Sicuramente è stato dato poco risalto all'incontro che aveva a titolo: "La famiglia italiana fra denatalità, flussi migratori e globalizzazione" però chi vi ha avuto modo di parteciparvi, io ero tra quelli, hanno assistito ad un momento di riflessione veramente profonda e senza polemiche basato su contenuti concreti.

Assisto quotidianamente in televisione a spettacoli indegni con unico scopo la denigrazione e la gogna pubblica prima per uno poi per l'altro politico che vengono nominati come partecipanti al grande fratello (oggi sei stato nominato... preparati ad un mesetto di fango...).

Bene, in questo caso tutti i partecipanti hanno dato sfoggio di grande capacità di dialogo, ed a parte un "imprescindibile si vede" scivolone finale si è parlato di tutto fuorchè di scandali e scandaletti.

Qualcuno degli intervenuti si è particolarmente distinto per la capacità di sopportare un dibattito ad armi pari con un Senatore della Repubblica. Questo significa che i giovani della valtaro i numeri li hanno eccome.

Non entro nel merito dei contenuti, che finalmente non erano limitati alla semplice enunciazione fine a se stessa dei soliti luoghi comuni: creazione di sinergie, fare quadrato, infrastrutture, innovazioni, energie rinnovabili, mi limito a dire che finalmente ho potuto ascoltare qualcuno che partisse da una delle precedenti voci ed arrivasse ad una esemplificazione concreta dei concetti espressi.

Ribadisco l'unico rammarico perchè un evento del genere meritava certamente una platea ben più aplia ed allargata a tutta la Valle.

Sarebbe stato un bel momento.

Ah, ovviamente un plauso particolare a Don Angelo, un prete in grado di riavvicinare le persone alla Chiesa.

Se chi si dedica alla politica applicasse un decimo della sua dedizione e fosse anche in possesso di un tali capacità il nostro paese sono certo sarebbe ai livelli di eccellenza.

Risposta di John Sabini N.Y. 15:36 - 18/02/11

Buon giorno Fausto. Vedo quanto gli Italiani sono interesati, oggi, nella familia e in Dio... Ce ne sono delle chiacchere sul FORUM in tutte le categorie, ma io e te abiamo ricevuto quasi 0...
L'Italia e' allo sbando e non si torna piu' in dietro se non un evento cataclismico... Io ho visuto una vita intera (fin da piccolo) in USA e conosco la mentalita' American (WASP) cioe', Anglo Sassone benissimo, ma ho sempre mantenuto rapporti con L'Italia.
Ora in pensione vivo in Italia 8 mesi e 4 mesi in USA. In 50 anni ho visto che tutta la porcheria che viene dalla USA , noi in Italia la mangiamo come le caramele, ma le cose buone che sono in USA, "QUELLE NO", quelle non le vogliamo!!! Come un sistema di governo stabile, instituzioni che funzionano, meno burocrazia, ECT...
Ma tornando in dietro sul tema FAMIGLIA E DIO, ti voglio dire questo. Molte volte, alla domenica, vado a messa in posti diversi in USA, e noto che il  25% delle persone li' sono giovani da 18 a 40 anni, cosa che e' difficile a vedere in Italia quando vado in chiesa. Ho anche notato che sulla media di 20 auto, una di essi porta una corona del rosario sul specchietto davanti. In Italia ne ho dovuto contare una media di 70 prima di vederne una con la corona del rosario sullo specchietto...
"SI ,SIAMO ALLO SBANDO", l'Italia che ha propagato il CRISTIANESIMO in tutto il mondo, facciamo cosi tante feste della Madonna, faciamo tante feste dei santi, e poi crediamo in niente... Faciamo proprio ridere il mondo intero. Sara' vero quello che diceva PADRE PIO, "E TUTTO UN PECCATO".
Ho parlato con molte persone, che vedo in chiesa tutte le domeniche e nelle conversazioni ho visto che nemmeno loro credono molto. Per loro e solo un vizio andare in chiesa... Padre PIO diceva che il DIAVOLO e' sempre intorno a noi. "Io penso questo", se il diavolo ce', come diceva anche GESU, PERCHE' NON COMINCIARE IN ITALIA A DISTRUGGERLA??? dato che noi siamo il centro del Cristianesimo?
Ho anche notato che se parli di DIO in Italia ti prendono per pazzo come e successo a me. La gente si vergogna a ringraziare a tavola e a parlare di DIO in genere... MA TI RENDI CONTO CHE NOI ITALIANI SIAMO GLI UNICI AL MONDO A BESTEMMIARE DIO???
Se DIO ce come possiamo avere del bene??? L'unica volta che ci viene il nome di DIO in bocca e nella bestemmia. Ma che popolo siamo???? Un paesano mi diceva, per scherzo, "Il diavolo va a casa tutti i giorni con la cesta piena, e GESU' va a casa con la cesta vuota...
"SI siamo allo sbando, un vera anomalia" e come Italiano mi dispiace, ma tanto... Ciao Fausto

Risposta di Fausto 12:25 - 19/02/11

Non abbiamo più tempo per fermarci a riflettere e a vivere, ma vivere davvero.

