L'argomento è attualissimo e coinvolge sopratutto l'Europa e gli Stati Uniti:

Ecco i titoli di alcuni giornali :

SARKOZY : Dispone il rimpatrio dei ROM. Entro il 26 AGOSTO saranno 371 quelli ESPULSI dalla Francia. Chiusi 51 campi ritenuti illegali.

OBAMA :   Il Presidente più  "liberal" degli USA è stato più severo di BUSH ; retate di clandestini; ne rimpatria 265mila. Così dichiara in una intervista Janet Napolitano (ministro Interni USA) su Newsweek e sul settimanale italiano L'Espresso.

MARONI :  Giusto espellerli: Saremo più severi di Sarkozy.

Tutti i giornali e le TV ne parlano. E come al solito nascono le solite contrapposizioni destra/sinistra. Ed il ns. Ministro degli Interni dichiara quanto segue al Corriere delle Sera :

" A  settembre, non a caso a Parigi, durante la riunione dei Ministri degli Interni dei ventisette paesi dell’Unione sarà affrontato il problema, ha affermato oggi al maggior quotidiano italiano Roberto Maroni che ha aggiunto come l’Italia intenda pretendere dalla Commissione europea l’introduzione del concetto di clandestinità del comunitario in maniera del tutto analoga a quanto succede per gli extra- comunitari e quindi con i previsti risvolti penali. “Il clandestino comunitario deve essere espulso come qualsiasi extra- comunitario, anche solamente per il fatto di aver violato le norme amministrative dello Stato in cui si trova” ha sottolineato il ministro leghista che è stato comunque bene attento a non pronunciare mai, di propria iniziativa, qualsiasi riferimento ai Rom ed alla Romania. "

Personalmente condivido appieno il pensiero di Maroni. Ritornerò sulla questione se l'argomento troverà interesse nei ns. soliti interlocutori.

Remo Ponzini.

Risposta di Marco Meroni 11:23 - 23/08/10

Io sono a favore comunque all'espulsione dei clandestini, solo che mi domando perché quando si muove l'Italia si scatena il putiferio nell'unione europea, quando invece lo fa la Francia (in modo peggiore del nostro) nessuno protesta.

Risposta di Remo Ponzini 14:36 - 23/08/10

E' proprio così caro Marco.
Quando Zapatero fece sparare ai clandestini aggrappati alla rete metallica (con 5 morti e centinai di feriti) ben pochi si indignarono.
Erano i tempi di " W Zapatero " e quindi era un idolo intoccabile.

Ora che Obama fa retate di centinaia di migliaia di clandestini, rimpatriandoli immediatamente, tutto veleggia nella norma e nella legalità.

Se lo fa Sarkozy già si sente qualche cicaleccio di timida protesta ma nulla più.

Se invece lo fa il Berlusca ed il Maroni si scatena un pandemonio infinito dove i nomignoli più confortevoli sono : fascisti e razzisti.

E non son certo mancati i rimbrotti del Vaticano. Il Papa ha pronunciato la sua reprimenda all'insegna del solito, ormai logoro,  " vogliamoci bene ". Nel suo mirato messaggio ha detto testualmente: " I testi liturgici di oggi ci ripetono che tutti gli uomini sono chiamati alla salvezza. E' questo anche un invito a saper accogliere le legittimi diversità umane. "
Forse dimentica che lo Stato di cui è capo è il più ricco del mondo e questo senza considerare i beni culturali di cui dispone che hanno valutazioni sterminate ed incalcolabili . E forse ha pure dimenticato che, dentro le mura del suo stato, nessuno ha mai visto circolare un rom o un extra- comunitario.  Eppure, se non ricordo male, quel signore che morì sulla croce disse un giorno ai suoi discepoli : è più facile che un cammello passi per la cruna di un ago che un ricco entri nel regno dei cieli. Mi sembra che una rilettura sarebbe opportuna.

Remo Ponzini.

 
Risposta di Marco 18:00 - 24/08/10

Giusto!!! Abbiamo già abbastanza delinquenti italiani che in un modo o nell'altro dobbiamo mantenere a nostre spese, non vedo il motivo per dover mantenere anche gli stranieri che vengono in Italia solo per rubare. E non ditemi che è per necessità perchè allora facciamo di tutta l'erba un fascio, mandiamoli a casa loro e teniamo solo chi ha voglia di lavorare e fare una famiglia.

 
Grazie per aver visitato Forumvaltaro.it - Rimani aggiornato per i prossimi argomenti, iscriviti alla newsletter.
Le fotografie e i testi presenti nel Forum - Copyright © 2006/2018