INCONTRO PUBBLICO SUL TEMA

"L ‘ORGANIZZAZIONE DELLE ATTIVITA’ SANITARIE OSPEDALIERE E TERRITORIALE DEL DISTRETTO VALLI TARO E CENO"

Martedì 8 ottobre 2013 alle ore 18.00, presso la Casa del Volontariato di Bedonia

Saranno presenti in qualità di relatori:

- Massimo Fabi
Direttore Generale Azienda Unità Sanitaria Locale di Parma

- Ettore Brianti
Direttore Sanitario Azienda Unità Sanitaria Locale di Parma

- Giuseppina Frattini
Direttore Distretto “Valli Taro e Ceno” dell’ Azienda Unità Sanitaria Locale di Parma

Parteciperanno ai lavori i Consigli Comunali di Albareto – Berceto – Borgo Val di Taro – Compiano – Tornolo – Valmozzola

Risposta di Main the gap 12:46 - 04/10/13

Mi sembra che ci sia ben poco da discutere, solo perdite di tempo e noia pubblica... inutile chiudere la stalla, quando i buoi sono fuggiti. Erano altri i tempi, i luoghi e i metodi in cui "guerreggiare" e raggiungere un accordo sui servizi. Sono almeno 5 anni che tutto il sistema sanitario non è più gestito e indirizzato dalle amministrazioni locali, che insistono solo a farsi la guerra tra poveri, tutti arroccati su campanili sempre più traballanti (vedi l'esempio lampante delle feste fungaiole doppione oppure gli uffici turistici che si intralciano o applicano censure sulle attività dei vicini di casa), su difese d'uffcio di posizioni di rendita vecchie di mezzo secolo.
Si doveva pensare al ringiovanimento dei medici di peso, specializzare il polo sanitario in poche cose ma ben definite, capire le esigenze di una popolazione sempre più vecchia, di nuove forme di socialità, di servizi veramente utili. E invece no! Bisogna tenere aperto tutto, anche se lo facciamo male, per accontentare tutti, senza esclusione per nessuno, anche quelli che potevano lavorare a Parma. Nella patria del fungo non ci sono più micologi locali, nel mondo dei vecchi non c'è un geriatra residente, il pronto soccorso è tutto da capire (ma l'eliporto, funziona sempre?). Ora, invece, si rischia di perdere tutto, vista l'età media dei primari, visto il peso politico dell'alta Val Taro che è pressochè nullo, anzi, negativo.
In tempo di crisi, sono sempre i più deboli, quelli con pochi numeri da portare sui tavoli di trattativa, a soccombere: facciamocene una ragione, siamo pochi, mal organizzati e disuniti. Inziamo ad abituarci ai tagli e alle "razionalizzazioni". PS: Berni Carlo ha iniziato la campagna elettorale, partendo dalla sanità.

 
Risposta di Carlo Berni 10:21 - 05/10/13

Caro Main the gap,
si può essere d'accordo su alcune cose del precedente post, ma non lo sono quando dice che ormai è finita e tanto vale fare qualcosa. Perchè allora diventano inutili pure le discussioni o le critiche.
Il momento non è difficile solo per le nostre valli, lo è per tutti i territori italiani. Ma alcuni di questi lottano e cercano di ridisegnare i loro futuri con una progettualità diversa. E alcune persone "positive" che lavorano in tale direzione nei nostri paesi ci sono.

Sulla sanità è forse l'unico settore dove il campanilismo non l'ho mai sentito, forse solo un pò di contrapposizione negli anni passati tra Alta e Bassa valle. Se poi non ci sono medici residenti, credo che sia l'ultima cosa di cui si possono accusare gli amministratori locali. Non sono certamente loro ad indirizzare i giovani nei loro studi e tale affermazione la si potrebbe riportare in altri settori (quanti sono gli insegnanti che vengono da fuori vallata?). E poi i concorsi pubblici esistono sempre.

