Diretta televisiva su RTA-Videotaro: Martedi 18 Giugno - Ore 20.45

Titolo: "Montagna dimenticata, ma non per le sue risorse: capitolo tre - Capitale umano e imprese che combattono la crisi".

La prossima diretta su RTA sarà trasmessa nella serata del prossimo 18 giugno. Avrà come argomento "Capitale umano e imprese che combattono la crisi".
Affronteremo, con vari ospiti in redazione, il tema del lavoro, della qualità delle risorse umane presenti sul territorio, delle tante piccole e medie imprese, spesso ignorate, che resistono, anzi contrastano, la crisi, assumendo personale, anche in queste ore; i pendolari (ben oltre le 1500 unità giornaliere censite), sempre dimenticati e maltrattati, prima reale fonte di reddito della Val Taro e val Ceno. Il terzo settore, le coop sociali, la valvola di sfogo di tante situazioni familiari. Nelle prossime ore, sarà comunicato il palinsesto, con la conferma di alcuni ospiti di grande rilievo. Chi volesse fornire un contributo, anche partecipando alla diretta, è naturalmente ben accetto.

Risposta di Gigi Cavalli 09:37 - 03/06/13

Affrontate anche il discorso ceramiche, che venga detto pubblicamente come stanno le cose, sia a Borgotaro con Kale che a Bedonia con il fallimento.

Più che invitare i sindacati e i due Sindaci cerca di trovare una voce della proprietà Kale e una persona che conosca l'iter dell'ex Edilcuoghi.

Copio i Link delle aste giudiziarie (Tribunale di Modena) riguardanti i due capannoni di Borgotaro e Bedonia, aggiornati a Giugno 2013:

- Borgotaro: http://goo.gl/q1F6M

- Bedonia: http://goo.gl/Xtxpn

 
Risposta di PK 12:57 - 03/06/13

allora questa volta si parla di SOPRIP, LTT,... ecc. ecc. o NO?

 
Risposta di Mauro 11:46 - 10/06/13

Mi permetto di segnalare questo pezzo di Repubblica, per me molto centrato.

http://ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/2013/06/09/crisi-pesante-ma-basta-pessimismo-ora-di.html?ref=search

Rinnovo l'invito per chi volesse partecipare alla trasmissione, oppure sollecitare delle riflessioni sul tema.

Risposta di PK 13:45 - 10/06/13

una via di mezzo tra i ristoranti tutti pieni (su cui Crozza ha fatto la sua fortuna) e l'industria della guida escursionistica... parlare di cose serie non è ancora il momento, il giornalista probabilmente deve ancora documentarsi.

Risposta di Mauro 15:32 - 10/06/13

Avevo scritto un post di risposta; ci stavo ricascando, sprecando il tempo con soggetti solo polemici, completamente inadatti al dialogo e lontani da uno stato d'animo, non dico positivo, ma almeno minimamente costruttivo. L'ho cancellato.

Risposta di PK 18:31 - 10/06/13

ma a chi ti rivolgi? a me oppure a gigi? entrambi abbiamo fatto delle considerazioni :-)