Ma sono certo che a breve ci sarà un ritorno perchè il PROGRESSO A PERDERE non ha vita lunga.

Tra un pò le persone torneranno a prendersi i loro spazi perchè avranno provato che il TUTTO in realtà non da nulla.

Ci riapproprieremo della facoltà di scelta.

Io ad esempio lo sto facendo. Non mi sono mai messo in gioco come in questo momento perchè per troppo tempo penso abbiamo lasciato il mondo in mano a finti geni, incompetenti con la patente autoreferenziata.

Ora basta. Se la vera preoccupazione di un cristiano deve essere a quale Cardinale Berlusconi stringe la mano... significa che di cristiani ne sono rimasti veramente pochi.

Ma io sono comunque il primo che Cristianamente sbaglia perchè non riesco più a perdonare "a prescindere", sono passato alla convinzione che il perdono vada meritato sul campo. Lo so che non è politicamente ed esteticamente corretto però in questo momento la penso così, forse col tempo la vita mi insegnerà in maniera differente, chi lo sa.

Lei cosa ne pensa del perdono John?

Cordialmente Fausto

Risposta di John Sabini N.Y. 17:51 - 19/02/11

Caro Fausto. La vita e troppo corta per non saper perdonare. Se non lo facciamo DIO non perdonera' noi e saremo condannati. Il nostro scopo sulla terra, che GESU' ci ha insegnato, e di AMARE e SERVIRE, E PERDONARE. E TUTTO qui.
Non possiamo essere CRISTIANI senza il perdono... Caro Fausto, io ti garantisco, che senza il perdono non potrai mai conoscere quel amore trascendente che DIO ci da, se non sappiamo perdonare...
Pochi anni fa ho avuto un momento di illuminazione, un momento di grazia, una esperienza trascendente di amore che mi colpi' e che poi svani' nel nulla. A me non importa chi mi crede ho meno, ma quando ti capita conoscerai anche tu come un momento sacro...
Oggi conosco che questo era stato possibile perche' avevo trovato il coraggio di chiedere perdono e poi perdonare, non con la mente ma con il cuore e farlo in persona... Non e sufficente amare e servire senza il perdono, "ANZI" non si puo' amare senza il perdono...
Nei Stati Uniti ho rischiato la vita 2 volte per andare alla difesa di persone che malviventi stavano aggredire, ma questo non e' sufficente per DIO. Ho sempre ringraziato DIO per tutto quello che ho avuto nella vita, ma nemmeno questo e' sufficente per DIO.
Era a 60 anni che capii che senza il perdono non possiamo conoscere DIO... Io non sono un illuminato , ma ho avuto questo momento trascendente. Anche oggi cado, ma diventa sempre piu facile a star su in piedi di nuovo...
Caro Fausto, senza il perdono non conosceremo mai il profumo della grazia, non conosceremo mai quanto e' fantastica la vita, ANCHE NELLE SOFFERENZE CONOSCEREMO CHE IL DOLORE DIVENTA UNA BENEDIZIONE... Pace e bene Fausto. John Sabini

Risposta di Pastore 22:29 - 21/02/11

Giovanardi mi sembra proprio la persona meno adatta per parlare di famiglia.

Ricordo solo che fa parte di un governo che non sta facendo un bel niente per la famiglia .... io pago ben 500 euro per mandare mio figlio all'asilo nido e mia sorella che ha 3 figli non ha ricevuto nessun aiuto dal governo berlusconi negli ultimi 15 anni .

In Italia questo governo sta aiutando chi evade le tasse , ma non le famiglie.

Per cui il sig. Giovanardi prima di parlare di famiglia dovrebbe prima dimettersi dal governo del bunga bunga , dopo di che può degnarsi di aprire bocca.

 

Risposta di Fausto 14:44 - 22/02/11

La ringrazio veramente John. Le sue parole sono intrise di vita e di positività. Ne farò veramente tesoro.

