Approfitto della disponibilità del ForumValtaro per esprimere il mio pensiero.
Desidero congratularmi con le signore Maria Teresa Alinovi e Rosaria Guareschi per aver avuto tanta sensibilità verso una persona anziana ed in pessime condizioni di salute. Parlo della raccolta di circa 500 firme a favore della scarcerazione dell’imprenditore Calisto Tanzi perché ancora detenuto in carcere nonostante lamentati ed evidenti problemi sia fisici che depressivi.
A mio parere è questo un ingiusto accanimento verso una singola persona ultrasettantenne, mentre tanti altri personaggi coinvolti “in primis” nella vicenda del crack finanziario, stanno tranquillamente seduti sulle loro poltrone dirigenziali in qualche mega banca.
Eppure sino all’ultimo minuti, anche prima dello scandalo nazionale, tanti Istituti di Credito erano attivissimi a sbolognare azioni Parmalat ad ignari clienti.
Oggi in molti, forse troppi, dimenticano che il “lattaio dai 100 milioni di clienti”, nella nostra provincia ha portato benessere e soprattutto lavoro. Hanno perso la memoria anche tanti collecchiesi che hanno trovato occupazione solo grazie all’interessamento diretto di Calisto Tanzi, sempre sensibile ai problemi che gli venivano evidenziati dai proprio collaboratori.
Collecchio è diventato un grande, ricco e moderno paese della nostra provincia soprattutto grazie anche all’indotto creato da questa grande industria alimentare.
Mi meraviglia che questi cittadini non scendano in piazza a favore di questa persona ormai anziana, al di là delle sue vicende giudiziarie. Per non parlare dei vuoti di memoria che improvvisamente hanno colpito numerosi “amici” Ministri e politici in carica durante i governi De Mita e Prodi.
Questi “amici”, anche della sinistra storica, non ricordano più che hanno munto a piene mani nelle tasche dell’imprenditore Tanzi per ottenere cospicui finanziamenti e piaceri personali, come i numerosissimi viaggi aerei, però dal costo esorbitante di migliaia e migliaia di Euro, per andare negli USA o nei villaggi vacanza a Dubai… accompagnati da mogli, segretarie, amici degli amici.
I giornali nel 2003/4 hanno copiosamente documentato queste “regalie forzate” a carico della Parmalat, onero gravosi che hanno contribuito al dissesto finanziario della Società.
Soltanto il Presidente emerito della Repubblica, Sen. Francesco Cossiga, si è sentito in dovere di restituire circa 27.000 Euro. Ma nessuno di questi “amici” politici si vergogna a non protestare presso le competenti autorità a favore di Calisto Tanzi?
Eppure a tanti delinquenti, con gravi pendenze verso la Giustizia, riservano migliori condizioni di vita domiciliare, al limite del Grand’Hotel.
I lettori di questo forum, con conoscenza, sapranno fare le giuste valutazioni su questa vicenda.

Enrico Chiapponi

Risposta di Molinari F 16:56 - 22/03/13

Signor Chiapponi io rispetto tutti ma rispettare Calisto Tanzi mi sembra fuori da ogni norma e regola. Mi viene il sospetto che lei non rientri tra i sottoscrittori dei bond perchè se così fosse tutta questa pietà le passerrebe dalla testa.

Risposta di Marcello 19:23 - 26/03/13

Enrico lo credo anch'io.. non sei tra i risparmiatori inchiappettati da Tanzi quindi sit

 
Risposta di Fausto 22:32 - 27/03/13

Uhhhh Marcello quanta grazia!!!

Facciamo così... cominciamo con il dire che Tanzi ha 1/1000 delle responsabilità dei titoli piazzati e che le banche ne hanno 999/1000.

Dopo di che andiamo a vedere quante famiglie al mondo si sono sfamate grazie alle ENORMI CAPACITA' imprenditoriali di Tanzi, e tutto l'indotto.

Dopo di che andiamo a vedere quanti Banchieri, Bancari, Traders speculatori, figli, parenti, consulenti, ragionieri, giornalisti conniventi e marpioni vari ecc... sono in gabbia...

ZERO!!!!!!!