Risposta di Davide Galli 10:17 - 11/06/13

Le è così difficile avere rispetto per il lavoro e l'impegno degli altri?
Non credo esistano soluzioni uniche e assolute ma solo un insieme iniziative, dove se ognuno dedica tempo ed energie in modo costruttivo riesce a dare un contributo all'economia della valle. L'iniziativa delle guide sta avendo successo e generando sinergie utili, che le piaccia o no.
Nessuno ha mai detto che sarebbe stata la soluzione per tutti gli abitanti delle valli Taro e Ceno. Ma che avrebbe contribuito a rimettere in moto settori dormienti del turismo locale. I risultati sono andati oltre le migliori aspettative di tutti quelli che si sono impegnati nel progetto e continuano a farlo.
Festeggeremo tra poco il primo anno di attività con oltre 100 iniziative escursionistiche effettuate. Con gente che ha dormito, mangiato, fatto benzina, acquistato generi di ogni tipo nei negozi. Ma soprattutto ha apprezzato dei luoghi sottovalutati e spesso sconosciuti. Ritornando frequentemente e attivando anche un passaparola positivo.
In attesa di conoscere le sue iniziative imprenditoriali e del beneficio relativo mi accontento del piccolo contributo che insieme ai miei colleghi sono riuscito a portare e sono pronto a sostenere altre buone idee per trovare punti di connessione per collaborare con tutti quelli che hanno un atteggiamento positivo e non distruttivo.
Mi terrò invece lontano attentamente da frustrazioni, gelosie, egoismi, orticelli, perditempo e fanfaroni vari.
Personalmente poi il mio contributo a posti di lavoro fissi a giovani che rimangono in Appennino lo sto dando anche con la mia azienda e faccio quindi fatica ad accettare le denigrazioni gratuite, che spero siano frutto solo della non conoscenza. In quel caso però quando non si conosce sarebbe buona norma non esprimersi.

Risposta di PK 14:22 - 11/06/13

Titolo della serata:
"Montagna dimenticata, ma non per le sue risorse: capitolo tre - Capitale umano e imprese che combattono la crisi"

è stato chiesto se si parlerà anche delle grandi partecipate che dovevano risolvere ogni problema... è stato chiesto se si parlerà delle grandi industrie...

è stato risposto ad minkiam con un articolo che non centra na beata fava...

ora intervieni te? Bravo, sembrava un CV, ma è stato chiesto altro!

Speriamo che con l'uso esclusivo dei sentieri della nostra montagna ai pedonatori si veda finalmente questa esplosione economica.

Risposta di Davide Galli 19:02 - 11/06/13

"L'industria della guida escursionistica", spettabile tuttologo, l'ha tirato fuori a sproposito lei. Pensando di potersi permettere, senza pagare dazio, di sputare a vanvera su tutto e tutti.
Con quel tono sempre presente di disprezzo per i progetti e il lavoro degli altri. Con la solita malcelata e mal posta superiorità sulla quale attendo da tempo un suo CV a giustificarla.
Lo fa anche andando ulteriormente fuori tema e ci fa la solita figuraccia citando la legge sulla sentieristica. Ma a controbattere su diversi aspetti io all'udienza conoscitiva in Regione c'ero, come molti altri della Val Taro e della Val Ceno. Oltre a intervenire, proprio contro il concetto di esclusiva pedonalizzazione, ho firmato insieme alle altre guide presenti le osservazioni della nostra associazione di categoria.
Come vede, per l'ennesima volta, con la sua supponenza pesta una merda grossa come una boassa.
Si parla di lavoro e di imprese che combattono la crisi in montagna. Penso di aver dimostrato dando posti di lavoro che le imprese che necessitano di tavolo-sedia-computer-connessione possono farcela anche nei luoghi più sperduti dell'Appennino. Sono stipendi, famiglie che rimangono, investimenti sul territorio.
Sono io fuori tema o è lei?
Attendo di vedere le sue credenziali in termini di gestione di impresa, posti di lavoro generati, investimenti portati, ecc... prima di sentire le solite sentenze.

Risposta di PK 20:03 - 11/06/13

sulla sentieristica e sul turismo come industria non ho intavolato il discorso io, ma quello che merita appieno l'aggettivo tuttologo, e comunque sta calmo,probabilmente sono i primi caldi, ci vorrebbe un bel ventilatore, magari sul S.Donna

Risposta di Carlino 20:56 - 11/06/13

PK sei solo bravo a remare contro, invidia? Ma cosa volevi fare anzi hai tentato di fare? Hai preso 3 voti in croce e ti hanno spedito a casa. Ha ragione il signor Galli, aspettiamo il tuo curriculum e non quello professionale ma per sapere cosa fai o hai fatto per la valle, per la gente e per tutti quelli che la pensano diversamente da te, come fanno tanti altri. Aspetto tue notizie e non solo e sempre del sarcasmo

Risposta di PK 21:12 - 11/06/13

ma la trasmissione ha per titolo: "che fa PK?'"

