Il comitato organizzativo del carnevale borgotarese anche questo anno ha realizzato un evento straordinario!
Oggi viviamo un periodo di crisi economica, sociale, civile. Tutto appare irrealizzabile, i cittadini tendono a non occuparsi più di volontariato, di sociale, di politica. Quasi tutti siamo menefreghisti e aspettiamo che siano gli altri a fare le cose, a cambiare le cose.

Il Comitato del carnevale borgotarese ha dimostrato invece che con la buona volontà, con spirito di sacrificio, con l’entusiasmo e soprattutto con una grande capacità organizzativa si possono fare iniziative grandi, si può ancora portare nella nostra valle migliaia di turisti. Il fatto che un sabato sera d’inverno, partendo da luoghi lontani, circa 3 mila persone hanno raggiunto Borgotaro, per trascorrere una serata in allegria, senza delinquenza, senza caos, sotto gli occhi vigili di un comitato organizzatore impeccabile è qualcosa di veramente straordinario, che deve essere un esempio per tutti noi.

Da quanto è emerso, questo evento si realizza addirittura senza finanziamenti pubblici. Il plauso e il merito vanno riconosciuti oltre ai tanti volontari, commercianti e comuni cittadini soprattutto a quel gruppo dirigente del Comitato che si fa carico di garantire con il proprio impegno finanziario personale l’anticipo e la garanzia delle spese che vengono effettuate, spese enormi di cui non si è mai certi di aver un completo recupero.

Questo esempio di altruismo e di capacità organizzativa indirettamente si confronta con la politica locale, fatta in gran parte da amministratori inadeguati e incapaci di organizzare praticamente nulla. La nostra valle sta vivendo un declino inesorabile, ma gli amministratori che governano il nostro territorio non sono in grado di prendere decisioni, da loro non esce una idea, una proposta. In questi decenni si sono sprecate risorse immense per finanziare progetti assurdi, opere pubbliche fatte male, regalie ai vari cortigiani e faccendieri, sprechi vari. Invece sarebbe bastato poco, sarebbe bastato che al posto dei soliti piccoli politicanti vi fossero state persone capaci, che avessero saputo lavorare con idee, metodo e soprattutto con buona volontà per realizzare sul nostro territorio eventi, manifestazioni e iniziative per far conoscere la bellezza dei nostri luoghi e soprattutto per creare economia e sviluppo.

Come movimento politico valtarese, noi di Valtaro Viva esprimiamo il nostro ringraziamento pubblico al Comitato del Carnevale Borgotarese e al suo Presidente per l’esempio dato, per essere riusciti ancora una volta a farci sentire orgogliosi di abitare in un paese che rimane ancora vivo grazie alle sue antiche tradizioni popolari e soprattutto alla buona volontà di pochi cittadini.

Borgo val di Taro, 15.02.2013
Marco Franchi - Valtaro Viv

Risposta di ASSOCIAZIONE CARNEVALE BORGOTARESE 12:17 - 07/03/13

Sono passate alcune settimane dalla fine dal Carnevale Borgotarese, tra, neve, elezioni, e avvenimenti vari, ora vorremmo fare un piccolo resoconto della manifestazione.
Come è andata ?
Semplifichiamola con una frase, “ l'abbiamo portata a casa ".
Si, è passato qualche giorno dalla settimana grassa Borgotarese, la tensione comincia solo ora a calare.
Detto così pare che la preoccupazione stessa sia stata la prerogativa principale dell’evento.
In parte è vero.

