C'era una volta  un genovese che giunse in Valtaro , mezzo genovese e mezzo piemontese, rimase affascinato dai boschi, dai sentieri , dalla vista delle colline ,dai rumori , dalla luce e dai sapori  a tal punto da mettersi a camminare nei boschi del Molinatico fra neve e ghiaccio per ascoltare il bosco.

Il bosco gli rispose donandogli sensazioni e emozioni tali da lasciargli nella mente un forte ricordo.

Il genovese torno' varie volte con la sua compagna ed il suo bimbo piccolo per cercare un rustico con un bosco intorno a Borgotaro, ad un prezzo ragionevole, anche da sistemare, ma con scarsi risultati..

ci vorrebbe un lieto fine ...

Risposta di Federico Rolleri 15:38 - 01/02/11

Se mi contatti a federico.rolleri@tiscali.it , ho qualche indicazione da darti, anche subito.

Federico

Risposta di zeneise 12:18 - 02/02/11

grazie

 
Risposta di zeneise 18:30 - 03/02/11

...nessuno ha qualche suggerimento ?

:-)

 
Risposta di Andrea 14:46 - 04/02/11

Di casette in mezzo al bosco in Valtaro ce ne sono a decine, nonostante tutto il mercato che c'è stato.

Per lavoro ho visto decine di persone con i tuoi desideri, le tue ambizioni, il tuo entusiasmo.

Hanno portato soldi, lavoro, benessere, hanno ripopolato in parte le frazioni.

C'è anche l' altra faccia della medaglia:pochissimi si sono inseriti nel tessuto sociale delle frazioni dove vivono e questo per 3 motivi:

1) Chiusura mentale degli autoctoni

2)Scarsa conoscenza ( e scarsa volonta' di conoscere) di usi, costumi, consuetudini locali.

3)Scarso rispetto di usi, consuetudini, abitudini radicate da decenni.

Hanno ridotto drasticamente la possibilità di ampliamento o di costituzione di attività agricole locali per una serie di fattori (aumento dei prezzi immobiliari, disponibilità economiche maggiori rispetto ai valligiani, maggiore conoscenza di leggi ecc...) con la concausa del rischio di smarrimento di un bagaglio culturale eccezionale (il dialetto ad esempio).

Tutto ciò in buonafede chiaramente.

Ora, io ti auguro di trovare la casetta dei tuoi sogni in Valtaro, di riuscire a trovare la sintonia con il paesaggio e la natura, ma ti invito a non voler fare lo "zeneise" anche qui ma a cercare di comprenderci un pò.

Siamo un pò chiusi, siamo un pò ignoranti, ma a noi ci hanno insegnato così.

Risposta di zeneise 15:37 - 04/02/11

ti ringrazio del pensiero , ma il partecipare come lettore al forum e' comunque  sintomatico della mia curiosita'.

Credo sia un processo naturale comunque l'inserimento e la maggiore apertura a idee nuove, che puo' anche portare giovamento in ambienti e comunita' chiuse. Sicuramente le novita' sono viste male e osteggiate , ma credo che comunque molto dipenda da uno come si propone.

tranquillo.... non piantero' basilico :-)

Risposta di zenesie 16:20 - 13/02/11

...a che punto e' la primavera?

Risposta di zeneise 18:08 - 21/02/11

Incuriosito dai commenti sul forum , a questo punto mi viene da chiedermi ....come si vive in valtaro ? dico in generale ...nella vita di tutti i giorni , che comprende i fabbisogni quotidiani , quali distribuzione alimentare , istruzione , banche , poste , svago , spostamenti ?

come sono i servizi?

e' tranquilla ?  troppo ?

i trasporti ?

i servizi per l'infanzia ?

 

rispetto a quello che si legge nelle altre regioni vicine...liguria , toscana ?

 

Risposta di zeneise 17:11 - 13/03/11

...sta primavera si fa attendere?

 
Grazie per aver visitato Forumvaltaro.it - Rimani aggiornato per i prossimi argomenti, iscriviti alla newsletter.
Le fotografie e i testi presenti nel Forum - Copyright © 2006/2018