Stanno nascendo nuove patologie professionali, ma non solo, derivanti dalla necessità sempre maggiore di utilizzare le nuove strumentazioni tecnologiche:

PC - Cellulari - Notebook - Ebook.

Le patologie sono le più disparate e possono essere temporanee o croniche.

Secondo voi la popolazione quanto è preparata e sensibilizzata?

Sento di un sacco di persone che soffrono di "mal di mouse", di infiammazioni ai tendini per troppi "sms" gente afflitta dalla cervicalgia (io sono tra quelli), calo inarrestabile della vista, attacchi di panico ecc...

Voi che accortezze utilizzate? E quali rimedi nel caso?

Ciao

 

Risposta di Gigi Cavalli 23:50 - 27/12/10

Per fortuna non sono stato apparentemente coinvolto dalla tecnologia, fisicamente parlando. Ti posso solo dire che i vari acciacchi, ovvero spalle, cervicale e vista, non credo siano tanto dovuti all'evoluzione dell'informatica quanto all'eta che avanza, quella sì...

Risposta di Fausto 01:19 - 28/12/10

Beh, ovviamente io ho condito il tutto con un paio di annetti di attività fisica ridotta...

Però gioronzolando ho scoperto che un sacco di persone sono "affette" da questo tipo di disturbi.

Anche chi guida molto, tipo gli autisti, ne sono affetti.

E... per quanto riguarda le fasce di età ne ho trovati dai 22-23 in su... perciò non penso sia solo quello ad incidere ;)

Anche se io comincio ad essere "in su su"!!!

E poi sai che mi ha detto il dottore??? che il rimedio sarebbe il nuoto!!! Speravo di venire a Bedonia a farmi due vasche... ma di piscina ancora non se ne vede manco l'ombra!

 

 

 

 

Risposta di Farina 09:36 - 28/12/10

Insonnia no???

Risposta di valebd 23:18 - 28/12/10

includi nella new tech anche la "moda" delle lavagne interattive nelle scuole, molte scuole di primo grado, ma anche alla secondaria superiore ne hanno parecchie, stanno pian piano dilagando. Molto comode perchè permettono di interagire durante le lezioni ma per gli occhi sono un disastro!

Risposta di Fausto 00:27 - 29/12/10

ah cavolo, è vero... ora che mi ci fai pensare se sommiamo questa tua considerazione al fatto che era stato proposto poco tempo fa, sostituzione dei chili di libri con e-book, arriviamo alla non felice conclusione che i nostri figli prima di spararsi la tradizionale televisione avranno già passato almeno 7-8 ore puntando un monitor.

La mia paura è che solo tra qualche anno scopriremo veramente quali danni irreversibili ci porta il nuovo stile di vita.

Per ora vediamo il lato positivo e luccicante della medaglia, ma tra un pò di tempo potremmo trovarci di fronte a spiacevolissime sorprese.

Per questo mi chiedo se veramente siamo pronti e soprattutto preparati per fronteggiare sedute così lunghe.

Se al tutto si associa una notevole sedentarietà! Il cerchio si chiude.

Il mio oculista alla domanda... ma non si doveva assestare la miopia intorno ai 25 anni mi ha risposto in tutta sincerità... si, l'affermazione era plausibile quando la gente non passava ore ed ore di fronte ad un monitor. Ma ora è normale che continui a diminuire... AZZ!!!

Mo stacco che anche oggi mi sono fatto na full immersion!

Ciao

Risposta di Remo Ponzini 12:28 - 30/12/10

Caro Fausto,
sembra non esistano prove inconfutabili (scientificamente testate) sui danni delle onde elettromagnetiche del cellulare. Se ne discute da anni ma ancora non abbiamo certezze assolute. E' un argomento che spesso viene affrontato sui giornali e la TV ma le conclusioni non convergono e spesso sono contraddittorie.
Ci sono stati ripetuti allarmi lanciati da fonti anche autorevoli quali agenzie mediche, ricercatori universitari, riviste specializzate ecc..
Quale sarà la verità ?  Ci hanno occultato dei pericoli reali?  Ci sono stati degli allarmismi eccessivi ?

Ma gli interrogativi che ti sei posto e che si hai ... sottoposto riguardano tutta la tecnologia elettronica ed in particolar modo il PC.
Anche in questo campo si sono dette e scritte innumerevoli "verità" che hanno creato solo sconcerto.
Ed allora che possono fare gli utenti per proteggersi da queste radiazioni che benigne non sono ???

