alla Cortese attenzione di:
Presidente CdA TEP Egr. Sig. Antonio Tirelli
Sindaco di Bedonia Egr. Sig. Carlo Berni
Provincia di Parma Servizio Società Partecipate Dirigente Gent. Dott.ssa Ester Reverberi
Ministero delle infrastrutture e dei trasporti - Roma
e pc www.forumvaltaro.it e Gazzetta di Parma

Egregi Signori, Gentile Dott.ssa
con questa lettera vorrei esporre il disagio e il malcontento che gli utenti dei servizi TEP sono costretti a sopportare.

Utilizzo la tratta interurbana in prov. di Parma Borgotaro-Bedonia-Anzola: la domenica è stata soppressa la corsa delle 9.40, la prima corsa attualmente in funzione per Bedonia da Borgotaro è quella delle 12.20 e l'ultima da Bedonia a Borgotaro è quella delle 14.

Ma il pulmino effettua più corse di quelle segnalate sull'orario, solo che alcune non sono usufruibili dagli utenti: quale tipo di risparmio c'è se il conducente e il carburante vengono comunque utilizzati (vorrei dire sprecati) senza possibilità per gli utenti di usufruirne?

D'accordo, in questo modo i km percorsi, con servizio attivo, sono minori e quindi avete il pretesto per ridurre il compenso a chi effettua il trasporto ma è un "far vedere" che si risparmia mentre nella realtà si crea un disservizio vero per i cittadini. *

Risulta inoltre che alcune corse feriali nelle frazioni successive a Bedonia, che sono presenti nell'orario, non vengono effettuate perché alla fermata precedente non ci sono passeggeri e il pulmino torna indietro senza proseguire (ma nessuno si premura di sapere se ci sono passeggeri alla frazione successiva).

Chiedo che sia almeno istituito il servizio di RADIOCHIAMATA sia per le corse che avete soppresso (ma che di fatto ora vengono effettuate a vuoto) sia per le corse programmate che vengono annullate senza preavviso, in modo che se qualcuno ha bisogno di un mezzo pubblico possa usufruire del servizio.

Sono una semplice cittadina e mi scuso se mi sono permessa di scrivere a Voi per questo tratto interurbano di una zona disagiata, non abbiamo i numeri di una grande città ma le proteste fino ad ora non hanno sortito a nulla e proprio perché siamo in una zona disagiata, con tanti altri problemi, sento il dovere di far qualcosa per questa paradossale situazione che spero possa essere modificata al più presto: gioverebbe a tutti!

RingraziandoVi per l'attenzione concessami porgo distinti saluti

Lorella Aviano - Bedonia (PR)

*Cerco di spiegare meglio la paradossale situazione:
Il pulmino arriva a Borgotaro alle 8.40 poi, VUOTO E SENZA POSSIBILITA' PER GLI UTENTI DI USUFRUIRNE, parte da Borgotaro e arriva a Bedonia perchè deve effettuare la corsa delle 10.05 (la prima corsa usufruibile dagli utenti è solo alle 12,20): è una beffa che il pulmino faccia una corsa prima delle 12,20 senza che possa essere utilizzata dagli utenti.
Stessa cosa succede il pomeriggio quando arriva a Bedonia alle 16.40 e VUOTO (l'ultima corsa usufruibile dagli utenti è alle 14.05) torna a Borgotaro per la corsa serale.
STESSO PULMINO, STESSO CONDUCENTE, ALMENO 2 CORSE CHE VENGONO DI FATTO EFFETTUATE senza che gli utenti possano usufruirne.

Risposta di Remo Ponzini 16:50 - 04/03/13

Cara Lorella,

Sono rimasto annichilito nell'apprendere i disservizi che hai evidenziato. Mi è parso di vivere in un mondo dove imperano le assurdità più anacronistiche.

Spero vivamente che la tua petizione abbia un riscontro positivo anche se in questo momento mi sovviene quel ritornello che recita : "chi vive sperando muore aspettando".

Rispetto ai servizi del passato abbiamo già pagato un tributo carissimo che ci ha fatto precipitare a livello del terzo mondo.
Cosa dobbiamo ancora aspettarci ?