Però tra un pò... perchè per ora qualche sassolilo me lo voglio ancora togliere dalla scarpa.

Il mio timore è che che a lasciare sempre correre stiamo lasciando le decisioni terrene in mano a persone che si approfittano e ti danno pure la sberla sull'altra guancia.

Sento un sacco di persone, incluso il Signor Pastore, che fanno la predica sempre e solo a Berlusconi avendolo incarnato con il demonio.

Ora, ripremesso che non me ne frega nulla di Berlusconi, a livello personale, vorrei chiedere a tutti sti nuovi cristiani cosa ne pensano di "Vendola" (omosessuale dichiarato), di "Casini" (divorziato), di "Fini" (divorziato), "Di Pietro" (sposato ma sempre fotografato in compagnia di avvenenti signorine).

A me di tutti quelli, al pari di Berlusconi, non frega nulla perchè si tratta sempre di considerazioni relative alla sfera privata delle persone.

Però se non sbaglio Sig. Pastore la chiesa non vede molto di buon occhio l'omosessualità, il Divorzio, la promiscuità.

Anche nel nostro piccolo mi sembra di aver appreso che in nostri politici locali siano affetti da tali tipi di consuetudini.

Allora Sig. Pastore mi potrebbe spiegare perchè vi vergognate tutti solo di Berlusconi? Quando le alternative che vengono proposte sono altrettanto, se non più, Vergognose?

Io sarei per lasciare fuori la Religione dalle questioni di Stato se non nelle sue vesti di Indirizzo Culturale.

Se veramente siete preoccupati per la sorte della Chiesa, date un occhio più la del vostro naso perchè tra poco l'integralismo arriva alla grande.

I tempi sono maturi, rileggetevi un pò gli scritti della Grande Oriana (altro che genio di Benigni). La Fallaci grazie alla sua sensibilità e conoscenza è stata in grado di leggere nel futuro, Benigni legge il presente e rilegge il passato.

Lo preferivo quando lo guardavo anni fa ed ancora non era conosciuto ai più. Quando parlava in toscano stretto ed il suo pubblico era di nicchia. Ora parla in italiano scandito ed il suo pubblico è BOVE, ops scusate... popolare.

Io non mi sento un buon Cristiano ma mi sembra di capire che Voi si.

Risposta di Pastore 22:31 - 22/02/11

Buonasera Fausto, il mio intervento era focalizzato su Giovanardi e la sua inadeguatezza nel rappresentare il difensore dei valori della famiglia , poichè fa parte di una forza politica che :

- A livello economico ha dirottato risorse ovunque ma non verso la famiglia , un esempio è stato l'aiuto dato a coloro che avevano soldi all'estero ( evasori ) facendogli pagare solo il 5% di tasse , io padre di famiglia che lavoro in fabbrica 9 ore ore al giorno ne pago il 38 % .

- Inoltre da un punto di vista morale far parte di un partito a cui fa capo una persona che tra le varie vicende giudiziarie è indagato per favoreggiamento della prostituzione minorile , che ci propone attraverso le sue televisioni un livello di pornografia quotidiana a tutte le ore veline , letterine , grande fratello .....

Per quanto riguarda gli altri politici sinceramente non mi pongo la domanda su chi sarebbe più o meno idoneo , sono daccordo con lei che la classe politica italiana sia tra le più corrotte d'europa, probabilmente sceglierei tra un esponente di quei partiti che del sociale ne fanno un impegno , tra i politici di casa nostra un ottimo esempio è GABRIELE FERRARI una persona seria con una famiglia numerosa.

Per quanto riguarda la cristianità della famiglia questo è un 'altro discorso ancora , putroppo famiglia e chiesa non sono più parole che vanno di pari passo poichè è evidente che ormai sono veramente un numero esiguo di coppie a sposarsi purtroppo.

Oggi metter su famiglia è molto difficle economicamente poichè di fatto il governo non applica una riduzione delle imposte per chi ha dei figli , OGGI AVERE UN FIGLIO COMPORTA SACRIFICI ENORMI se chi è al governo non fà qualcosa siamo destinati a diventare un popolo di vecchi .

PASTORE

Risposta di Fausto 00:51 - 23/02/11

Buonasera Pastore, le rispondo tra le righe:

- A livello economico ha dirottato risorse ovunque ma non verso la famiglia , un esempio è stato l'aiuto dato a coloro che avevano soldi all'estero ( evasori ) facendogli pagare solo il 5% di tasse , io padre di famiglia che lavoro in fabbrica 9 ore ore al giorno ne pago il 38 % .

