Proviamo a dare forma a qualche TESTA? Chi ha voglia legga questo, mi sembra un ragionamento molto sensato. Basta usare quello che ci è stato donato, il cervello.

----

ECOMONIA REALE.

Game Over. Il gioco è finito.

Tre semplici mosse tanto banali quanto tremendamente estremamente scomode: se verrò ucciso, continuate Voi .

La presente costitusice denuncia preventiva contro Banche residenti, Bankitalia Spa, contro le aziende importatrici del prodotto estero in Italia per eventuali attentati contro la mia persona.

Come Vi cambierò l'italia con tre, dico tre, semplicissime (è tanto facile e banale, ma chiedetevi perchè non lo fanno) mosse e poi me ne andrò felicemente a FANCULO . Eccovele:

1) tassa comunale sugli scaffali (sul prodotto importato), come fa la Cina per aggirare il WTO, comminata, non al negoziante, ma comminata all'importatore del prodotto fatto all'estero.

2) revisione tasso di cambio lira/euro

3) revisone art. 10 Tub: dal giorno dopo la revisione, le banche residenti in Italia non potranno più fare nè impresa nè lucro + nazionalizzazione di Banca d'Italia (ora totalmente in mano privata) affinchè diventi un vero organo di vigilanza sull'operato delle banche.

4) sgravio fiscale su benzina/diesel e bollette energia elettrica/gas metano :
56 milioni di italiani su 60 -Elaborazione dichiarazione dei redditi Anno 2010- prendono meno di 2000 euro netti al mese (da zero a 2000 euro): la tassazione di carburante ed energia grava pesantemente e drammaticamente sul 94% degli italiani. Qualcuno dirà , ma tra questi 56 milioni chissà quanti fanno nero.

Balle e Ve lo dimostro:
15 milioni di persone prendono zero (bambini fino a 16 anni, casalinghe , disoccupati e studenti universitari) ,
15 milioni sono dipendenti pubblici e privati e indipercui non fanno nero,
8 milioni sono anziani.
Dei restanti 18 milioni, sì forse qualcuno farà nero, mettiamo che il reddito medio di questi 56 milioni di italiani (su 60) che prendono da zero a 2000 euro netti al mese, sia 1200 euro , il carburante pesa 300 euro al mese, l'energia elettrica pesa altri 300 euro al mese , l'affitto o il mutuo 500 euro al mese, la scuola e i figli , 100 euro di spesa alimentare alla settimana gliela vogliamo mettere? qualche multa stradale comunale ecco spiegato perche la tassa su carburante ed energia e l'imu hanno azzerato i consumi di 56 milioni di italiani. Criminali sono criminali.
Questo è il dato italiano .
Bonanni che dovrebbe rappresentare la sinistra , gli operai italiani , scrisse a proposito della tassa di solidarietà che volevano introdurre sui reditti superiori ai 100 mila euro :"non si può colpire il ceto medio" . Questo dimostra una classe politica totalmente discostata dalla realtà . Ceto medio NON E' chi prende 100.000 euro all'anno ma 56 milioni di italiani su 60 (94%) che prendono (mediamente) 1200 euro netti al mese.
Il sottolineare che 56 milioni di italiani fanno nero, significa in realtà deviare sapientemente l'attenzione dalla gigantesca elusione /evasione fiscale perpetrata dalle banche in questi ultimi 18 anni di finanza privata (dal 1 Gennaio 1994, se non lo sapevate, ma adesso lo sapete e non bisogna dimenticarselo MAI, le banche italiane, da enti di solidarietà a sostegno delle famiglie e a sviluppo delle imprese , sono diventate, per decreto governativo, Spa con scopo di lucro, in questo insano connubbio politica/sistema bancario che governa il nostro paese da 20 anni a danno dello Stato e quindi a danno di citttadini e Magistratura ).
Lo sgravio fiscale su carburante ed energia è possibile solo se , come in Svizzera lo Stato (l' Agenzia delle Entrate) si appropria del denaro stampato dalla Banca centrale il giorno stesso in cui lo ha stampato (non lo prende in prestito come succede in Italia, per cui poi lo Stato deve pagarci sopra gli interessi (interessi sui titoli di stato acquistati in toto in prima battuta dal sistema bancario) e restituirlo. Domandiamoci perchè la benzina e l'energia elettrica in Svizzera costi la metà che non ha un goccia di petrolio, perchè il guadagno (97%) sulla carta mometa stampata viene suddiviso tra i Cantoni sottoforma di sgravi fiscali su carburante ed energia.

