(Ho spostato qui la risposta per non "sporcare" lo spazio che giustamente deve rimanere a disposizione delle news provenienti dall'Amministrazione)

Buongiorno compaesano

Era ovviamente uno spunto per dire che gli amministratori (non necessariamente quelli di Bedonia) sono abituati a spendere soldi non loro con molta facilità e con altrettanta facilità sono abituati a lamentarsi per la mancanza di fondi.

Il giorno dopo il crollo del muro del castello di Compiano amministratori pubblici parlavano di un costo di rirpisitino di 350.000 Euro (che poi vedrà come faranno presto a lievitare) ebbene provi lei ad immaginare di dover fare un muro in una sua proprietà della lunghezza di ca. 20 metri per un'altezza di circa 15 (anche se sono di più molto non cambia)... spenderebbe lei 350.000 euro? Il costo per costruire una casa con impianti compresi???

Vorrei che questi amministratori la smettessero di dire che non ci sono i soldi per la carta igienica per poi vederli spedere dove a loro interessa veramente.

Sulla qualità dell'Ing di Bedonia non mi addentro perché non la conosco. A volte per fare una bella cosa non basta la mano di chi disegna ma anche la testa di colui che la commissiona. Però il suo è uno spunto valido.

Cordialmente

Claudio Agazzi

Il testo dell'intervento di "Bedoniese", presente nell'argomento "Comune di Bedonia 2011":

Gentile Agazzi,
passi la brillante idea di eliminare la scaletta di collegamento col Breia, che forse proprio inutile non è, ma non so se è il caso di abusare della firma del tecnico comunale che senz'altro avrà anche altre mansioni.

Basta guardare il bel risultato dell'ampliamento del cimitero di Bedonia, alla destra di quello attuale... va bene che servono dei loculi, ma il nostro cimitero era così bello.............................

Risposta di Fausto 17:02 - 11/01/11

Sei su scherzi a parte.

 
Risposta di Remo Ponzini 16:20 - 12/01/11

Caro Claudio,
la profonda crisi economica in cui viviamo dovrebbe fare riflettere l'intera nazione. Ed i primi a prenderne atto dovrebbero essere proprio i nostri pubblici rappresentanti. Si sperperano risorse ingenti senza alcun ritegno, mangiando e sbafando,  anzichè adoperarsi a risanare ed a gestire con oculatezza le risorse sempre più scarse. Sono considerazioni talmente pacifiche che non dovrebbero neppure essere oggetto di discussione.
Ma avrai notato che, in due righe, sono stato costretto ad usare per ben tre volte il condizionale del verbo " dovere ". Non avevo scelta, si assiste troppo spesso a malversazioni e corruzioni; il buon governo è stato cestinato... forse per sempre. Quello che dovrebbe essere ovvio e scontato è diventato utopico. Anche gli stolti avrebbero capito che un concetto così elementare andrebbe solo recepito e messo in pratica.
Ma le menti fulgide dei nostri "illuminati" parlamentari glissano, fanno i finti tonti, ci turlupinano con vacui ed insulsi giri di parole, ci infinocchiano deliberatamente e quant'altro.
Pensate il peggio ed elevatelo al quadrato; il risultato sarà meno deleterio della cruda realtà.    

Non avevo neppure intenzione di intervenire per non sciorinare le solite ovvietà ma poi mi è venuto in mente di aver letto da qualche parte che per qualsiasi cittadino " il tacere diventa una colpa ed il parlare diventa un obbligo " e quindi, anche per non lasciarti solo a disquisire di un argomento così palesemente calpestato e vituperato, ho deciso di supportarti e di fare l'ennesima disquisizione contro la casta politica.
Tu hai posto l'attenzione sugli sperperi relativi alle consulenze esterne ed hai rimarcato che per evitarle basterebbe avvalersi dei dipendenti già retribuiti allo scopo.
Ma quello che dovrebbe essere NON si verifica quasi mai.
E' uno dai tanti malesseri della nostra italietta tutta da rifondare.
Scusami se ho fatto un panegirico generale anzichè occuparmi del locale ma penso che il discorso sia calzante per ogni dove.
Ciao.
Remo

Risposta di Fausto 21:52 - 12/01/11

Ho letto Remo, ma preferisco pensare ancora che si tratti di un grande scherzo. Alla fine uscirà la bandiera con la scritta che ci avvisa che era tutta una burla.