Risposta di E. Mazzadi 10:51 - 12/06/13

Davide, difficile aggiungere altro.. perchè una scartavetrata così direi che è perfetta. Che magre figure che sta facendo PK, alla sua età.. PK, lei che turismo e ha portato in vallata? Quello degli avventori del suo poligono di tiro?

P.S.
PK, appena posso completo la colletta per regalarle quella famosa calcolatrice..

Risposta di PK 13:56 - 13/06/13

Esimio Arch. mi pare che la questione delle guide la infervori parecchio, a lei come ai suoi colleghi che qui intervengono.

Mi permetto di dire che: "è una cagata pazzesca" affermare di rilanciare l'economia e l'occupazione con queste "imprese", spero che il tema della serata televisiva venga discusso diversamente, perchè se c'è da aver speranza con quattro gai saltellatori stiamo messi bene.

Figure barbine non me ne sovvengono, errori di calcolo neppure, o meglio ho solo presenti i sui con mirabolanti produzioni energetiche con pico impianti, oppure l'altro, il creativo pubblicitario che si lamenta dei generatori eolici, forse che le idee gli vengono estratte dalle orecchie per la corrente d'aria che si genera!

Per il turismo: ma sa mica faccio l'albergatore e neppure ho una agenzia di viaggi, ma visto che parla di poligono, e sinceramente non c'ho mai pensato, ricordo quando organizzavo la tappa sul molinatico del campionato italiano FT, un 100aio di partecipanti che pernottavano per due notti, dove non lo so, ma gente sotto i ponti o nei fossi non l'ho mica vista.

Ritengo che per la comunità si abbia già un profitto quando uno "lavora di suo", quando non deve dipendere dal favore del politico o dal contributo pubblico per progetti sul nulla.

Io, all'inizio, quasi in concomitanza col gigi, ho postato di argomenti che per la serata potevano, anzi, sono sicuramente attinenti, lei neppure li considera, e va beh, sarem' tutti gai per i sentieri.


Risposta di Davide Galli 23:15 - 13/06/13

L'unica risposta sensata da dare era quella di Mauro. Tempo perso infatti. PK è il presidente del club di quelli che vogliono il danno altrui sempre e comunque, anche a costo di farne a se' stessi.
Ora capisco il suo tifo per tutti i progetti distruttivi passati, presenti e futuri. Sarcasmo che forse fa ridere solo lui mentre lo scrive. Autoreferenzialità tale da non ricordare l'errore di calcolo macroscopico perseguito con ostinazione. Uno dei tanti...
Figure barbine dimenticate? Ogni sentenza inutile sfogata qua e là nel web per frustrazione incontinente.
Va fuori tema perché sputare merda su tutto e tutti lo considera un diritto e quasi un dovere, ma poi richiama chi tira in ballo gratuitamente a non andare fuori tema.
Diagnosi: un odioso squallido micromondo mal sfogato.
E noi stolti che gli facciamo perdere tempo quando potrebbe regalarci grandi verità sulle politiche industriali e i grandi piani occupazionali...

Risposta di E. Mazzadi 23:34 - 13/06/13

Esimio geol.
non creda di poter gettare il sasso e nascondere la mano.. ha tirato in ballo lei il discorso delle guide. Questa attività non è la nostra principale, ma crediamo molto in quello che facciamo e rispediamo al mittente l'acidume di cui grondano i suoi meschini commenti.

Si rassegni: il nostro gruppo sta funzionando. Il territorio viene promosso, si creano sinergie fra gli operatori turistici, ecc. Non è la soluzione a tutti i problemi, ma con il tema "lavoro in montagna" questo c'entra.

PS: le rinfresco la memoria sui conti da lei toppati clamorosamente.. Si studi le formule sulla produttività del fotovoltaico e provi a rettificare quanto da lei scritto riguardo alle coperture dei capannoni di Borgotaro.