Spero che anche i nostri Enti Pubblici che ti leggono per conoscenza ti siano da supporto per le tue legittime lagnanze.
Sappici riferire sui futuri sviluppi.

Grazie.

Risposta di Lorella Aviano 07:16 - 05/03/13

va bene Remo.

Non è possibile che indichino questo sotto la dicitura risparmio.

Tutti quelli che cercano di agire correttamente devono sapere come viene utilizzato l'invito "al risparmio".
Uno spreco di risorse non può essere considerato un risparmio.

Perchè una corsa viene soppressa per il cittadino se poi chi dispone i turni e gli automezzi sa che quella corsa deve di fatto essere percorsa perchè il mezzo di trasporto è unico e va avanti e indietro per le corse successive? Perché bisogna chiedere con una lettera l'istituzione del radiobus quando la società già lo utilizza in altre zone, non dovrebbe essere esteso di logica a tutte le tratte possibili?

Non ci si rende conto prima di tutto della beffa e poi del poco rispetto che si ha per chi lavora sugli automezzi e per gli utenti?
Io spero in una presa di coscienza generale che eviti queste brutture in qualsiasi ambito vengano adottate.

Risposta di Remo Ponzini 14:15 - 05/03/13

Cara Lorella,
Hai spiegato così bene il tuo pensiero che anche un semi- analfabeta ti avrebbe compreso. Speriamo che entri nella zucca dei funzionari preposti alla organizzazione delle corse. Mi sto chiedendo come possano sussistere queste incongruenze macroscopiche che oltre a ledere i diritti dei cittadini utenti producono solo sperperi.

Io spero che il Sindaco Berni e la Provincia di Parma si facciano carico delle tue lagnanze e che provvedano a sanare queste storture incomprensibili. Oltretutto svolgi un’opera meritoria con la tua denuncia in quanto evidenzi un aspetto che nelle alte sfere , probabilmente, neppure sapevano.

Mi sembra proprio che qualcuno non conosca il semplice significato del termine : “buon senso”.
Grazie. Ciao.

 
Risposta di Mattia Lezoli 11:43 - 06/03/13

Lorella,
le problematiche che hai descritto in questo post sono estremamente importanti per la nostra valle.
Per diversi motivi sono abbastanza al corrente delle cose che hai scritto.
Per quanto riguarda i famosi tagli di corse sulla Bedonia Borgo Val di Taro (e non solo), volti al "risparmio", sono perfettamente d'accordo che è stata fatta una scelta poco felice sugli orari delle corse rimaste. Benchè possa sembrare strano, il risparmio per l'Azienda Tep c'è poichè all'appaltatore rimborsa una tariffa a chilometro DI LINEA percorso, e non i giri a vuoto.

