Grossi blocchi di cemento leggermente spostati dalla piena di Martedì dalla discarica abusiva nel Rio Bastardo verso valle in direzione dei ponti.
Grazie a Dio, non hanno creato danno perché potenzialmente potevano trasformarsi in “tappi” e causare chissà quali altri disastri oltre quello già avvenuto dell'inondazione della galleria le Predelle.
Il Sindaco di Borgotaro (che è la più alta autorità ambientale territoriale deputata alla salvaguardia della salute pubblica) era a conoscenza del pericolo da tanti mesi e non ha fatto nulla seppur i nostri solleciti arrivavano frequenti via mail conditi di documentazione fotografica ed in "CC" all'emittente televisiva RTA Videotaro. Un vero disastro che va avanti da tempo e che deve essere tra le priorità del Sindaco, senza possibilità di scampo.
Serve intervento secco, indifferibile e preciso da attuare, soprattutto in considerazione della imminente stagione invernale.
Oppure (e forse è meglio) le dimissioni.
---------------------------------------------------------------------------------------------------------
Il Sindaco Diego Rossi risponde ad una intervista di Videotaro che "La discarica non cè"

Risposta di Noemi 10:36 - 11/11/14

il sindaco ha visitato il canale dopo la piena, ecco che molte sporcizie non li ha visti. ma il prefabbricato? ma...

 
Risposta di Zappa 14:17 - 12/11/14

La rabbia qui è nell'aria e anche nell'acqua che continua a piovere, si respira a pelle nelle frazioni allagate. Ne hanno ascoltate troppe di scuse gli abitanti di queste zone ormai colpite una volta l'anno, afflitte da un'emergenza perenne. Stavolta non convincono le promesse del Sindaco Diego Rossi. Irritante e nauseante il suo intervento mandato in onda ieri dalla televisione locale; «qui non ci sono discariche ne aperte ne chiuse, i rifiuti abbandonati? Faremo i dovuti controlli» dichiarava dopo la piena avvenuta e davanti allo “spettacolo” di rifiuti abbandonati in quella terra di nessuno che più che “di nessuno” sembrerebbe essere degli “amici” ai quali è stato permesso di tutto, dalla escavazione di amianto in quantitativi enormi fino a mangiare mezzo monte, alla distruzione di strade pubbliche.
Basterebbe leggere l’esposto che i cittadini di Gorro hanno depositato in Procura per capire il messaggio di rabbia di questi giorni. Il messaggio è chiaro, i destinatari pure: la classe politica, tutta di sinistra, che da tanti anni governa Borgotaro che va da Ferrari all’ultimo fenomeno di Rossi.

Risposta di Giano 11:36 - 13/11/14

Gli abitanti di Gorro si stanno giustamente lamentando perché la qualità della rappresentazione non è commisurata al prezzo del biglietto. Ma dovrebbero saperlo come funzionano le compagnie teatrali: quando mancando i soldi, inevitabilmente si finisce per risparmiare sugli "attori", sulle "scenografie", e persino sulle "salamelle" vendute all'intervallo.

Il credere che sindaci, giunte provinciali e regionali "de' sinistra", che si sono succedute fossero diversi per "qualità" o "moralità" dall'altra parte politica (o dai vari Landi e Farnese che prima di loro hanno avuto il potere) è solo una pia illusione.

"Poche persone vogliono davvero la libertà, la maggior parte si accontenta di un padrone giusto."

Risposta di Paolo Magnani 16:04 - 13/11/14

Vero, però qui si tratta solamente di levare dei blocchi di cemento da un canale prima che diventino pericolosi. Ho invitato Sindaco e tv così li porto la davanti che magari li vedono... ma mi sa che....

 
Grazie per aver visitato Forumvaltaro.it - Rimani aggiornato per i prossimi argomenti, iscriviti alla newsletter.
Le fotografie e i testi presenti nel Forum - Copyright © 2006/2018