L'incontro di martedi è stato voluto dall'Azienda USL a Bedonia, come anche in altri 2 comuni del distretto, a seguito di una decisione presa dai Sindaci nel Comitato.Si è scelta Bedonia, anche perchè è partita da non molto tempo la Casa della Salute ed è l'occasione per presentare sia il lavoro fatto che la nuova progettualità e la stessa cosa avverrà per Berceto. E proprio questo nuovo servizio, con i medici di base ed il pediatra che lavorano insieme, sta dando interessanti risultati ai cittadini. E credo che martedi i presenti lo potranno valutare. Chi ha purtroppo malati in famiglia lo ha già potuto verificare.

Mi dispiace che tale incontro sia per "Main the gap" solo un occasione elettorale, sarebbe opportuno che fosse presente per darsi risposta a tutte le sue domande, anche se per gli argomenti esposti non mi sembra estraneo all'ambiente amministrativo o sanitario.

PS. su altri argomenti è difficile la discussione perchè è troppo il gap tra chi si firma e chi no.

Risposta di Main the Gap 21:08 - 13/10/13

Carissimo Sindaco Berni, ma è vero che sta cercando di ottenere (non so con quale faccia, dopo un quinquennio della sua proverbiale politica isolazionista), dai suoi colleghi sindaci del comprensorio, la cessione di una serie di "posti letto" convenzionati delle loro case protette per salvare la struttura totalmente privata di Bedonia?
Togliendone uno a Borgotaro (pubblico), uno ad Albareto (pubblico), uno a Compiano (pubblico), uno qui, uno là, risolverebbe una serie di "piccoli" problemi che affliggono la struttura: questo anche dopo il tentativo, forse andato poco bene, di farsi aiutare dall'ASP (Azienda Servizi alla Persona, 100% pubblica).
Verità o falsità di qualche suo collega? Ci tolga questo dubbio: così capiremo finalmente di che pasta sono fatti e se rispondono ai loro elettori, oppure alle logiche di un partito.
Alla prossima, sempre senza rancore: si ricordi che di fare il sindaco, non le è stato imposto dal medico.

PS: la campagna elettorale è iniziata, se ne faccia una ragione... la gente parla, parla tanto.

 
Risposta di Via Cassio 21:33 - 09/10/13

Ha ragione Moleberti è tutta una manfrina per ridurre servizi e un domani chiudere l' ospedale Santa Maria per scarsa inattivita'

 
Risposta di Remo Ponzini 11:30 - 15/10/13

Egregio signor Main the Gap,

La sto seguendo con una forte curiosità sin da quando si è presentato con quel suo singolare nickname. Non esprimo giudizi sulle sue considerazioni che si possono condividere o meno ma ciò non toglie che ci siano dei contenuti di peso in quello che afferma.
Ho avuto l'impressione che Lei conosca molto bene la situazione della nostra montagna e che quindi ne faccia parte anche se non so in quale ambito.

Indubbiamente i suoi interventi sono intrisi di aspetti critici che investono diverse connotazioni delle nostra situazione economica, sociale ed amministrativa. In un contesto pubblico come il nostro questi raffronti/scontri è giusto che trovino spazio perchè ci possono aiutare a comprendere ed anche a risolvere le problematiche, spesso complesse, che stiamo vivendo.

Però, affinchè la sua azione sia valida e costruttiva, è necessario che esca dall'anonimato in cui si è rifugiato. Ritengo che quando si affrontano argomentazioni affondando il coltello, ognuno si debba, doverosamente, assumere le proprie responsabilità. Compia questo passo e sarà ritenuto più credibile e più meritevole della nostra attenzione.

Risposta di Main the Gap 13:07 - 15/10/13

Carissimo Remo, la leggo sempre con piacere; di Lei, mi piace moltissimo l'entusiasmo che mette nei suoi discorsi. A volte, però, pecca di semplicità di analisi, di conclusione. Però, in buona fede! Quindi, Le si può perdonare (mi consenta questo verbo!) di tutto.
Mi permetta di mantenere, almeno per qualche settimana ancora, l'anonimato. Non è per codardia o per paura di ritorsioni da parte di qualche vigliacco politico locale (devo però dire che la gente fa bene ad aver paura di certi soggetti vendicativi, senza scrupoli e privi di dignità, subdoli come pochi; ne ho conosciuti moltissimi, nella mia professione). Vorrei cercare di esprimere delle idee e delle riflessioni allo stato puro, prive di una connotazione personale, prive di inquinamento soggettivo. Cerchi di capire. Io mi sforzerò di non scendere mai sul personale, riflettendo solo su attività e non su caratteri; su conseguenze e non su idee. Sul concreto, troppo spesso, si ragiona astrattamente, si mette da parte la realtà, l'evidenza, purtroppo per opera di parole di abili e navigati mentitori; ci si accontenta di illusioni (pensi a quante contrapposizioni ideologiche fasulle siamo stati costretti ad assistere, a subire!). Sto cercando di aprire gli occhi, insieme ad altre persone. Non so se ci riuscirò. Ci tento.