La prego di schiarirsi un pò le idee relativamente ai dati che sta paragonando. Per ora le concedo il beneficio del dubbio e non entro nel merito della faccenda.

- Inoltre da un punto di vista morale far parte di un partito a cui fa capo una persona che tra le varie vicende giudiziarie è indagato per favoreggiamento della prostituzione minorile , che ci propone attraverso le sue televisioni un livello di pornografia quotidiana a tutte le ore veline , letterine , grande fratello .....

Lo volete capire si o no che, anche se non vi aggrada, che Berlusconi fino a prova contraria è da considerarsi persona innocente? Srarà solo l'ultimo grado di giudizio a sancirne la colpevolezza, è un diritto COSTITUZIONALMEMNTE RICONOSCIUTO. Pertanto, volenti o nolenti (sicuramente nolenti), ad oggi Berlusconi è persona buona e giusta. Per quanto riguarda la sua seconda affermazione... letterine, pornografia ecc.. mi fa sorgere dei dubbi sulla sua reale identità perchè è talmente paradossale il suo discorso che sembra fatto ad arte per far passare gli antiberlusconiani per "ingenui" mi passi il termine. Come se la programmazione Mediaset non sia allineata con tutta la programmazione mondiale. Se lei fosse persona vera allora la inviterei a riflettere meglio e mi inviterei ad interrompere la converazione causa PLAGIO MEDIATICO TROPPO ELEVATO.

Per quanto riguarda gli altri politici sinceramente non mi pongo la domanda su chi sarebbe più o meno idoneo , sono daccordo con lei che la classe politica italiana sia tra le più corrotte d'europa, probabilmente sceglierei tra un esponente di quei partiti che del sociale ne fanno un impegno , tra i politici di casa nostra un ottimo esempio è GABRIELE FERRARI una persona seria con una famiglia numerosa.

Non entro nel merito di alcun giudizio personale su Gabriele Ferrari perchè non entro nel merito di alcun giudizio personale su alcun politico. Il politico deve fare il politico, gli piaccia davanti, dietro, a destra o a sinistra... io guardo i risultati. E quello che vedo non mi soddisfa affatto. I miei punti di riferimento personali non sono certo i politici, ma le persone semplici con cui mi rapporto tutti i giorni. Non cerco nel politico un esempio di morale, deve solo fare al meglio il suo mestiere.

Per quanto riguarda la cristianità della famiglia questo è un 'altro discorso ancora , putroppo famiglia e chiesa non sono più parole che vanno di pari passo poichè è evidente che ormai sono veramente un numero esiguo di coppie a sposarsi purtroppo.

Se avesse partecipato avrebbe apprezzato le parole di Giovanardi che andavano proprio in questa direzione. Tra l'altro Giovanardi stesso si è dissociato espressamente dallo stile di vita del Premier. Concedendo, tuttavia il beneficio del dubbio sulle accuse contestategli. Mentre Voi siete certi, ancor prima di qualsiasi tipo di giudizio che sia COLPEVOLE. Per voi è e sarà sempre COLPEVOLE A PRESCINDERE. Se non per questo per altro, se non per altro... per altro ancora...

Oggi metter su famiglia è molto difficle economicamente poichè di fatto il governo non applica una riduzione delle imposte per chi ha dei figli , OGGI AVERE UN FIGLIO COMPORTA SACRIFICI ENORMI se chi è al governo non fà qualcosa siamo destinati a diventare un popolo di vecchi .

Sta riportando esattamente le parole di Giovanardi che ha preventivamente giudicato COLPEVOLE di fa parte di un governo COLPEVOLE. Ma se avesse partecipato avrebbe anche sentito le argomentazioni di Giovanardi a tal riguardo. Argomentazioni che entravano nel dettaglio di numeri e di cifre. E con grande onestà intellettuale comunque ha riconosciuto l'impossibilità di estendere alcuni tipi di agevolazioni previste in rapporto alle disponibilità finanziarie del paese. Ha fatto riferimento alla possibilità di reperire risorse da dedicare al sociale proprio nell'intervento nel campo del sociale, come la prevenzione per gli incidenti stradali del fine settimana, prevenzione all'uso di stupefacenti andando a sollevare le spese statali così come hanno fatto quando hanno vietato il fumo nei locali pubblici e tutti gli intellettuali di sinistra sono insorti.