Tu parlavi di pulmino, e qui voglio fare una premessa. Se si guardano gli orari ufficiali le corse appaltate si suddividono in "sm" e "si", le "sm" che contraddistinguono le corse della linea Bedonia Borgo Val di Taro, dovrebbero essere svolte con AUTOBUS, ossia veicolo con PIU' di 9 posti, e non con l'AUTOVETTURA 9 posti (pulmino) come c'è ora.. E' addirittura capitato che venisse utilizzato un taxi 5 posti, (credo per massimizzare il risparmio sul costo del carburante), e a persone in attesa alle fermate venisse detto: Attenda un attimo che arrivo fino al Borgo, faccio scendere gente e torno indietro....
Nessuno controlla...
Lo scorso anno ero solito prendere al sabato la corsa SCOLASTICA diretta a Molino Anzola "sm", sempre svolta con uno Sprinter 9 posti, a bordo eravamo spesso fino a 13 persone, ossia 4 venivano accatastate una sull'altra o messe in piedi nel bagagliaio...
Nessuno controlla... (nota bene, basterebbe un controllo dei carabinieri per ritirare la carta di circolazione).
Col lavoro che svolgo in paese sono venuto a conoscenza di parecchie segnalazioni e lamentele, specialmente di villeggianti che abitano nelle frazioni, di corse che non vengono svolte per intero o per nulla.
Specialmente in estate una signora residente a Caneso attendeva invano la corsa del pomeriggio, ma spesso e volentieri una volta giunta a Carniglia tornava in deposito. Un gruppo d scout che attendendo un AUTOBUS a Tarsogno si son visti arrivare una Lancia Lybra (5 posti), un altro gruppo di ragazzi che ci hanno chiesto di telefonare A CASA dell'autista che fa la Bedonia Bardi per chiedere di "prenotare" una corsa di linea (regolarmente in orario) con l'AUTOBUS in quanto con il Fiat Ulisse usato di solito, non ci sarebbero mai saliti tutti contemporaneamente per andare sul Passo Colla e fare un'escursione.. E quando sale troppa gente, (che non ci sta), si va avanti qualche fermata e poi si torna indietro a raccogliere gli altri... ma sono tutte corse PAGATE da Tep per avere AUTOBUS, non automobili..
In seguito a tutte queste segnalazioni mi è presa la curiostià di controllare personalmente e proprio sulla tua linea per Molino Anzola, sempre l'estate scorsa, ho visto parecchie corse arrivare a Montevacà, a volte anche solo dalla Piscina di Bedonia, girare e tornare indietro.... (e qui ci sarebbero gli estremi per una denuncia per INTERRUZIONE VOLONTARIA DI PUBBLICO SERVIZIO)...Sulla linea per Cavignaga mi è capitato di accompagnare a casa anziani rimasti appiedati...
Sono state mandate anche parecchie segnalazioni a Tep...
Ma come ben ti sarai immaginata, non è cambiato nulla...
E' un problema troppo poco importante per chi sta dietro una scrivania in città, e che magari l'autobus non lo prende nemmeno...
E' vero che molte corse sono poco frequentate, ma quando uno sa che funzionano in questo modo, si organizza diversamente e saranno sempre meno frequentate...

Risposta di Lorella Aviano 12:11 - 07/03/13

Sì Mattia,
il punto è che un servizio così poi viene utilizzato ancora meno di quanto si potrebbe.
I piccoli numeri di chi lo utilizza sono anche dati dal fatto che si usa solo quando si è costretti a farlo (con grandi disagi).

Appena si può, si cerca di usare altri mezzi (o chiedere passaggi) perché con un servizio così..........

Se il servizio migliorasse credo che anche gli utenti aumenterebbero

Risposta di Mattia Lezoli 14:06 - 07/03/13

sai il mio pensiero.
Si riassume così:
Aspetta, e spera...
Oppure:
Aiutati che Dio t'aiuta...
Per il resto c'è solo il vuoto cosmico...
non ci sarà nessun ente, istituzione, azienda, organismo di controllo che muoverà un dito per i pulmini di Bedonia, fidati!

Risposta di Mattia Lezoli 16:56 - 29/03/13

A Bardi, Varsi e non solo, da aprile sarà attivo questo tipo di servizio: T-Bus, già sperimentato su alcune linee minori del bacino di Parma.

Vantaggi: sei sicuro che con la prenotazione, la corriera passa...
Svantaggi: devi decidere il giorno prima se il giorno seguente devi prendere il mezzo pubblico.

In realtà si ufficializza una cosa che in molte linee sperdute, purtroppo abusivamente succede già... o prenoti... o vai a piedi...

Di seguito l'articolo completo:

Servizio extraurbano a prenotazione “T-Bus”: sarà istituito sulle linee extraurbane Taverna – Linguadà – Bardi, Frassineto – Santa Giustina – Pione – Bardi, Pietracavata – Tosca – Rocca – Varsi, Alpe – Pontestrambo. Gli utenti che intendessero usufruire di tale servizio dovranno contattare telefonicamente il conducente con almeno una giornata di anticipo rispetto a quella di utilizzo, prenotando una corsa fra quelle già previste nell’orario di linea. Per gli utenti abituali sarà sufficiente effettuare una prenotazione settimanale. In caso di non reperibilità del conducente, così come per lamentele, segnalazione di disservizi, od osservazioni su tale servizio, l’utenza potrà telefonare al numero dell’Ufficio Prontobus Servizi a chiamata (840 22 22 23).


 
Grazie per aver visitato Forumvaltaro.it - Rimani aggiornato per i prossimi argomenti, iscriviti alla newsletter.
Le fotografie e i testi presenti nel Forum - Copyright © 2006/2018