Ricevo e pubblico... la notizia mi sembrava molto interessante, quanto imbarazzante.

Gli organizzatori del Summer Nights Festival avevano allestito un calendario da favola che doveva svolgersi da metà luglio a Ferragosto nelle maggiori piazze della "Città del libro": ma i pezzi dell'imponente manifestazione (21 serate) sono stati persi per strada fino al punto da far annullare il tutto.
Quello che i pontremolesi non si aspettavano, è puntualmente accaduto, mettendo così in forte imbarazzo la nuova amministrazione comunale, reduce dalla vittoria schiacciante conquistata nello scorso giugno da Lucia Baracchini candidata del centrodestra.
Festival cancellato praticamente sul nascere e conseguente situazione di disagio dovuto alla perdita di immagine che la città ha innegabilmente subìto, malgrado le distanze prese dalla Baracchini: «Il Comune ha solo concesso l'uso gratuito del suolo pubblico e non ha speso un centesimo» ha più volte rimarcato il sindaco. Di certo vero, ma sta di fatto che la cancellazione di tutti i pezzi da novanta che il programma del festival conteneva non è certo un monumento di buona organizzazione. Il vastissimo e variegato programma del Summer Nights era stato pomposamente presentato in una conferenza stampa svoltasi nientemeno che a Milano, alla quale partecipò il nuovo sindaco, assieme alle figlie di Zucchero Fornaciari, star della musica internazionale, da anni residente in quel di Pontremoli. E proprio le sorelle Alice e Irene Fornaciari avevano avuto l'onore di tenere a battesimo il Summer Nights, lo scorso 18 luglio, di fatto proponendo un concerto (Irene) e una sfilata di moda (Alice).
Un successo, la serata a cui parteciparono oltre duemila persone, ma di fatto rimasta l'unica di spessore, a parte un paio di spettacoli di seconda fascia. Delle primissime scelte, invece, neppure l'ombra: dopo il forfait dell'ultimo momento dato dai Tower of Power in programma la sera dopo l'esibizione delle sorelle Fornaciari, in un solo colpo saltarono i concerti di Gloria Gaynor, Kool & The Gang, Al Jarreau e gli Earth Wind & Fire, questi ultimi posti a chiusura del festival, la vigilia di Ferragosto. A questi azzeramenti vanno aggiunte le esibizioni (mancate) di Aida Cooper e The Nite Life, Gino Paoli e la Banda Osiris, Blues Mobile, Ronny Jones e Marco Marzocca, tanto per fare dei nomi, sparite da ciò che restava del cartellone dopo che, a inizio delle corrente settimana, i pontremolesi hanno assistito al repentino smontaggio dei palchi disseminati nelle piazze della città Da parte dell'organizzazione, la Giò&Giò Eventi, solo laconiche promesse (all'inizio) che gli appuntamenti saltati sarebbero stati degnamente rimpiazzati, fino all'imbarazzante silenzio di questi ultimi giorni, e il comunicato, emesso ieri pomeriggio, che «La Giò&Giò Eventi, organizzatrice del Pontremoli Summer Nights per conto della Associazione culturale il Feudo, annuncia che gli spettacoli previsti nel cartellone sono stati cancellati.
La Giò&Giò Eventi si impegna a comunicare tempestivamente, attraverso il sito www.pontremolisummernights.it le modalità di rimborso dei biglietti e degli abbonamenti acquistati». Prevendita peraltro andata molto a rilento, come confessò la stessa Giò&Giò Eventi subito dopo il flop del concerto di Gloria Gaynor.
E chi parla apertamente di «inadempienze della Giò& Giò Eventi» è l'ufficio stampa di Gino Paoli in un comunicato emesso ieri, in cui si specifica l'annullamento del concerto per tali cause, dovute all'organizzazione. Di fatto, pontremolesi (e non solo loro) a bocca asciutta, con conseguente pessima figura dell'amministrazione comunale, "colpevole" di essersi certo fidata troppo di chi prometteva un festival con così tante  star.

Risposta di Lunigianese 09:17 - 08/08/11

Permettimi di partire con la risposta al tuo articolo da una tua frase: " avevano allestito un calendario da favola ".

Bhe dipende dai punti di vista, a parte Gino Paoli e la figlia di Zucchero (grazie ad una trasmissione sulla Rai di non molto tempo fa) potevano ritenersi tali. Ovviamente parlo della parte dedicata alla musica.
Ma mi spiegate come potevano attrarre pubblico gli altri artisti???? L'errore che fanno sempre in Lunigiana, e mi riferisco al mondo dello spettacolo, che siano locali o eventi tipo il Pontremoli Summer Night, è di crearsi una cosa su misura.
Io non so se c'entra l'alone di Zucchero o degli organizzatori sulla scelta dei gruppi e degli artisti musicali, sta di fatto, che saranno 25 anni che accendendo la radio, sfogliando un giornale, piuttosto che guardando la televisione, degli ospiti della manifestazione non se ne è mai sentito parlare.
Ergo, quando fanno le cose, dovrebbero farle per gli altri, non per gusto o vezzo personale. E' ovvio, che la fantomatica Gio' e Gio' non è altro che un invenzione per provare a fare soldi con un mestiere che non appartiene a queste persone. (premetto che non le conosco).
La Lunigiana, grazie a questo pressapochismo è destinata ad affossare, persone che si inventano organizzatori di eventi o gestori di locali. Un fallimento totale. Un consiglio per queste persone: fate quello che sapete fare, e lasciate spazio alle persone capaci!

 
Risposta di Simone 09:24 - 08/08/11

Confermo, purtroppo niente concerto... siamo andati per vedere Gino Paoli ma è stato tutto annullato, avevamo controllato su alcuni siti internet e non dicevano che era annullato e così ieri sera, speranzosi siamo andati a Pontremoli e... dopo aver preso un gelato siamo rientrati verso le nostre valli!
E vabbeh... abbiamo fatto un giretto...

p.s.
In tutta Pontremoli non c'era trafccia di alcun manifesto delle Pontremoli Summer Nights...

 
Grazie per aver visitato Forumvaltaro.it - Rimani aggiornato per i prossimi argomenti, iscriviti alla newsletter.
Le fotografie e i testi presenti nel Forum - Copyright © 2006/2018