Perciò è giusto che chi è stato fottuto si incazzi pure perchè è giusto, ma per cortesia non diciamo di boiate fuori dal comune. Hai dei problemi, che ne dici di parlarne con il cassiere che ti ha venduto i titoli? Il cassiere che ha venduto i titoli che ne dice di parlare con il suo Direttore? Il Direttore che ne dice di farsi un giretto in gabbia fino alla fine dei suoi giorni?

Tanzi era è e sarà sempre da considerare un grande uomo (con tutti i limiti che un uomo può avere), cui milioni di persone devono essere riconoscenti per sempre.

Marcello, i 999 colpevoli son fuori, e a te sta bene così quindi SIT... e la prossima volta prima di nominare un Cavaliere (certo non senza macchia) sciacqua bene, perchè la riconoscenza ha la memoria sempre troppo corta.

Ciao e bada bene che non ho detto che è innocente, ma che gli stanno facendo scontare tutte le pene di un sistema. Ti assicuro che chi lo ha conosciuto personalmente ha avuto l'onore di incontrare un grande Uomo.

Risposta di Pietro Ruggeri 14:18 - 28/03/13

Tutta questa pappardella per dire Tanzi santo subito oppure ho capito male hanno messo in galera un innocente. Se fosse stato un grande uomo come dici perchè si è circondato di ruffiani e disonesti? O era un incapace o era uguale a coloro che lo circondavano.

Risposta di Fausto 16:54 - 28/03/13

Dai Peter... bastano le ultime 2 righe per risponderti. Direi che hai capito male. Infatti Tanzi è un Cavaliere con la macchia... ma se ciò che si addebita è il raggiro degli azionisti, diciamo che Lui è forse il minore dei responsabili di tutto il sistema. Nessuno ha obbligato i risparmiatori ad acquistare azioni "tossiche", anche perchè come tali non erano state definite dalle agenzie di rating... e gli unici che erano a conoscenza di questo (oltre alla Dirigenza) non erano forse gli Istituti Bancari e gli addetti ai lavori? Perciò non credo che il singolo risparmiatore debba vedere Tanzi come il proprio depauperatore. E poi le vicende sono ben note dai... nell'ultimo periodo tutti sapevano tutto solo che gli interessi promessi facevano troppo gola in alcuni casi ed in altri ci si è fidati dell'amico che li ha proposti. Fammi capire, tu e Marcello preferite veder libero (per riabilitarlo) l'assassino del piccolo Tommaso piuttosto di una persona che comunque sotto il profilo imprenditoriale ha creato un Impero, dato lustro a Parma nel mondo e lavoro e ricchezza a tantissimi? Boh, magari avete ragione voi ma per me è un mondo strano.

Risposta di John Sabini 23:52 - 01/04/13

CARO FAUSTO. Dici bene e hai tanta ragione. Tanzi ha fatto molto per L'Italia, ha dato tanto lavoro a tanta gente, e la ditta è ancora in piedi.
Lui non si merita tutto quello che deve subire. Purtroppo l'umanita fa schifo.
Caro Fausto ti facco tanti saluti e te e famiglia.
Amico Johnnum

Risposta di Fausto 13:58 - 02/04/13

Contraccambio gli auguri.
Grazie mille.

 
Risposta di Marina Aliprandi 21:24 - 10/01/18

Mi vergogno di questo assurdo governo. sono completamente d'accordo con voi.
sembra un'allucinazione. I dipendenti Parmalat si sono fatti silenziosi quasi a godere, (dopo che hanno avuto lavoro e cibo, da questa grande e fantastica azienda), sembrano felici di vedere il grande imprenditore in galera. Sarà che nessuno vuole il lavoro ma a quanto sembra vogliono solo ricchezza, non fare nulla sembra oggi la gioia dell'umanità e il governo gliene da tutta la possibilità. Se l'intenzione del governo è quella di distruggere l'Italia credo che sia sulla via giusta, ma per quanto tempo ancora riuscirà questo paese a mantenere questa miriade di nullafacenti? finché troveranno aziende da svendere e multe da appioppare e poi cosa succederà?

 
Grazie per aver visitato Forumvaltaro.it - Rimani aggiornato per i prossimi argomenti, iscriviti alla newsletter.
Le fotografie e i testi presenti nel Forum - Copyright © 2006/2018