EFFETTI

col punto 1) Tassa Comunale sugli scaffali, otterremo il duplice effetto di, uno, procurare ingenti entrate comunali che così non spaccheranno più i maroni ai cittadini con le tasse stradali (velox, soste vietate etc...) che minano il reddito, e secondo, gli importatori dalla Cina smetterano di importare e/o riprenderanno a produrre in Italia . E' molto semplice : il vigilie del Comune es. di San Giovanni in Croce, entra nella concessionaria auto o nel negozio di abbigliamento (tassazione sugli scaffali come fa la Cina in Cina col prodotto estero) sito nel territorio del Comune, chiede l'esibizione della fattura di acquisto da cui deve comparire tassativamente il made in e poi tassa il prodotto :
5000 euro per ogni auto importata, 25 euro di tassa COMUNALE per ogni capo , scarpa o oggetto fatto in Cina
ed invia la tassa direttamente all'importatore . NON TASSA IL NEGOZIANTE, NON TASSA IL CONCESSIONARIO D'AUTO, MA TASSA DIRETTAMENTE L'IMPORTATORE. Vedrete che quando i vari stilisti italiani che producono all'estero il jeans che vendono al negoziante a 60 euro e che a loro costa 3 euro in Cina e che se fatto in italia costerebbe 25 euro e avrebbero comunque ampio margine di guadagno (37 euro) e ridarebbero lavoro a 6/7 milioni di italiani che l 'hanno perso in questi 20 anni di delocalizzazione produttiva in favore della Cina , il Marchionne che ha delocalizzato in Slovenia che si vede recapitare 5000 euro di tassa per ogni auto fatta in Slovenia, l'importatore italiano di auto cinesi che si vede recapitare 5000 euro di tassa per ogni auto imporatta dalla Cina, ci metteranno 2 minuti a ritornare a produrre in Italia o a cessare di importare ridando lavoro a 6/7 milioni di donne italiane che erano occupate nel settore legato alla moda , a milioni di uomini italiani che erano occupati nelle fabbirche d'auto o lavoravano nell'indotto, quando si vedranno fiondare multe da 25 euro euro per ogni capo prodotto all'estero e venduto nei negozi della penisola per ogni negozio della pensisola , multe da 5000 euro per ogni auto fatta fuori dall' italia e venduta nelle concessionarie d'auto (Tassazione sugli scaffali del prodotto importato, nelle chiappe della Cina , come lei fa con noi in Cina), tassazione comminata dal Comune nel cui territorio è sito il megozio o la Concessionaria ed inviata direttamente all'imporatore del prodotto). Stiamo parlando di quelle che erano fino a 20 anni la prima e la seconda industria italiana (abbigliamento ed auto) per numero di occupati in Italia. Tassa comunale, per lo meno, sul prodotto fatto in quei paesi non democratici che in 20 anni di delocalizzazione produttiva in loro favore non hanno fatto cresscere di un euro gli stipendi dei loro operai (lo stipendio di un operaio cinese in Cina è oggi, anno 2012, NON DIMENTICHIAMOCELO MAI, euro 2250 all'anno compresi i contributi del 50%, 1/10 del nostro costo/operaio, come si fa a competere? Non è il nostro operaio che costa troppo, ma è quello cinese che costa troppo troppo poco. Anche un imbecille lo capisce.

col punto 2) tasso di cambio lira /euro:

APRITE GLI OCCHI

prima dell'euro, 1 marco=1000 lire,

con l'euro, 1 marco= 1 euro.

Avrebbe dovuto essere,
per la proprietà transattiva dell'uguaglianza

1 euro=1000 lire.

INVECE E' stato:

1 euro= 2000 lire.

CHI SI E' AVVANTAGGIATO? Le banche che stampano i soldi, dal giorno dopo l'ingresso nell'euro hanno avuto in mano 1 euro, con cui poter comprare non più 1000 lire, ma 2000 lire. Negli ultimi 10 anni di euro infatti si assiste che "dove chiude un negozio apre una banca" che compra l'intero palazzo.

