Breve considerazione sulle valutazioni della UIL di Parma in relazione alla recente "legge di stabilità".

L'ultimo direttivo provinciale della UIL ha discusso la recente "legge di stabilità" approvata a fine dicembre dal Parlamento.
In sintesi, è emerso che è stato un grave errore non avere ridotto in maniera mirata le tasse ai lavoratori e pensionati e l'avere così perso l'occasione di imprimere una svolta alla politica economica in direzione della crescita e dello sviluppo del paese.

La Uil valuta positivamente che siano state soppresse alcune previsioni contenute nell'originario disegno di legge governativo quali il tetto e le franchigie alle deduzioni e le detrazioni sui redditi, che sarebbe stato particolarmente penalizzante per i lavoratori e i pensionati, nonchè che siano stati eliminati l'aumento dell'Iva dal 10 all'11% e l'applicazione della Tobin Tax sui fondi pensione e le forme pensionistiche obbligatorie. In relazione al "cambio di rotta" avvenuto in sede parlamentare che ha indirizzato le risorse disponibili sulle detrazioni dei figli fiscalmente a carico in sostituzione della riduzione delle prime due aliquote Irpef, la Uil ritiene che un intervento anche sulle detrazioni sui redditi da lavoro e da pensione, sarebbe stato più efficace, per le ricadute che una maggiore disponibilità di reddito da parte di milioni di persone avrebbe avuto sul sistema economico in termini di consumi.

Con l'aumento delle detrazioni sul lavoro si sarebbe inoltre invertita la tendenza che vede l'abbassamento del cuneo fiscale passare attraverso unicamente la riduzione dell'Irap, versata dal datore di lavoro, e mai attraverso una riduzione dell'Irpef sui lavoratori e pensionati, categorie sulle quali si continua a scaricare un peso non più sopportabile del carico fiscale alla fonte , mentre i risultati sul versante del recupero dell'evasione continuano ad essere troppo modesti rispetto alle dimensioni di tale fenomeno di illegalità.

UIL Parma/Borgotaro

Grazie per aver visitato Forumvaltaro.it - Rimani aggiornato per i prossimi argomenti, iscriviti alla newsletter.
Le fotografie e i testi presenti nel Forum - Copyright © 2006/2018