PS.2: dica la verità, lei tanti anni fa, quando era piccino, era uno di quei monelli che si divertiva a distruggere i castelli di sabbia altrui?! :)

Risposta di PK 11:17 - 14/06/13

Arch: "Esimio geol.
non creda di poter gettare il sasso e nascondere la mano.. ha tirato in ballo lei il discorso delle guide...."

super: "Mi permetto di segnalare questo pezzo di Repubblica, per me molto centrato.
http://ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/2013/06/09/crisi-pesante-ma-basta-pessimismo-ora-di.html?ref=search
Rinnovo l'invito per chi volesse partecipare alla trasmissione, oppure sollecitare delle riflessioni sul tema."

il resto è fuffa... i miei conti sono giusti, è lei che vive ad Utopia... tanto poi i conti degli Arch. li devono fare gli Ing.

p.s. non da piccolo costruivo dighe :-)

Risposta di Fausto 11:38 - 14/06/13

Carissimo Davide Galli noto, con estremo rammarico, che utilizza un pò troppo spesso il plurale nei suoi riferimenti.

Visto che non siamo dei coglioni, come erroneamente lei si ostina a credere e far passare quelli che non condividono i suoi punti di vista, e dal momento che fino ad ora vi ho fatto la cortesia di compatirvi e di essere rispettoso nei confronti di un amico, la invito a proseguire per la sua strada augurandole il più grande successo, ma ricordandosi sempre di non incorrere negli stessi atteggiamenti che lei contesta.

Ora mi faccia semplicemente la cortesia di usare l'onestà intellettuale di sostenere che i suoi riferimenti sono puramente casuali.

Questo mio intervento non necessita di replica, perchè non mi interessa assolutamente entrare nel merito delle effettive valutazioni, essendo certo che le Vostre intenzioni siano meritevoli.

Saluti e grazie
Fausto Bianchinotti

Risposta di Davide Galli 13:44 - 14/06/13

Nell'unica frase coniugata al plurale non capisco come Lei si senta tirato in ballo.
Non la conosco personalmente e non ho la più pallida idea di quale nervo scoperto potrei aver toccato. Quindi davvero, non sempre è necessario cercare significati reconditi oltre a quelli espliciti.
Citavo praticamente la leggenda del Re e del bifolco ("Chiedimi quello che vuoi, darò il doppio al tuo vicino", "Maesta, cecatemi un’occhio!"):
http://isola_di_arturo.blog.tiscali.it/2003/10/23/
E pensavo a tutti i "progetti" visti negli anni che per raggiungere gli obiettivi necessitano indispensabilmente di danneggiare persone, beni, categorie o altri progetti. Di conseguenza pensavo a persone precise incontrate che spesso ho avuto il dubbio che, nell'appoggio acritico, fossero mosse proprio dal piacere distruttivo dei danni "collaterali". Quindi non posso aver pensato a Lei con cui sono sicuro di non aver mai scambiato una sola parola.
Ora che mi invita a fare attenzione alle coniugazioni singolari e plurali mi chiedo quindi a chi si riferisca con "compatirvi". In questo caso l'indicazione è diretta e sono certo di esserne compreso.
Intende quelli che non la pensano come lei?

Risposta di Fausto 18:54 - 14/06/13

Un uomo saggio dovrebbe capire quando è l'ora di fermarsi.

Ciò che avevo da dirle è stato detto e non ho altro da aggiungere.

Saluti
Fausto

Risposta di Silvia 16:34 - 15/06/13

Ma... direi che invece il link postato dal signor Mauro c'entra eccome.
Per avere idee, progetti e l'entusiasmo necessari alla difficile imprenditoria nelle nostre montagne occorre avere un giusto atteggiamento positivo.
Non è facile, lo capisco, ma fondamentale.
Senza piangersi addosso o continuare ad aspettare la manna dal cielo.

