Volevo sapere come mai si parla tantissimo di Fincuoghi, e nessuno accenna alla TaroGlass, azienda molto molto più piccola ma in piena crisi economica al pari di Fincuoghi?

E' dalla fine dello scorso anno che gli operai lavorano qualche giorno ogni tanto, e per il resto è tutto fermo??

Si sa qualcosa? Prospettive future??

 

Risposta di Sergio 13:43 - 18/03/11

E' un'azienda in crisi come tante in questo periodo..... ti basta o vuoi sapere di più??? Hai tu qualche consiglio da darci?

Risposta di Paolo 15:08 - 18/03/11

Dal tono polemico della risposta sembra che ci sia sotto qualcosa, nel caso Fincuoghi nessuno ha risposto così seccamente... cmq, non ho nessun consiglio, spiacente...

Risposta di Smartena 08:57 - 26/03/11

ciao paolo come tu sai tutto è in crisi

non prendertela per le risposte da incazzati  io sono 3 anni che lotto con il lavoro  purtroppo stiamo andando male ma non solo in valtaro  ma tutta  italia

pensa che le ditte assumono 2 3 mesi poi a casa tutti contratti a termine

è uno schifo.....

invece un signore che si chiama ........................ fa lavorare solo romeni e moldavi.

aiuta gli stranieri e lo mette nel culo a gli italiani  allora cosa mi dici?

è uno schifo, e nessuno va a controllare. dico per gli enti locali appositi.

tipo : igene sanitaria,antifortunistica,asl, dentro li è una vergogna te lo posso garantire .

come vedi paolo non te la devi prendere con sergio che sicuramente avra' le sue ragioni per risponderti in quel modo 

ti auguro buona fortuna  ormai siamo alla fine.

Risposta di Tesla74 14:22 - 13/02/14

Mi permetto di rispondere solo oggi x chè non sapevo dell'esistenza di questo forum.
La Taroglass, nel 2011, non era in crisi x il lavoro, ma perché uno dei soci aveva sputtanato una barca di soldi e per saldare i debiti c'ha rimesso tutta la ditta.
La risposta di Sergio mi sembra davvero singolare. Ad oggi dopo una gestione fallimentare da parte di altri 2/3 scienziati è chiusa, nell'indifferenza generale, forse qualcuno ha interesse che sia così.

Risposta di Qualeitalia 08:28 - 26/02/14

Romeni e moldavi LAVORANO !

 
Risposta di GCB 14:11 - 13/02/14

Taroglass di Bedonia: anche Bormioli chiede il concordato. Verso la cessione

Taroglass, storica azienda di vetri industriali di Bedonia, è di nuovo in crisi. Ha chiesto un’altra volta il concordato sui debiti e si cercano nuovi soci disposti a rilevarla per salvarla dalla chiusura.

Nell’autunno 2011, la Taroglass era stata rilevata dal famoso industriale del vetro Rocco Bormioli, assieme alla famiglia Paini, nel corso di una procedura concorsuale avviata quello stesso anno. Fondata nel 1982, la Taroglass aveva vissuto anni ruggenti, con fatturato sopra gli 8 milioni di euro annui e decine di operai. Ma con la crisi del mercato immobiliare, è iniziata una fase di rapido declino. L’intervento di Bormioli pareva l’inizio di un nuovo capitolo. Invece la crisi non è mai finita e i debiti tornano a minacciarne la continuità.

Formalmente, nel 2011 Taroglass ha chiuso. Le sue attività sono passate alla nuova società Taroglass International. È questa che la scorsa settimana ha depositato a sua volta domanda in Tribunale un concordato in bianco, cui seguirà a inizio maggio la proposta di concordato vero e proprio.

Il perdurare della crisi, come spiega la Taroglass International nelle carte consegnate al Tribunale, è conseguenza “della congiuntura internazionale e italiana in particolare ed al crollo del mercato di riferimento della società”, società legata all’edilizia, occupandosi di lavorazione e montaggio di vetri e pannelli solari. “È opportuno evidenziare che, nonostante gli sforzi della proprietà che, dall’acquisizione del controllo dalla società, ha immesso ingenti quantità di liquidità, il volume d’affari non ha raggiunto i limiti minimi atti a garantire la durabilità del soggetto economico”. Bormioli ha messo oltre due milioni di euro nell’impresa di Bedonia, ma nonostante questo la cordata di salvataggio del 2011 “non è riuscita nell’intento di invertire la tendenza involutiva che già aveva coinvolto la vecchia società”.

Di positivo c’è che sono in corso “trattative con soggetti interessati all’affitto dell’azienda o di uno o più rami” di attività. Il concordato mira proprio a facilitare questo nuovo passaggio di consegne. La società dà lavoro a una trentina di persone in Valtaro.
La Taroglass International srl ha un capitale sociale di 1.100.000 euro. Ha registrato ricavi per 448,379 euro nel 2010, 1.418.446 euro nel 2011 e 2.014.839 euro nel 2012. I debiti ammontano a 2.369.669,07 euro, dei quali 692mila verso banche, 123mila verso l’erario e istituti previdenziali e 1.195.000 verso dipendenti e fornitori.

 
Risposta di Sconsolata 18:04 - 22/07/14

E’ definitivamente chiusa l’attività della Taroglass, la storica azienda di vetri industriali con sede a Bedonia. Anche la NewCo denominata Taroglass International che due anni fa aveva rilevato, ha infatti dovuto portare i libri in tribunale, e dopo la richiesta di accesso al concordato preventivo dello scorso febbraio ne è stato, nei giorni scorsi, dichiarato il fallimento.
A salvare una prima volta la Taroglass erano stati nel 2012 Rocco Bormioli e la famiglia Paini, che aveva introdotto capitali freschi nell’azienda, che dopo essere stata fondata nel 1982 e avere sempre mantenuto la sede a Bedonia, garantendo posti di lavoro in un territorio difficile, aveva raggiunto fatturati importanti, con un fatturato di 8 milioni di euro, prima della grave crisi che la aveva colpita. Poi venne la suddetta NewCo, una operazione guidata dal consulente Mauro Tambini con gli studi Losi e Cavazzini e un investimento pari a 2 milioni di euro. Nuovo Presidente era stato nominato lo stesso Bormioli.
Lo scorso febbraio era stato ipotizzato l’affitto dell’azienda o di uno o più rami di attività, ma la prospettiva non si è concretizzata.

 
Grazie per aver visitato Forumvaltaro.it - Rimani aggiornato per i prossimi argomenti, iscriviti alla newsletter.
Le fotografie e i testi presenti nel Forum - Copyright © 2006/2018