Le difficoltà organizzative crescono di anno in anno. Una buona dose di adrenalina serve indubbiamente a portare avanti il progetto che da anni cresce in qualità e quantità.. Ma i problemi legati alle normative, progetti e
permessi vari sono effettivamente gravi e stancanti; tutto ciò va ad indebolire la pur strenua volontà di noi organizzatori. Con questo non vogliamo addossare colpe a chicchessia per le normative vigenti, chiediamo solo uno spirito propositivo concreto di collaborazione anche da parte delle istituzioni; quest'anno questo spirito ci è parso spesso mancare, rendendo sempre più difficoltosa l'organizzazione gravata da enormi responsabilità.
I casi problematici di pura gestione organizzativa sono stati oltre che la Tensostruttura, principalmente la ricerca dei carristi, delle persone Volontarie , che dovevano approntare i carri per il corso mascherato. Dobbiamo
ammettere che la voglia tende di anno in anno sempre di più a scemare; le persone, gravate giustamente da altre preoccupazioni, non se la sentono più di passare ore e ore dopo il “lavoro” in luoghi freddi e forse malsani..

Il capannone è l’annoso problema che ci portiamo avanti da sempre. Logico è che una struttura idonea porterebbe nuova vigoria per la costruzione delle strutture che potrebbero essere curate ed allestite con più cura dei particolari.
Quest’anno ci si è messa anche la neve abbondante, potete immaginare l’apprensione. Guardare costantemente il cielo. Spalare, sciogliere, scaldare, controllare giorno e notte facendo i turni, pregando per l’attrezzatura da oltre 200 mila euro all'interno del Palasabione, senza contare l'enorme danno per la struttura che supera i 300 mila euro e il mancato incasso delle serate, un danno incalcolabile per dei ragazzi volontari che non hanno alcuna copertura economica alle spalle ma solo un grande amore per il loro paese e tanta voglia di fare.

Ma non tutto è stato sfavorevole, anzi.
Abbiamo avuto dopo anni di assenza il ritorno delle scolaresche delle elementari e asilo; favolosi. Più di cento bambini con i loro genitori, vocianti colorati e allegri, li solo per divertirsi. Questo fa ben sperare sul proseguo delle nostre tradizioni. Questo è in fondo il nostro obiettivo, che il carnevale al borgo sia allegrezza e satira, ilarità e compagnia. Peccato che il pomeriggio sia sempre un po’ in calo e che i ragazzi del Borgo preferiscano le nottate al bar che fare un salto al Palasabione, ma ci stiamo lavorando o almeno ci proveremo a
trovare un accordo o un compromesso per evitare la chiusura dell'evento stesso.
Se abbiamo riscontrato un calo in certe serate, dobbiamo evidenziare il carattere interprovinciale del Sabato. Interi pullman da Bologna Milano Vicenza Massa e da tutta la provincia di Parma. Gruppi di ragazzi che
hanno affittato ogni buco dormibile. Circa tremila persone sono venute da tutto il Nord Italia. Questo gratifica e fa pensare che effettivamente abbiamo un prodotto spendibile, invidiabile e quindi da salvaguardare, frutto soprattutto dell'enorme promozione pubblicitaria messa in campo per tutta la regione e oltre per anni.

Chiudendo vorremmo esprimere un enorme GRAZIE a tutti i ragazzi che hanno portato avanti il PalaSabione. Baristi, tecnici, elettricisti, idraulici, fotografi, sicurezza e logistica, creativi, maître à penser.
Persone semplici, volontari animati da una voglia comune, far divertire divertendosi nel proprio paese.
Un ringraziamento sentito lo dobbiamo a tutte le Associazioni di Volontariato che ci hanno aiutato;
Assistenza Pubblica, Vigili del Fuoco, Protezione Civile Comunale, Corpo Bandistico Borgotarese, Borgotaro Calcio, Società Imbriani, Istituto Comprensivo Scolastico Anna Frank, Lions Club Borgotaro e un grazie a tutti i
commercianti che hanno contribuito al progetto, in un anno cosi economicamente difficoltoso.

Grazie a tutti
Associazione Carnevale Borgotarese

 
Grazie per aver visitato Forumvaltaro.it - Rimani aggiornato per i prossimi argomenti, iscriviti alla newsletter.
Le fotografie e i testi presenti nel Forum - Copyright © 2006/2018