Un tempo si parlava di terminare il Ponte che collega San Rocco con il centro di Borgotaro, beh a che punto siamo? Pare sia tutto fermo solo qualche metro di ruggine in più!

Forse per rimediare a tutto quel contestato ferro, o chissà per quale altro motivo, ci si è buttati su un materiale tecnico di nuova generazione... IL LEGNO.

Or bene, le opere incompiute sono dunque diventate due...

Anche in questo progetto si è voluto concedere particolare attenzione all'impatto estetico ambientale, infatti come si può notare dalle immagini allegate il ponte nuovo (lo chiameremo così...) si integra perfettametne con lo spazio che lo circonda.

Sono certo che prima di concludere i lavori daranno una bella passatta con impregnante scuro per fare in modo di non accecare chi ha la fortuna di imbattersi in ques'opera.

Nutro dei seri dubbi in proposito in quanto ritengo che economicamente sarebbe stato più conveniente pitturare ad assi non montate, e spero di essere presto smentito perchè sinceramente non mi preme far polemica fine a se stessa ma mi preme preservare una delle risorse che abbiamo, la bellezza del territorio.

Va bene il ponte ma per carità... cerchiamo di integrarlo.

Per quello di S. Rocco invece che ne dice l'Amministrazione uscente? E poi anche tutti quei tronchi ammassati a cosa servono?

Anche quello sarà un problema di altri?

Grazie
Fausto

Pugno in un occhio
Nel blu dipinto di giallo!
L'incrocio
Marciapiede di sinistra...
Risposta di zeneise 16:20 - 07/02/11

puo' anche darsi che il legno col tempo assuma un colore piu' neutro e meno vistoso, xche' solitamente utilizzano materiale gia' impregnato in autoclave che tende ad ossidarsi solo nella parte superficiale.

Comunque in una zona a carattere boschivo , forse e' meglio di legno..che di cemento " stile metropoli "

In effetti , da profano mi chiedo... se esteticamente uno stile "passerella " non fosse stato meno d'impatto , piu' leggere e snello alla vista di questo compatto tubone , magari sbaglio :-)

Risposta di Fausto 16:34 - 07/02/11

Si si, legno tutta la vita certamente... il fatto è che sto ponte ha già passato un inverno e luccica più di quando lo hanno messo giù... perciò se mi dici che tra una ventina d'anni sarà ossidato e si integrerà allora OK va bene.

A me è capitato di dare dell'impregnante e ti assicuro che quel tipo di tonalità rimarrà invariata per anni... ed anni ed anni...

Ormai ce lo teniamo così com'è... perchè le scelte di questo tipo le paghi per tanto tempo, ma ci voleva così tanto a considerare questo elemento?

Ma il compito di controllare queste cose a chi spetta? Non ci sono dei vincoli paesaggistici e dei parametri ben stabiliti?

Concedo il beneficio del dubbio che siamo in corso d'opera. Ma se lo inaugurano per le elezioni fatto in questo modo significa che non hanno ritegno...

Risposta di zeneise 12:35 - 08/02/11

di ponti in legno anche esteticamente belli ce ne sono...anche a campata unica. ( in modo da levare quel pilone centrale in cemento )

http://www.habitatlegno.it/it/legno-storie/ponte-bonatti .

 

 

Risposta di Fausto 14:34 - 08/02/11

Ho visto, ma anche quello mi sa che scuro ci hanno messo ben poco.... pure quello è na bella martellata visiva...

Risposta di zeneise 20:19 - 08/02/11

sicuramente, ne ho messo uno per dare un'idea , ma almeno quello a me da' un senso di leggerezza , di passerella, ha un senso visivo che lascia anche intravedere cosa c'e dietro , e si integra col paesaggio ondulato, la forma e' gradevole e comunque non cosi' massiccia

Quello che vedo nelle foto e' un tubone giallo appoggiato su di un palo,legato dall'alto ,  come se avessero preso un enorme asse di legno e buttato li. Visivamente e' orrendo , che sia giallo abete come marrone castagno...ne ho visto di simili in Trentino , ma erano piccole passerelle di 20mt e il bordo non era cosi' alto , perche' era altezza corrimano..e il sotto era di pali .

passando in auto , in effetti mi chiedevo cosa fosse...

parere personale , ovviamente :-)

 

 
Grazie per aver visitato Forumvaltaro.it - Rimani aggiornato per i prossimi argomenti, iscriviti alla newsletter.
Le fotografie e i testi presenti nel Forum - Copyright © 2006/2017