Risposta di Remo Ponzini 13:58 - 15/10/13

Egregio Main the Gap,

la ringrazio della risposta molto sollecita e prendo atto anche delle sue critiche che accetto con consapevolezza perchè sono convintissimo di non possedere le capacità di proporre soluzioni alle enormi problematiche che ci affliggono. Penso che nessuno possegga ricette miracolistiche e men che meno io che non ho santi che mi proteggono.

Ecco il motivo per cui sono sempre interessato agli scambi di pareri ed opinioni con tutti quelli che hanno qualcosa da esprimere e da dibattere. I confronti, spesso, li cerco con persone che hanno visioni opposte alle mie perchè mi consentono di trarne spunti che mi fanno riflettere ed, a volte, di condividerle.

Infatti ho notato da tempo, al pari di Lei, che la gente ha timore ad esprimersi apertamente. Paure di rivalsa, paure di doverne pagare il fio. Ed allora si maligna o si calunnia alle spalle e si diventa ipocriti quando ci si raffronta direttamente. Viviamo in una democrazia fasulla, dove l'omertà impera al pari di certi paesi mafiosi dove la connivenza va praticata per sopravvivere.

Mi sta bene che voglia mantenere l'anonimato per qualche settimana.
In fondo questa è una promessa di manifestare la sua identità.
A presto

Risposta di Fausto 18:50 - 19/10/13

"si mette da parte la realtà, l'evidenza, purtroppo per opera di parole di abili e navigati mentitori"

Suggerisco un semplice link: http://it.wikipedia.org/wiki/Dissonanza_cognitiva

Main in the Cic sta arrivando il tuo turno, dovrai ricorrere a tutti gli elementi sopracitati per saltarci fuori.

Per far le pulci in casa altrui la tua deve essere molto linda, sicuro che la sia?

Ps. ricordo che qualcuno poco tempo fa sollevò delle critiche sull'anonimato in questo forum, stesso problema di cui sopra?

A presto.

Risposta di Main The GAP 19:46 - 19/10/13

Un vero peccato, questo atteggiamento poco comprensibile e per niente utile ad un tentativo di capire e approfondire, almeno dal mio punto di vista. Si percepisce che qualcosa La disturba. In fondo i Suoi spunti spesso sono interessanti. Mi consenta, magari un po' cervellotici, ma sempre con una loro logocità. Peccato.

Risposta di Fausto 13:09 - 20/10/13

E' inutile incensare per depistare, se per lei non è un problema si qualifichi.

Sa, per moralizzare, come le ho detto, è importante capire con chi si interloquisce.

Proprio l'altro giorno ho sentito un accenno di critica nei confronti di un "decentramento" verso la bassa di qualche Ente.

Peccato che chi proponesse tale eccezione fosse proprio strettamente connesso con una decentralizzazione fatta precedentemente e dalla quale lo stesso trae notevoli vantaggi.

Perciò, magari, si metta nei panni di chi lavora (ci provi non è un concetto difficile) in una struttura a Bedonia che rischia di dover chiudere per le ragioni indicate.

Berni o non Berni mi sembra importante mantenere in vita quel poco che c'è rimasto.

Il suo è proprio un attacco diretto e senza veli al politico. Le ha fatto qualche sgambetto?

Chi legge, positiva o negativa, avrà un'opinione su di me, la faccia esprimere anche su di lei.

Dopo di che potranno valutare se le valutazioni sono frutto di uno sgambetto personale oppure di una reale logica costruttiva.