Nell'altra trasmissione di Videotaro abbiamo capito che ci sono tanti, ma veramente tanti, soldi fermi inutilizzati e non investiti. Bene, capiamo come iniettare fiducia in progetti seri per convincere la gente a finanziarli, anche solo per guadagnarci invece di lasciarli sotto al cuscino. Ma progetti che portino lavoro duraturo, che abbiamo una prospettiva e possano durare nel tempo, non le speculazioni mordi e fuggi fatte col denaro solo per generare denaro.

Certo per il clima di fiducia non bisogna avercela con tutto e tutti come fa il signor PK (ma sta per Paperinik?). Ogni progetto piccolo o grande che funzioni va bene. Perché dire bisognerebbe fare quello invece di questo, quando ci sono tante cose da mettere in piedi? Visti da fuori sembrano solo mal di pancia, invidie o ripicche personali, glielo dico con sincerità. Tempo ed energie perse per chi scrive e per chi legge.

Oppure ci tocca leggere le paranoie complottiste del signor Fausto. Se davvero non vi conoscete è sicuro di non avere le traveggole?
Non si capisce un accidenti di quello che scrive. A meno che sia solo coda di paglia e allora a quel punto direi che si è mandato in buca da solo.
Chi legge da fuori non può certo capire le sue allusioni, quindi il suo intervento è il meno centrato di tutti direi. Son linguaggi allusivi che alla fine non rimandano a niente se non a cose che sembrano personali fissazioni (della serie "E chi se ne frega").
Anche perché quando si parla di lavoro e occupazione in Valtaro il link del signor Davide sulla leggenda del Re e dell'orbo direi che sia molto centrato. Me la sono andata a rileggere e mi ricorda tante cose che ho visto e vissuto in valle.

Per finire un appello: siamo seri e spostiamo lo sguardo un pochino oltre l'ombelico. Grazie!

Risposta di Fausto 01:10 - 16/06/13

A Silvia....

Curioso... che nel mare di dubbi da lei sollevati, sia in grado di prendere una posizione tanto netta e certa in merito al mio intervento.

Intervento, tra l'altro, espressamente diretto a Davide Galli e dichiaratamente non inerente all'argomento proposto.

Da alcuni suoi passaggi si evidenzia una rara capacità di assumere una posizione netta senza avere la minima conoscenza pregressa di ciò che è avvenuto in valle negli ultimi 15 anni, poco male non mi tocca più di tanto fino a quando non mi chiama in causa.

Per quanto mi riguarda è liberissima di proseguire le sue elucubrazioni attenendosi alla semplice indicazione già fornita al Galli:

"si mantenga un interlocutore che ha partecipato a questa discussione".

Non me ne voglia ma non le darò più risposta, perchè provo abbastanza ribrezzo a partecipare ad un post così poco permeato di verità ed imbibito di ipocrisia.

Se la può consolare, sono certo della sua buona fede.

Saluti
Fausto

Risposta di Manuela S. 14:32 - 17/06/13

Fausto sei sicuro di non capirti solo tu quando scrivi? Che viaggi ti fai? Anch'io ho provato a rileggere i tuoi interventi e non si capisce niente di niente. O siamo rimbambiti tutti oppure sei come minimo criptico. Sicuro di non saltare qualche passaggio logico di troppo?
Una modalità che, in buona fede, mi fa decisamente innervosire.

Risposta di Fausto 16:43 - 17/06/13

Scusa ma cosa c'è di difficile da capire in questa mia frase:

"Intervento, tra l'altro, espressamente diretto a Davide Galli e dichiaratamente non inerente all'argomento proposto."

Non CAPISCO io cosa avresti da CAPIRE!!!

Non mi sono rivolto ne a Te ne a Silvia e tanto meno ad altri.

Ho solo invitato chi di dovere a rimanere entro i limiti di un ragionamento propositivo perchè stava andando in maniera improvvida e fuori luogo a cercarsi del freddo nel letto, esattamente fuori luogo tanto quanto l'affermazione da lui contestata a Signorini.

Lui mi ha dato la sua risposta (basata sulle sue convinzioni in cui lo lascio tranquillamente), ho tratto le mie conclusioni e la faccenda è finita li.