Visto che non abbiamo certezze ma, in compenso, tanti dubbi non ci resta che adottare quelle cautele che sono state consigliate negli anni dai mass-media.
Provo a descriverne qualcuna :

1) CELLULARE: tenerlo lontano dal cuore, dagli organi riproduttivi, anche dall'orecchio privilegiando il viva voce (non lo faccio mai), limitarne l'uso ecc..

2) COMPUTER : postura corretta, sedia ergonomica, il capo sempre eretto, monitor a debita distanza, scrivania bassa che permetta al braccio ed alla mano di muovere accuratamente il mouse, uso limitato all'indispensabile, piccole pause rilassanti  ecc..

Ho trovato sul web questa intervista con il dott.  Vogel che mi è parsa molto utile :

http://infomania.over-blog.it/article-30947199.html .

Ciao a tutti.

 
Risposta di Barbara Cavalli 21:48 - 30/12/10

Ah le nuove tecnologie! Gioie e dolori dei tempi moderni!
Io concordo con chi sostiene che non giovano, per alcuni aspetti, alla salute. Infatti posso portare la mia esperienza personale a dimostrazione di questa tesi: in primo luogo posso dire che mio marito, il quale lavora quotidianamente e per l'intera giornata con il computer e conseguenti posture scorrette, ha problemi di schiena ma soprattutto ha dolori e formicolii al braccio destro dovuti alla prensione del mouse; io stessa, dopo aver giocato al nintendo di mia figlia per una ventina di minuti, ho accusato mal di testa e mal di stomaco; infine, lunedì scorso con la mia famiglia siamo andati al cinema 3D, all'uscita ho pensato che mia famiglia avesse la febbre in quanto aveva due occhi rossi e lucidi da far paura. Ho perfino comprato un termometro per rafforzare la mia tesi influenzale. Solo più tardi, dato l'esito negativo, ho pensato ai famigerati occhialini!
Concordo anche con Gigi nel sostenere che l'età che avanza gioca brutti scherzi, ma non da meno lo fanno computer e affini. Perciò attenzione e cerchiamo di rispettare le più elementari norme che ne limitano l'uso e ne arginano i danni. Un saluto a tutti

 
Risposta di Luciano Squeri 10:56 - 31/12/10

Signora Barbara, ci ha parlato anche del 3D e proprio questa mattina ho trovato sul Corriere un articolo dove si parla della console Nintendo DS e delle limitazioni (pericolose) per i bambini:

http://vitadigitale.corriere.it/2010/12/nintendo-3ds-male-occhi-bambini.html .

Risposta di Barbara Cavalli 17:14 - 01/01/11

Gentilissimo signor Luciano, grazie per avermi fornito il link in questione. Farò sicuramente tesoro del consiglio, ma non solo per mia figlia, anche per me stessa che già a vista ho qualche problema. Un saluto ed un augurio di Buon Anno

Risposta di Fausto 01:16 - 02/01/11

Queste problematiche prese sotto gamba possono portare una intera generazione o più... a dover ricorrere in maniera pesante all'ausilio della sanità pubblica.

Io ad esempio oltre a posture certamente non corrette ho sottovalutato un colpo di frusta la sommatoria mi ha portato a soffrire di una compressione delle vertebre cervicali.

Le sintomatologie che ne derivano sono poco piacevoli... e possono arrivare a metterti ko per lunghi periodi.

Da quello che sento in giro chi più e chi meno soffre di questi disturbi, ma sono comunemente accettati solo perchè non sono ancora in una fase acuta...

Per ora non soffro di 3D ma sono già messo male con il 2D!!!

Grazie per la segnalazione, staremo in campana con i figli.

Ciao

Fausto

Risposta di Zeneise 15:36 - 01/02/11

....sinceramente , da informatico dopo 20 anni di uso di apparati informatici , ho un po meno vista , un callo sul dito ed un dito a forma di mouse.  

Ma non credo che siano situazioni peggiori di chi ha lavorato decenni in fabbrica o abbia fatto lavori faticosi. Ovvio che con adeguate posture, posizioni ed utilizzo , queste situazioni possono essere preventivamente gestite.

Probabilmente se avessi usato sempre monitor ad Lcd con la giusta luce non avrei meno vista ,ed assorbito meno radiazioni dai Tubi catodici ,ma non mi era possibile,   sinceramente tutti i lavori provocano acciacchi , quindi ritengo che le tecnologie debbano essere usate con le stesse tutele e cautele di tutti gli attrezzi da lavoro.

 
Grazie per aver visitato Forumvaltaro.it - Rimani aggiornato per i prossimi argomenti, iscriviti alla newsletter.
Le fotografie e i testi presenti nel Forum - Copyright © 2006/2017