CHI CI HA PERSO? Lo Stato italiano che dal giorno seguente l'ingresso nell'euro, ha dovuto restituire al sistema bancario (acquirente in toto in prima battuta dei titoli di stato) non più 1000 lire di interessi, ma 2000 lire in euro. Infatti il debito pubblico dello Stato Italiano raddoppia in questi ultimi 10 anni di Euro. Esso passa, dai 1240 miliardi di euro nel 2002 attualizzati totalizzati in 130 anni di Repubblica, ai 2000 miliardi di euro di Dicembre 2012. Maggior debito pubblico, maggior tassazione a carico dei cittadini Ecco prerchè il banchiere che arriva al Governo tassa carburante , energia ed emette l' IMU: perchè deve garantire il pagamento degli interessi da parte dello Stato italiano al sistema bancario. UNA VERGOGNA ITALIANA E SOLO ITALIANA.

COLPITO E LESO IL SUPREMO INTERESSE COLLETTIVO

APRITE GLI OCCHI

il tasso di cambio va revisionato e portato a

1 euro =1000 lire.

Il tasso di cambio suddetto oltre che togliere potere d'acquisto alle banche e ridarlo a 56 milioni di italiani, darebbe slancio alle nostre esportazioni verso la Germania e bloccherebbe le importazioni , il che significa milioni e milioni di posti di lavoro recuperati.

Per questo forse verrò ucciso, continuate Voi.

RACCOLGO FIRME e consensi VIA MAIL.

Devo raccogliere 500.000 firme. Fate girare. Andiamo in Parlamento, facciamo approvare i decreti e POI ME NE VADO FELICEMENTE A FANCULO.

NON MI SERVONO SOLDI
Tutela della Famiglia
Dott. Alessandro Govoni

CTP Associazione Nazionale CTU in materia bancaria e finanziaria -Roma

26037 San Giovanni in Croce (CR)
tuteladellafamiglia@virgilio.it

Risposta di John Sabini 21:18 - 03/01/13

Caro Fausto. Vedo che tutti ti scrivano riguardo il tuo comento intitolato "PROVIAMO AD USARE QUELLO CHE ABBIAMO". Hai piu di 105 risposte per risolvere i problemi in Italia, LA TELEVISIONE, ne ha 0...
Caro Fausto, un giorno stavo parlando con uno di Borgotaro molto molto conosciuto da tutti e io dissi a lui che uno dei problemi dell'Italia e che il popolo si e' rassegnato. Lui mi rispose che questo non e' vero, siamo un popolo di stronzi. Non sono le mie parole ma le sue. FORSE avra' ragione, non lo so... Il problema degli Italiani e' ormai nel DNA che attraverso tanti secoli abbiamo aquistato ( Molto di questo attraverso la chiesa)...

Conosco uno che ha gestito una COMUNAGLIA con Onesta' per fare del bene al paese. Ma presto ha dovuto confrontarsi con i filibustieri, i ladri, i corrotti del paese, del comune, della provincia fino in regione... Mi disse che se sei onesto non si PASSA. Uno dei suoi slogan era "IN ITALIA HAI IL DIRITTO DI STAR ZITTO"... C e' un poveraccio qui sul BLOG ( uno che ha paura di usare il suo nome) che si chiama "LE DIRO", che dice che L'Italia e sempre il bel paese. Questo e' vero. DIO ha donato un bellissimo territorio all'Italia e tanti tanti GENI che l' hanno riempita di grande opere come nessun altro paese, ma questo era nel passato. Forse sbaglio, anche oggi siamo un grande paese, basterebbe se fossimo solamente un po' piu' onesti...
Quello che questo TIZIO " LE DIRO", non sa' e che io ero uno dei poccihssimmi degli Italiani a all'estero che difendeva i nostri e l'Italia con DENTE E CHIODO ogni momento che si verificava qualche discriminazione. L'ho fatto per una vita intera in USA. Sono stato un ATTIVISTA per molti anni, ma quando c'era bisogno di unirsi e protestare ero sempre quasi solo. E nel nostro DNA di star zitti...