Per questo le dico Sig. Pastore che si è perso una grande opportunità di sentir parlare un ottimo Amministratore (non entro nel merito delle caratteristiche personali) che non ha parlato di aria fritta come fa di solito il suo amato Gabriele Ferrari (Sinergie, concertazioni, tavoli tecnici, facciamo rete ecc..).

Risposta di John Sabini N.Y. 02:27 - 23/02/11

Caro Fausto. Credimi, Dio ti ama tanto... Io non sono diverso di te. Anchio sbaglio, anchio pecco, anchio ho dubbi delle volte. Sono veramente pochi che hanno avuto pura fede e saputo sconfiggere la paura.
Uno era St Francesco . Una volta avevo chiesto questa domanda a un saggio Cappucino Francescano " E mica DIO a scegliere una persona, ho e' una persona a scieglir DIO??? " Lui mi rispose che sono entrambi, e nel medesimo tempo...
Quanto e' bello a sapere che la scelta e' anche nostra di essere santi... Dio non ci chiede di essere santi. Dio ci chiede di servire e amare perche' niente e' il nostro. E qui che diventa un po' dificile perche' abbiamo L'ego, cioe' il IO.
L'EGO, (che vuol dire IO), e il dono che DIO ha dato a noi, e la nostra libera scelta. Solo nella libera scelta c'e' il valore. DIO non ci sforza ad amarlo... Il problema e che L'EGO e' diventato egoismo, ho IOISMO.
Tutti gli ISMI sono il problema sulla terra. NAZIONI, MATERIALI, RAZZE diverse NON sono il problema sulla terra. Il problema sulla terra e il NAZIONALISMO, MATERIALISMO, RAZZISMO e tutti gli altri ismi...
Sai Fausto, mi hai fatto ridere quando hai detto " PERO' TRA UN PO'... PERCHE' PER ORA QUALCHE SASSOLINO ME LO VOGLIO ANCORA TOGLIERE DALLA SCARPA"... Sai che ST. AGOSTINO disse cosi' anche lui piu' ho meno?
ST AGOSTINO disse " SIGNORE MIO DIO, DAMMI CASTITA', PERO' NON SUBITO ADESSO. Caro Fausto DIO CI AMA E VUOLE ESSERE AMATO DA NOI .
Pace e bene Fausto.
John

Risposta di Pastore 13:16 - 23/02/11

Fausto la sua posizione è chiaramente quella di un Berlusconiano Doc . Lei fa parte di quelle persone che ormai difendono l'indifendibile , si fanno plagiare da discorsi di moralità da coloro che sono l'incarnazione dei setti vizi capitali .

Immagino che lei sia orgoglioso che persone come la Minetti percepiscano 12000 euro al mese , e come lei vi siano altre decine di ex ballerine messe in politica a spese nostre.

Per quanto riguarda Berlusconi in un paese civile si sarebbe dimesso , probabilmente non diventerà mai colpevole per la legge italiana poichè sta facendo di tutto per cambiare le leggi a suo favore.

Anche la compravendita dei parlamentari è una grande vergona che andrebbe punita.

Io sono felice di non fare parte come lei e di non supportare questo REGIME CORROTTO, il suo amico  Giovanardi racconta un sacco di balle e sinceramente sono felice di non aver partecipato al suo monologo sulla moralità e la famiglia ... lei probabilmente quel giorno poteva fare di meglio .

Pastore

Risposta di Fausto 16:44 - 23/02/11

Rispetto comunque le sue idee, non convidivo nulla di quello da lei scritto, ma rispetto il fatto che lei la possa pensare diversamente.

Risposta di John Sabini N.Y. 13:47 - 24/02/11

Caro Fausto. Hai risposto bene al PASTORE... Chi sa se il PASTORE avra mai ringraziato DIO per vivere in una nazione (L'Italia) che malgrado i suoi gravi problemi, e anche una delle grandi nazioni al mondo???
Chi sa se quando era in chiesa avra pregato DIO di aiutare il suo governo come si fa molte volte qui in chiesa in USA??? Il mondo e allo sbando perche non sapiamo amare e pregare con il cuore... Tutti parlano di crisi in Italia, ma le nuove schiavitu' ce le abbiamo create noi in Italia perche' non sappiamo ringraziare...
Se il pastore non lo sa, deve capire che ci sono un MILLIARDO ( 1,000,000,000) di persone che prendono fame nel mondo. Ci saranno anche in Italia, MA credimi, non e' liscia da nesuna parte nel mondo, nemmeno qui in USA...
Tanto qui in Italia come in tutto L'Occidente non e' mai abbasta quello che abbiamo,  e non sappiamo ringraziare DIO di quello che abbiamo...
I miei genitori facevano il pastore con 5 mucche e 4 pecore , e quel poco che si semenava. Non cera molto ma non si prendeva mai fame. C'era sempre preghiera in casa nostra e nel paese si cantava e cera piu' armonia e solidarieta' di oggi...
A proposito " I miei genitori, che erano PASTORI hanno potuto crescere 4 bambini. Credo che anche oggi un PASTORE ne puo crescierne 1 ...
Pace e Bene e Tanti cari saluti Fausto e Pastore...
John Jabini