Perciò mi scuso con i lettori per la mia piccola digressione, ma ho ritenuto doveroso, dopo innumerevoli interventi provocatori, fatti in più circostanze e per mezzo di vari media, rivolgendosi alle persone che non acclamano le sue iniziative osannandolo come il salvatore della patria, avvisare che il vaso è colmo, e se lui veramente vuole avere un atteggiamento propositivo è inutile che insista con questo spirito di rivalsa nei confronti di contesta le sue prese di posizione. Si dice che il miglior modo per mettere a tacere i contestatori sia sul campo, ad oggi, escludendo i proclami della stampa locale non credo che ciò si possa affermare, ma spero per lui e per tutti che il tempo gli sia amico.

Esiste un punto di vista diametralmente opposto al suo in tutte le iniziative che sta portando avanti e, come ho specificato, se non sono intervenuto è semplicemente per i due motivi indicati.

Ma sarei pronto, se solo lo ritenessi proficuo, controbattere, come ho già fatto, ogni singola affermazione da lui fatta.

Però non ne ho assolutamente intenzione, anche perché, come potete ben vedere, se eliminate le scaramucce, le vostre incluse, coloro che contribuiscono all'arricchimento di questo post, signorine incluse, sono pressoché nulle. Chiedersi come mai sarebbe già un buon punto di partenza. Ma sinceramente di tempo da perdere non ne ho.

Ti dico sinceramente che mi lascia un pò interdetto il fatto che ti sia presa la briga di capire…

Scusa ma a quale pro? Vuoi veramente capire di cosa stiamo parlando ed approfondire il motivo per il quale ritengo assurdo questa iniziativa?

Te l'ho detto, invece di approfondire su di me, approfondisci la storia della Valle degli ultimi vent'anni e leggi queste righe considerando a chi o a cosa ci si vorrebbe rimettere in mano. Non si tratta di invidie o gelosie (di cosa poi lo devo ancora capire!!!) ma di BUON SENSO.

Ho assistito personalmente e direttamente a troppe iniziative, come questa, messe in piedi solo per mantenere accesi i riflettori e poter mantenere alto il proprio indice di notorietà.

Spiacente, io non credo più nelle favole, ma è giusto che chi ne ha voglia si lasci incantare.

Comunque poco mi importa, mi auguro che ci sia un grande successo, ne godremo tutti.

Mi fa sorridere il solo pensiero di quando al Vostro posto c'ero io, in perfetta buona fede come voi.

Dai non vi arrabbiate, io con Galli ho chiarito, o meglio, se anche lui non ha capito, io glie l'ho detto.

Contribuite voi ed alla fine non vi farò mancare il mio applauso.
ciao
Fausto

 
Risposta di Federica G. 22:13 - 18/06/13

Buona sera, ho guardato la vostra trasmissione e l'ho trovata interessante per avere notizie fresche sulla nostra realtà.
Non sono riuscita a capire chi erano i partecipanti e mansioni, sarebbe possibile averli? Vi ringrazio per la cortesia

 
Risposta di Giorgio Bracchi 09:01 - 19/06/13

Complimenti a Mauro Delgrosso per il dibattito in diretta TV di ieri sera.
Interventi interessanti e pertinenti.
Appropriata, ottima conduzione.
Giorgio Bracchi

 
Risposta di Maverik 09:10 - 19/06/13

E' possibile avere un link dove rivedere la trasmissione???

Grazie

Risposta di Mauro 15:13 - 19/06/13

Ecco il link alla registrazione integrale della trasmissione:

http://youtu.be/zOKfAXd_QR0

 
Risposta di Fiorella 09:29 - 19/06/13

A chi non ha lavoro non importa assolutamente niente della cassa integrazione vogliamo un lavoro sicuro e dai sindacati vogliamo chiarezza e poche balle

 
Grazie per aver visitato Forumvaltaro.it - Rimani aggiornato per i prossimi argomenti, iscriviti alla newsletter.
Le fotografie e i testi presenti nel Forum - Copyright © 2006/2018