Come mai che quando ci sono delle discriminazioni verso i NERI, PORTORICANI, CINESI, INDIANI ho qualsiasi altro gruppo loro vanno in piazza a protestare??? Credo perche' siano orgogliosi di quello che sono, ma quando c'erano parolaccie razziste e discriminazioni verso gli Italiani non si vedeva nessuno???
"SI" abiamo il diritto di star zitti, SI abbiamo paura, SI siamo dei codardi.
Molti Italiani si cambiavano il nome per inserirsi nella societa'. UNO DEI PROBLEMI maggiori in ITALIA e che PIU' degli altri paesi noi Italiani abbiamo BACIATO il SEDERE degli Americani. Sembra che tutta la PORCHERIA che viene dalla USA noi la mangiamo come le caramelle ma quello che funziona bene in USA non lo vogliamo.

SI anche la GERMANIA e il GIAPPONE hanno perso la guerra ma loro non baciano il sedere degli USA come noi... CARO FAUSTO, mettiti in pace, siamo cosi, "chi sa", forse in fondo in fondo sara' anche un vantaggio per noi... io non vorei essere come i Tedeschi, Inglesi e gli altri NORDICI che sono troppo freddi e nazionalisti. Non vorrei essere come i Cinesi e Giapponesi che sono troppo orgogliosi...
Quelli che mi conoscono avevano visto un programma che avevo fatto a VIDEO TARO intitolato " COME CHI VOGLIAMO ESSERE??? Era il titolo che avevo scelto dopo aver visto un commento sul giornale ITALOAMERICANO " GLI ITALIANI SONO STANCHI DI ESSERE ITALIANI". Su questo ho fatto quel programma a VIDEOTARO. Se vuoi puoi chiedere a BERTANI di VideoTaro se puoi vederlo. Ti garantisco che c'e' da ridere.
CARO FAUSTO posso capire le tue frustrazioni. Quello che rimane e di essere sempre fedele in DIO. Non abbiamo scelta perche' presto saremo polvere come disse EMILY DICKINSON "QUESTA QUIETA POLVERE ERA SIGNORI E DAME, ERA GIOVANI E FANCIULLE, ERA ARTE SORRISO E SOSPIRO, BEI VESTITI E RICCIOLI. E QUESTO INERTE LUOGO FU LA DIMORA ESTIVA DOVE API E FIORI IL LORO CIRCOLO ORIENTALE COMPIERO E POI ANCHE QUESTO EBBE FINE E DIVENTO' POLVERE...".

In fondo ci rimane solo la fede in DIO. Le sofferenze ci sono sulla terra ma atTraverso la fede in DIO conosceremo che anche le sofferenze diventano una benedizione. Il grande poeta RUMI scrisse " LA SOFFERENZA STAVA BEVENDO UNA COPPA DI DOLORE E GRIDAI.. E' MOLTO DOLCE VERO? MI HAI PRESO IN CASTGNA RISPOSE LA SOFFERENZA E MI HAI ROVINATO LA PIAZZA. COME FARO' A CONOSCERE DOLORE SE SI VIENE A SAPERE CHE E' UNA BENEDIZIONE".

Il nostro compito e di crederci, non abbiamo scelta... CARO FAUSTO, FAMMI UN FAVORE, vai su GOOGLE e scrivi," VIKTOR FRANKL DESPAIR IS SUFFERING WITHOUT MEANING, e ascolta quello che dice. Viktor Frankel. E uno dei piu grandi del nostro secolo. Pochi hanno sofferto piu' di lui, non so se ci sono persone piu' speciali di lui. In tutto quello che ha passato ha sempre voluto AMARE. Vai su GOOGLE e scrivi VIKTOR FRANKL e leggi la sua storia.
Caro Fausto, la nostra vera liberta' e di perdere la preoccupazione di se stessi e il miglior modo di farlo e' di diventare preoccupati degli altri, pero' bisogna essere pronti a perdere tutto. Se crediamo nella nostra divinita' in DIO e abbiamo fede in DIO, all'ora DIO si rivelera' se sappiamo amare e perdonare... DOVREBBE ESSERE SEMPLICE PER NOI ITALIANI, ABBIAMO AVUTO COSI' TANTI SANTI...
Tanti cari saluti. John Sabini

Risposta di Le dirò 09:21 - 04/01/13

Signor John Sabini, sarò pure un poveraccio ma sono sano di mente......lei un controllino lo dovrebbe fare....scelga dove meglio crede.....Italia o USA....ma la prego lo faccia in maniera approfondita!!
Mi dica la verità?? A che punto è arrivato del suo rosario......siamo all'ultima decina delle sue Ave Maria??
Ma è stato il lavoro in USA a renderla così pesante???

