FINALMENTE L'INTEVENTO DELLA SOPRIP

Prendiamo atto con piacere che la politica e le amministrazioni pubbliche hanno iniziato a fare la loro parte nel tentativo di salvare i posti di lavoro nell'Alta Valtaro.

La notizia che la Soprip si è resa disponibile per un consistente investimento nel polo produttivo di Bedonia, per favorire l'insediamento di una nuova azienda del settore ceramico, fa ben sperare per il futuro delle maestranze, di tutti i dipendenti cassintegrati e delle loro famiglie. Fa ben sperare per la ripresa economica della vallata.

E' stata poi una buona cosa che nel Consiglio della Comunità Montana ci sia stata una condivisione quasi unanime della strada intrapresa.

Finalmente la Soprip torna a fare la cosa per la quale era nata: essere lo strumento di supporto per lo sviluppo delle aree deboli della Montagna e della provincia.

Noi del Pdl, Udc e Borgotaro verso il Futuro, da diversi anni, ben prima che esplodesse questa crisi globale, abbiamo sollecitato più volte, con documenti pubblici, il doveroso intervento della Soprip per il recupero, la bonifica e l'eventuale acquisto della Ceramica dismessa di Borgotaro. Ci è sempre stato risposto che l'operazione non era praticabile.

Ora siamo contenti che Soprip, benchè tardivamente rispetto ai nostri solleciti, faccia quello che noi chiedevamo, e lo faccia sul polo di Bedonia. Noi, infatti, pensiamo che la chiusura della realtà produttiva di Bedonia sarebbe un gravissimo danno per tutta l'Alta Valtaro ed è quindi giusto e sacrosanto, in questo momento, impiegare lì tutte le risorse disponibili.

Nella speranza che questo intervento non risulti tardivo, il nostro invito ai diretti attori politici sociali ed economici è quello di fare presto e bene per non rischiare di perdere l'opportunità del presente. Ma nel contempo invitiamo altresì gli stessi attori a tenere aperte altre prospettive diversificate, nella consapevolezza che oggi la crisi colpisce tutti e tutti, anche le piccole e medie aziende artigiane, hanno bisogno di sostegno, e con la finalità che il momento più difficile di un settore non abbia a trascinare nel tracollo economico e sociale l'intera vallata.

Ci corre, inoltre, l'obbligo di ricordare che la Montagna tutta resta fortemente in debito di infrastrutture viarie e telematiche, senza le quali non le sarà mai possibile superare l'isolamento. In questo campo la politica locale e regionale ci sembra ancora sostanzialmente bloccata e inadeguata.

Pdl e Udc di Borgotaro

Borgotaro verso il Futuro - Borgotaro, 24.7.2010

Risposta di Remo Ponzini 19:20 - 25/07/10

Caro Prof.,
quando constato che le forze politiche abbandonano il solito sciocco settarismo e la solita inutile faziosità, aggregandosi ed avendo come unica finalità il bene collettivo, non posso che compiacermi ed esserne felice. So di ripetermi su questo argomento ma per me è una fissa dalla quale non riesco a liberarmi.
Comunque sono questi gli atti che la gente apprezza e di cui ha un bisogno vitale. Sembrerebbe una cosa ovvia ma nella realtà non facciamo che assistere a baruffe, a diverbi, a contrapposizioni ideologiche, ad auto-celebrazioni di chi è il più bravo, con il risultato che non si produce nulla di costruttivo e che i problemi restano irrisolti.
La disponibilità della Soprip, seppur tardiva, mi sembra importante. Il percorso sarà irto di innumerevoli difficoltà ma con l'unione di tutte le forze politiche e sociali avremo, quantomeno, maggiori possibilità di trovare uno sbocco positivo. Se poi dovessero esserci altre soluzioni ben vengano.

Cerco di non illudermi ma non voglio neppure rinunciare a questo spiraglio che si è aperto.

Il problema è gigantesco in rapporto agli abitanti del ns. piccolo comune e coinvolge in primis i dipendenti e le loro famiglie e poi, per l'effetto contagio, tutte le attività autonome (commercianti ed artigiani).

In caso di mancata soluzione si rischia un grave impoverimento del ns. paese già afflitto dalla fuga dei giovani laureati che sono costretti, per trovare anche un modesto lavoro, ad andare a vivere in città lontane da casa.
 
A presto risentirci.
Ciao. Remo.

 
Risposta di Stefano Bruschi 15:02 - 29/07/10

Per gli ignoranti in materia ... ,

cos'è la SOPRIP, di quali fondi dispone, da dove arrivano ?

Grazie

Stefano Bruschi

 

Risposta di Rodolfo Marchini 12:17 - 02/08/10

La Soprip è una società per azioni costituita a suo tempo dalla Comunità Montana, dalla Provincia dall'Unione Industriali, dalla Camera di Commercio, dalla Cassa di Risparmio e altri soci minori, con lo scopo preciso di sostenere iniziative e progetti per lo sviluppo delle aree deboli della Montagna. Gli investimenti per rendere insediativo il polo artigianale di Borgotaro erano stati effettuati dalla Soprip e come si può vedere un certo effetto lo hanno prodotto sia per nuove attività sia per la delocalizzazione di aziende artigiane e commerciali prima collocate nel centro storico. Occorre tenere presente che la Comunità Montana era il socio di riferimento. Ora, purtroppo, socio di riferimento è diventata la Provincia, a seguito di un aumento di capitale che la Com. Montana non aveva potuto sottoscrivere. Ho detto purtroppo perchè le decisioni nel consiglio di amministrazione non sono più condizionate dalla volontà della Com Montana, ma dalla Provincia.

Quindi oggi è un buon risultato se la Soprip ha deciso di investire nuovamente sul nostro territorio e in particolare a Bedonia, per le note difficoltà che conosciamo.

 
Grazie per aver visitato Forumvaltaro.it - Rimani aggiornato per i prossimi argomenti, iscriviti alla newsletter.
Le fotografie e i testi presenti nel Forum - Copyright © 2006/2018