Vi riporto alcuni brani dell’articolo pubblicato sulla Gazzetta di Parma Mercoledi 28 aprile 1976 :
“Voto unanime per Borgotaro sede della Comunità Montana. Bardi 27 aprile. Il consiglio della Comunità montana delle valli del Taro e del Ceno che raggruppa i comuni di Albareto, Bardi, Bedonia, Berceto, Bore, Borgotaro, Compiano, Fornovo, Pellegrino, Solignano, Terenzo, Tornolo, Valmozzola, Varano Melegari e Varsi, si è riunito sabato pomeriggio in una sala del castello di Bardi con la partecipazione dei rappresentanti di tutti i comuni interessati…….Fra gli argomenti all’ordine del giorno spiccava per importanza l’esame dello statuto della Comunità montana stessa……Lo statuto è stato approvato all’unanimità…….La vasta maggioranza aveva gia determinato in Borgotaro la sede della Comunità…..una deliberazione unanime. Secondo lo statuto la Comunità montana deve favorire e promuovere la partecipazione popolare nonché il concorso delle organizzazioni democratiche rappresentative al processo di formazione del piano di sviluppo economico-sociale, dei programmi stralcio annuali, del piano urbanistico – piano territoriale di coordinamento, del bilancio e degli atti di interesse generale….Per accelerare lo svolgimento delle varie attività in programma, un gruppo di lavoro, unitamente al presidente provvisorio Guido Gonzi, provvederà alla individuazione a Borgotaro dei locali da destinare a uffici della Comunità montana. Caratteristica importante dei lavori tenutasi a Bardi è fornita dall’espressione di una volontà unitaria dei vari gruppi per l’approvazione unanime dello statuto……”.

Grazie per aver visitato Forumvaltaro.it - Rimani aggiornato per i prossimi argomenti, iscriviti alla newsletter.
Le fotografie e i testi presenti nel Forum - Copyright © 2006/2018