Però hai detto bene, se taciamo diventiamo complici... epperciò!!! Bene ha fatto Claudio a sollevare il paragone tra l'inflazione che assale il denaro pubblico e quella che invece solleva i denari dei privati.

Noto, tra l'altro e con piacere che questo forum comincia ad ospitare nuovi impavidi.

Ovviamente Claudio io concordo con te... perciò se ti volessi proporre per governare la Roccaforte dei Soviet (Borgotaro) io il mio consenso te lo darei per certo.

Sono convinto che basterebbero due o tre annetti di tua amministrazione per dare un nuovo asset.

Ci vuole gente alla Marchionne che non abbia timore a dare degli asini agli asini!!!

 

 
Risposta di Robby 17:54 - 13/01/11

E la spesa dell'ormai famoso CO.CO.CO. del nostro amministratore borgotarese non è uno spreco? Siamo così sicuri che la Provincia non ne può fare a meno?

 
Risposta di Claudio Agazzi 18:53 - 13/01/11

Grazie Fausto, troppo buono.

Ritengo però che amministrare non sia facile. Anche per chi lo vuole fare con il massimo delle capacità e dell'onestà. Spesso ci si trova davanti ad un apparato burocratico che non dipende dalla politica che è difficile da distruggere.

Certo è che se poi l'Amministratore ci mette del suo... Mi chiedo solo una cosa. Ma voi dareste un'azienda che fattura 2, 4, 20 milioni di euro in mano al primo venuto? Senza avere garanzie che questo sia in grado di amministrare? Senza che vi abbia dimostrato che ha già fatto e bene lo stesso lavoro da altre parti?

Ecco quello che succede è che anche il più incapace amministratore del mondo se ha i voti può dirigere un'azienda da milioni di euro di fatturato come ad esempio un comune.

Non serve neppure la malafede per male amministrare, basta questo. Poi in qualche caso mettiamoci la male fede e il gioco è fatto.

Un'altra cosa: ma un bravo amministratore, capace di condurre aziende così complesse perché mai si dovrebbe rovinare la vita per amministrare la cosa pubblica? Mi sono risposto che è impossibile che lo faccia perché avrebbe più soddisfazioni nel privato e meno grattacapi. Forse qualcuno per spirito societario e umanitario ma pochi.

Io eliminerei sindaci e giunte nei comuni piccoli, a cosa servono? Basta un bravo amministrare, formato, resposabile e obbligato in caso di cattivo andamento e se vogliamo due/tre rappresentanti dei cittadini a controllarlo. Ma mamma mia quante poltrone poi rimarrebbero vuote.

Per robby. Capisco di chi tu stia parlando però sarebbe bene le cose dirle o non dirle. Ho smesso di scrivere sul sito di alicenonlosa perché era un continuo di post come il tuo... allusioni ecc. Chiarezza please.

Volevi parlare di Claudio Barilli? Hai visto che ci vuole poco a fare il nome. Ho letto la polemica ma sinceramente non mi sono interessato all'argomento.

Qualche perplessità posso avercela anche io e allora ti chiedo robby. La prossima volta che scrivi perché non lo citi direttamente e chiedi a lui di venire qui e raccontarci la sua versione così invece di fare un'allusione facciamo un servizio: a te, a noi e anche a Barlilli che avrà il modo di spiegare quello che magari noi non sappiamo.

Cordialmente

Claudio Agazzi

 
Grazie per aver visitato Forumvaltaro.it - Rimani aggiornato per i prossimi argomenti, iscriviti alla newsletter.
Le fotografie e i testi presenti nel Forum - Copyright © 2006/2018