenso di tutte le forze politiche. 

Siamo nello squallore più profondo e noi cittadini subiamo impotenti. Che fare ?????

Risposta di rodolfo marchini 17:26 - 24/07/10

Caro Remo,
hai detto delle sacrosante verità. Potrebbero bastarne 200! Facciamo anche 300? Sì, ci siamo capiti, se non arrivano questi provvedimenti, non solo non si andrà più a votare, ma si rischierà una rivolta popolare. Ma forse noi Italiani non siamo capaci di tanto. Ma io ti dico questo, mi sbilancio: se Berlusconi non dimezza il Parlamento, non avrà più storia nemmeno lui. Ormai anche il suo Popolo esige di più. Ciao.

Risposta di Remo Ponzini 11:05 - 26/07/10

Non posso che condividere con quanto hai affermato. Dobbiamo assolutamente pretendere ed esigere di più. Leggevo giorni fa sul Corriere delle Sera che il costo medio di ogni nostro parlamentare, nazionale e regionale, fra stipendio, auto blu, scorte, guardie del corpo e benefit vari supera i 100.000 euro mensili.
 
E' intollerabile in una nazione civile che sta soffrendo in tutte le direzioni.
 
Per non parlare poi dell'affarismo sfrenato che con le tangenti fa gonfiare costi a dismisura generando nella popolazione un funesto e pericoloso clima di sfiducia per il sistema democratico.
 
Diceva il Tremonti che non non si tratta più di qualche singola mela marcia ma di platò.
 
Io direi che ne abbiamo ormai dei magazzini interi. Dobbiamo svuotarli altrimenti soccomberà la domocrazia e la nazione intera.

 
Grazie per aver visitato Forumvaltaro.it - Rimani aggiornato per i prossimi argomenti, iscriviti alla newsletter.
Le fotografie e i testi presenti nel Forum - Copyright © 2006/2018