Risposta di Remo Ponzini 14:02 - 24/02/11

Carissimo Fausto,
la tua frase di sommo rispetto del pensiero altrui mi ha fatto sovvenire il celebre motto del grande illuminista Voltaire, di cui sono grande estimatore, che tutti conoscono ma che vale la pena di ricordare :

" IO COMBATTO LA TUA IDEA, CHE E' DIVERSA DALLA MIA, MA SONO PRONTO A BATTERMI FINO AL PREZZO DELLA MIA VITA PERCHE' TU, LA TUA IDEA, POSSA ESPRIMERLA LIBERAMENTE. "   E poi :   " DOVETE AVERE IL CORAGGIO DI SERVIRVI DELLA PROPRIA INTELLIGENZA ".

Non mi sembra che il tuo anonimo interlocutore fosse animato dallo stesso spirito democratico e dalla stessa apertura visto che disprezzava il tuo pensiero ed il tuo opposto collocamento politico. Già il fatto che si sia nascosto dietro ad un nick-name mi fa ritenere che sia afflitto da una pusillanimità tutt'altro che onorevole.
Ma no voglio riaprire discussioni su questi atteggiamenti di codardia sui quali sia io che altri ci siamo già espressi diverse volte.

E visto che anche qui l'anti-berlusconisco ha preso campo, approfitto del tuo blog per manifestare alcune considerazioni che ho condiviso con l'amico Stefano in questi giorni tramite email.
Mi riferisco al milionesimo attacco che è stato fatto dalla stampa e dai politici di sinistra al satrapo di Arcore.
I grandi intellettuali, ammantati di un saio intriso di puritanesimo e di spirito moralizzatore,  sono andati a ripescare la nota trasmissione DRIVE-IN, di ben trenta anni orsono, per declamare che la " decadenza dei costumi ", che tutt'ora ci pervade, iniziò con quel genere inqualificabile di trasmissione per giungere, senza sosta, ai giorni nostri.

Ecco che cosa dichiararono negli anni 80 alcuni nomi illustri:

ORESTE DEL BUONO (ANNO 1988):  " E’ la trasmissione di satira più libera che si sia vista e sentita per ora in televisione ".

FEDERICO FELLINI dalle colonne dell'Unità del 23/2/86: " Drive in è l’unico programma per cui vale la pena di avere la tv. Una promozione a pieni voti ".

BENIAMINO PLACIDO giornalista di Repubblica del 10/3/87 : " La scatenata trasmissione di Italia 1, una trasmissione alla quale mi sono affezionato lentamente – lo confesso-, ma stabilmente ".

UMBERTO ECO dialogando con Eugenio Scalfari : " Pensa a una trasmissione come Drive in, al suo ritmo, alla quantità di cose che riesce a far vedere in due minuti e paragona due minuti di Drive in a due minuti della vecchia televisione. Un salto da fantascienza, no? Eppure a quanto pare la cosa non ha provocato traumi, noi siamo passati dal ritmo di valzer a quello di rock’n roll senza perdere nessuna memoria ".

I commenti mi sembrano superflui. Ognuno tragga le sue conclusioni.

Risposta di Pastore 23:27 - 24/02/11

Sig. Remo a mio parere ognuno è libero di pensare ciò che meglio crede .

Fausto può scrivere e parlare bene di Berlusconi quanto vuole , mi risulta comunque molto difficile stare zitto di fronte a chi continua a difendere e sostenere questo "regime " di corruzione , incapacità ed arroganza ...

A lei non replico ... ho letto molti dei suoi interventi , oltre a trovarli spesso boriosi , le manca il dono della sintesi .

Buona serata

Saluti

Un povero Pastore dei nostri monti

 
Grazie per aver visitato Forumvaltaro.it - Rimani aggiornato per i prossimi argomenti, iscriviti alla newsletter.
Le fotografie e i testi presenti nel Forum - Copyright © 2006/2018