Questa mattina, domenica 6 Marzo, Zeffiro Squeri se ne è andato.

I giovanissimi non lo conoscerammo ma Zeffiro è stato davvero una persona speciale per molti di noi.

Lo è stato soprattutto per Bedonia. Lo ricordo nel suo negozio. Lo ricordo quando aprì la prima volta. Per me era come una stanza del tesoro questo suo retrobottega pieno di abbigliamento sportivo. Erano tempi diversi, non si era usi ad andare tanto in giro a comperare e quindi avere un negozio così era un lusso.

Lo ricordo anche quando mi vendette un abito in lino. Gli dissi che non volevo un abito che si stropicciasse perché stavo molto in auto. Mi assicurò che non ci sarebbero stati problemi, figuratevi. Lo riportai indietro dopo il primo utilizzo :).

Lo ricordo anche alle prese con la pro loco. Quanto entusiamo c'era. Riuscì a portare a Bedonia Sem Rivers un grande del Jazz internazionale. Allo spettacolo tolto noi delle maestranze c'erano 5 persone ma lui era contentissimo lo stesso per la qualità dell'artista (aveva ragione).

Zeffiro era così. Creso e spero che altri lo ricordino meglio di quello che so fare io. La memoria è corta.

Per me se ne va un bedoniese vero, uno che Bedonia l'amava anche se ad un certo punto interruppe i rapporti e preferì esiliarsi. Si era fatto una famiglia, due bambini mi dicono ma purtroppo la vita ha voluto ancora una volta cambiare i suoi piani e se ne è dovuto andare.

E' un giorno triste. Un altro pezzo di noi che se ne va.

Una preghiera per Zeffiro.

Claudio Agazzi

Risposta di Gigi Cavalli 23:18 - 06/03/11

Bravo Claudio, praticamente abbiamo scritto di lui nello stesso momento e questo non può che farmi piacere. Si merita di essere ricordato.

Il fatto che Zeffiro Squeri non frequentasse più Bedonia da una quindici d’anni non voleva dire che fosse realmente dimenticato. Non esagero a dire che una persona come lui sia impossibile da dimenticare. Intelligente, stravagante, acculturato e non per ultimo spassoso e divertente. Le risate che ci ha fatto fare con le sue battute, i suoi atteggiamenti da “svampito totale”, le scorazzate a bordo di “Tobia” (la macchina più lenta che ci sia), rimarranno indelebili, non c’è occasione infatti che non vengano piacevolmente rispolverate.

Eravamo quasi coetanei, lui era nato nel ’61, proprio per questo abbiamo condiviso molte esperienze, ad iniziare dalla proloco che diresse per quattro anni, dal 1980 al 1983, tant’è che gli ultimi veri concerti estivi organizzati a Bedonia erano stati di sua ideazione: Ron; Eugenio Finardi; il trio Castelnuovo, Kuzminac e Ferradini, ma anche il concerto jazz di Sam Rivers o la serata con l’allora DJ Claudio Cecchetto presso l’ex Cinema Orfeo.
Bellissimo e memorabile poi il periodo dell’apertura del negozio di articoli sportivi “Zephi Sport”, ritagliandosi un paio di stanze dalla ferramenta di “Giannettino”, ottenendo da subito la commercializzazione di marche prestigiose e in quel momento al top e conseguente collezione di adesivi di: Ellesse, Gigi Rizzi, General Sport, Fila, Australian, Adidas, Colmar…

Dopo qualche anno iniziò a collaborare con lui il suo omonimo “Zeffiro”, persona che lo seguì da vicino per molti anni, anche nell’apertura del negozio “Zephi Store” a Borgotaro. La breve frase che ha scritto oggi su Facebook per salutarlo ci dice chi era per lui: “Grazie di tutto, grande maestro di valori e mia guida per molti anni!! E' un giorno tristissimo per me, ma ti voglio ricordare col sorriso! Difficile dimenticare! GRAZIE”.

Ciao Zeffiro, ti saluto anch’io… in questo momento sto sorridendo, penso a quella lezione di pianoforte che facemmo a casa tua: era la prima di una serie (ma che poi si è rivelata anche l’ultima), a lume di candela, “battendo i denti” e dopo che arrivasti con due ore di ritardo…

da: http://www.esvaso.it .

Risposta di Fiorello Biacchi 18:26 - 07/03/11

Ciao Zeffiro,
sei stato una persona speciale e mi onoro di averti conosciuto. Affabile pacato e con modi quasi inglesi che denotavano una sensibilita' e una intelligenza non comune.

Il tuo sottile umorismo e il modo di osservare l'interlocutore condito con genialita' e ironia, sdrammatizzavano ogni situazione critica. Ricordo le serate musicali fatte... ed essendo stato uno dei primi tuoi clienti di articoli sportivi...
ricordo quando mi avevi montato gli attacchi degli sci vicino alla punta........

poco male, poi hai imparato......

Ciao Zeffiro!

Fiorello Biacchi

 
Risposta di Giovanni 09:20 - 07/03/11

Addio Zeffiro,
ti ricordo anch'io come persona affabile e di grande carattere...

Buon Viaggio e una preghiera per te..

Giovanni

 
Risposta di Remo Ponzini 10:57 - 07/03/11

ADDIO ZEFFIRO.

Anche tu hai contribuito a scrivere un pezzo di storia di Bedonia. Eri una persona che suscitava e che infondeva solo sentimenti positivi. Dal tuo volto trasparivano solo sorrisi amichevoli e concilianti. Mi piace ricordare la tua mente super vulcanica, eccentrica e sempre affastellata da idee nuove; quasi un rivoluzionario per quei tempi.
L'apatia e la pigrizia non hanno mai albergato nel tuo animo. Ogni volta che ti incontravo mi incuriosiva conoscere i tuoi fantasiosi e genialoidi progetti che spesso mi lasciavano sbigottito. Sicuramente un ragazzo imprevedibile, che amava solo accelerare ignorando che esiste anche l'impianto frenante. Era una tua caratteristica; un anticipatore di tempi, di costumi, di usanze e di mode.
Penso anch'io che il suo omonimo collaboratore Zeffiro Biolzi abbia potuto avvalersi dell'apporto del tuo estro singolare e che ne abbia tratto insegnamenti preziosi e proficui.

Il tuo negozio era mitico; un punto di incontro per tutti gli abitanti della vallata. Anche mio figlio era solito attingere alle tue prestigiose firme che a quei tempi producevano ancora capi di alta qualità.

Con grande affetto.
Remo.

Risposta di Stefano 12:05 - 09/03/11

Avevamo fatto insieme tutti e 5 gli anni del Liceo a Borgotaro. Ti ricordero' come persona intelligente, sensibile e ironica (mitiche le sue divertentissime imitazioni dei professori).
Mi dispiace tanto che te ne sia andato cosi'presto.Ciao Zeffiro.

 
Risposta di Gli amici 14:07 - 09/03/11

sabato 19 marzo alle ore 18 sarà celebrata una messa, presso il vecchio santuario di San Marco, per ricordare insieme Zeffiro...

 
Grazie per aver visitato Forumvaltaro.it - Rimani aggiornato per i prossimi argomenti, iscriviti alla newsletter.
Le fotografie e i testi presenti nel Forum - Copyright © 2006/2018