Attendesi firma,
Grazie

Risposta di Mai The GAP 17:59 - 20/10/13

Fausto si metta nei panni dei familiari degli ospiti, paganti. Ci rifletta, pensi anche al fatto che a Borgotaro non ci sono posti vacanti, cosí come a Compiano (che é a 3 km da Bedonia). Si chieda come mai? Siccome é intelligente, non serve insistere. L'anonimato lo conserveró fino almeno fino a quando non saranno sciolte le riserve sulle liste elettorali. A tal proposito, vista la sua esperienza personale, a mio vedere non del tutto positiva ( la voltagabbanata di cu fu vittima non é certo una bella pagina politica) non pensa che sia corretto che gli elettori conoscano con anticipo liste, capolista e candidati? E, ovviamente, programmi? Non é troppo comodo fare tutto in "emergenza"?

Risposta di Fausto 20:50 - 20/10/13

Io non ho voltagabbanato nulla. Ho operato per proporre una lista di Centro Destra unita come non la era da anni (ed il motivo c'era e c'è tutt'ora). I fatti mi hanno dato ampiamente ragione. Le devo ricordare che fine hanno fatto gli autori della pagliacciata cui ho assistito personalmente? Io mi sono candidato alle 2 di notte per poter consentire di presentare una lista e dare modo alle persone che si erano impegnate di poter dire la loro. Questo è accaduto, hanno avuto la possibilità di poter denunciare un accordo sotto banco. (Chiusa la mia parentesi che per questi motivi ritengo un grandissimo successo).

Resta il fatto che tutti coloro che leggono hanno capito chi si cela dietro alla tua identità FALSA (nel senso che hai sparato sugli anonimi e poi ti presenti sotto tale forma).

Pertanto puoi trovare tutte le scuse del mondo, come sei solito fare anche di fronte alle evidenze più assolute fino al punto di autoconvincerti, ma finirà che non ci metterai il nome, sperando che nel frattempo la gente si dimentichi delle tue uscite.

Non ce lo puoi mettere semplicemente perché tutte le tue considerazioni sarebbero viste sotto la solita ottica, l'uso dei canali di comunicazione per scopi e vendette personali.

Ripeto la domanda, Berni ostacola o ha ostacolato un tuo interesse personale? Quale? Per nome e per conto di chi parli?

C'è sempre un perché dietro ogni singolo intervento. Vuoi fare davvero chiarezza, mettici il nome ed il cognome così noi "lettori" potremo davvero schiarirci le idee.

Ma qui te lo dico con la massima certezza… tu non lo metterai il tuo nome perché altrimenti tutti capirebbero di che pasta è fatto il moralizzatore e si scoprirebbe il trucco dei quaderni di bella e dei quaderni di brutta che va avanti da un ventennio.

A te non interessa la verità, ti interessa solo buttare un siluro in c…o a chi è stato nominato… VOGLIO SOLO CAPIRE IL PERCHE', dopo se vuoi ricominciamo a rientrare nel merito del discorso (però almeno sapremo chi è il mandante).

Ps. ovviamente io ipotizzo la tua identità, ma potrei anche sbagliare (hihihi).

Ciao
Fausto (come detto di me si sa molto, ora parlaci di te… dimostra per una volta di essere uomo)

Risposta di Mai The GAP 21:54 - 21/10/13

Fausto, guardi che io sostengo " che Lei é stato vittima di una voltagabbanata, non che Lei ha fatto il voltagabbana". Mi scuso se ha frainteso, ma intendevo proprio quello che ha detto. La sua storia politica personale é priva di ombre, almeno secondo il mio parere. Tanto dovevo. Mi permetto di insistere: io non voglio moralizzare o fare il moralizzatore (ci mancherebbe, chi é senza peccato scagli la prima pietra), vorrei solo far riflettere le persone, per evitare di essere presi in giro un massa. Meglio che non si sappia troppo chi sono, qualcuno, in ambiente pubblico, potrebbe smettere di "confessarsi", facendo perdere preziosi spunti. Tutto qui. Abbia pazienza, collabori alla scoperta della verità, invece di scervellarsi in ipotesi.

Risposta di Fausto 11:35 - 22/10/13

Non avevo dubbi...

 
Grazie per aver visitato Forumvaltaro.it - Rimani aggiornato per i prossimi argomenti, iscriviti alla newsletter.
Le fotografie e i testi presenti nel Forum - Copyright © 2006/2018