Risposta di John Sabini 18:14 - 04/01/13

Le Diro', Thank you and may God bless you... Happy new year. John Sabini

Risposta di Le Dirò 23:24 - 04/01/13

Finally, the Ave Maria said them all ... let lose Salve Regina for charity!
Thanks.

Risposta di John Sabini 17:58 - 05/01/13

Le diro Grazie, PACE E BENE. Dio ti ama, e Buon anno . John Sabini

 
Risposta di Claudio Agazzi 12:18 - 07/01/13

Buonasera John e Fausto

Non posso non scrivere e testimoniare almeno la mia vicinanza a voi due.
Posso fare solo quello perché come già scrissi per il resto è tardi.

L'Italia che tanto amiamo caro John non esiste più è finita.

Oggi quello che impera è il "bassume" di questa immensa balena che è il web dal quale emerge tutta la monnezza possibile. Una balena che annienta ogni qualsiasi azione di emersione del buon senso, dello spessore, del ragionamento.

Non è un caso caro John che questo argomento come quello della ceramica siano deserti. Gli internauti non hanno argomenti e se li hanno non hanno la minima voglia di rischiare nulla di proprio esternando il loro pensiero qui.

E' con questi uomini e queste donne che l'Italia si regge? Si caro John è purtroppo così. Non ci sono armi in difesa. Il mostro è troppo grande per essere combattutto e quindi rimane solo il ritiro salutare.

Potremmo creare il nostro club, nel quale ci raccontiamo tra di noi le idee, le speranze, le azioni da intraprendere e poi? Il nostro sangue diventerebbe più amaro e "questi" uomini e "queste" donne non muterebbero il loro vuoto stile di vita.

Oggi siamo di fronte al nulla, alla pochezza, alla non cultura. Prolifera la scemenza, lo sport nazionale e internazionale è quello di trovare la frase migliore, la vignetta migliore da condividere su Facebook ma quando uno come te, come Fausto o come pochi altri scrivono qualche cosa che potrebbe servire a migliorare la condizione dei nostri figli....il silenzio.

Siamo sotto la terra, siamo a livelli barbari. Io non ho la cultura, spero d'avere un può di buon senso ma oggi viviamo un'epoca di monnezzari, e questi monnezzari coalizzati stanno dettando le nostre leggi.

Mi spiace io mi ritiro.

L'altro giorno mi sono imbattutto in questo testo. Potrebbe essere uno di quei tanti post presenti sui social network ma guardate che differenza anche nell'osceno, nel bizzarro.

C'era un poeta che a fine del 1800 scriveva:

...
- Ecco, - spiegò Andrea, ancora ridendo - conosci tu la più bella poesia di Teofilo Gautier, il Musée secret?
- O douce barbe féminine! (nota 1) - recitò il Muséllaro (l'amico), ricordandosi. - Ebbene?
- Ebbene, Giulia Meceto (l'oggetto del dialogo) è una finissima bionda; ma se tu avessi la fortuna, che ti auguro, di tirare le drap de la blonde qui dort (nota 2) certo non troveresti, come Filippo di Borgogna, il toson (nota 3) d'oro. Ella è, dicono, sans plume et sans duvet (nota 4) come i marmi di Paro (nota 5) che canta il Gautier.
...

Nota 1: o morbida barba femminile!
Nota 2: il lenzuolo della bionda che dorme
Nota 3: Toson: vello
Nota 4: senza piuma e senza lanugine
Nota 5: come le statue di marmo di Paro, isola delle Cicladi meridionali, famosa per il suo marmo, esportato in tutto il mondo greco.

Sai oggi cosa scriveremmo?

C'è l'ha rasata!

Ebbene, quanto tempo è passato da che il D'Annunzio scriveva ad oggi? 120 anni? In questo tempo abbiamo perso tutto quello che conoscevamo. Abbiamo imparato l'idiozia, la pigrizia, l'ipocrisia, il cinismo, la malafede, e non sappiamo più, neppure, scrivere una cazzata con un certo garbo.

Figurati il resto!

Cordialmente

Claudio Agazzi

Risposta di Fausto 17:50 - 07/01/13

Ciao Claudio, ciao John una cosa mi rimane da poter fare, auguro sinceramente che possiate godere di un fortunatissimo anno.

Vi stimo.
Fausto

Risposta di Perlaprecisione 17:56 - 07/01/13

Ognuno di questi post trasuda leggerezza: e' un piacere leggerli.

Risposta di Fausto 18:40 - 07/01/13

Sei imbecille esattamente come l'anno scorso... Proprio per essere precisi ;)

Se vuoi dire qualcosa, non si spera che ti firmi, ma visto che tu sei più profondo puoi entrare nel merito del post che ho aperto.

Entra nel merito, contesta quello che è stato scritto, di cosa pensi di me, sinceramente me ne frego.

Ciao bbello.

Risposta di Perlaprecisione 16:35 - 08/01/13

Questo per il moderatore: ringrazio di avermi censurato, sebbene le mie espressioni siano state pacate mentre mi becco allegramente dell'imbecille.
Questo è un forum un poco di m. : ve la cantate e ve la suonate tra voi ma andate avanti così che andate lontano

Risposta di Fausto Bianchinotti 18:42 - 08/01/13

Vedi caro idiota, una delle cose che perdi con l'anonimato è il diritto al rispetto della tua persona, ma è tutta colpa tua.

Non ti è concessa nessuna tutela giuridica, non hai volto, non hai dignità.

E' il rovescio della medaglia del poter insultare a modo tuo nascondendoti dietro ad un dito.

Per la precisione, a chi avrei dato dell'Imbecille?

E' ora che voi anonimi la finiate di menare l'oca.

Se vuoi parlare con qualcuno firmati. Che problema hai?

Vedrai che nessuno si permette di insultarti, stanne certo.

Risposta di John Sabini 20:06 - 08/01/13

CARO FAUSTO. Ricordi quante brutte parolacce che DI PIETRO disse di BERLUSCONI ? E non solo? Non preoccuparti. Delle volte ci vogliono anche se uno ha un nome...
Nemeno Jesu e Padre Pio stavano zitti quando c'era il bisogno di rimproverare qualcuno...
"Fausto" Ho molto rispetto per te e Claudio...
Tanti cari saluti a voi. John sabini.

PS.
Nelle prossime vi raccontero' una storia quasi incredibile che quasi nessuno degli Italiani sa.

 
Risposta di Claudio Agazzi 20:22 - 07/01/13

Ciao Fausto.

La stima è reciproca.

Ciao

Claudio Agazzi

Risposta di John Sabini 19:42 - 08/01/13

Caro Fausto e Claudio. Ci sono pochi in Italia da stimare. Quello che parla di PRECISIONE avra' ragione che non andremo molto lontano. Anche il FAMOSO lediro pensera cosi. Ma noi non siamo dei CODARDI che trema nelle gambe se devono usare il loro VERO NOME come tanti qui.

Caro FAUSTO, in fondo al tuo TESTO hai messo uno senza testa. QUESTO e' un SBAGLIO, DOVEVI METTERE UNO SENZA SPINA DORSALE oppure uno con la schiena DRITTA.
Ci sono quelli con il coraggio che non hanno paura di quello che sono, e quelli che si nascondono come i topi in un buco o gli scarafaggi sotto una pietra.

Caro FAUSTO e CLAUDIO, la diferenza sulla terra e' sempre stata fatta ( sia nel bene che nel male ) da quelli che non avevano paura di marciare alla loro musica ho seguire le loro inclinazioni e inspirazioni.

Caro Fausto, puoi essere sicuro che ce ne sono tanti che leggono il tuo testo anche se non ti rispondono. Per me non ho piu bisogno di difendere l'Italia e gli italiani come ho fatto per tanti anni. Ormai ho trovato il mio Karma, e quello e' piu importante. Un po' per volta perdo la paura e non importa quello che pensano gli altri di me...
Ciao Fausto e Claudio... John Sabini

Risposta di Le Dirò 08:22 - 10/01/13

Come scrive bene e profondo......poi si capisce sempre tutto il disastro che a noi circonda ed a lei l'avvolge!!!



Amen.....signor Sabini......a conclusione dei rosari l'ultima parola è sempre Amen!!!!!!

 
Grazie per aver visitato Forumvaltaro.it - Rimani aggiornato per i prossimi argomenti, iscriviti alla newsletter.
Le fotografie e i testi presenti nel Forum - Copyright © 2006/2018