Sembra che la centrale a biomasse non funzioni e sia molto pericolosa per la salute dei pazienti , a tutto questo vanno aggiunte voci che la filiera del cippato non funzioni poichè non sono state create le strutture per il suo essicamento , il che risulta troppo umido ....

http://parma.repubblica.it/cronaca/2011/12/15/news/centrale_nell_ospedale_chiesto_intervento_arpa-26653723 .

http://www.gazzettadiparma.it/mediagallery/video/17351/Inaugurata_la_centrale_a_biomassa_all%26039%3Bospedale_di_Borgotaro.html .

http://www.valtaro.it/caldaia-cippato-2010 .

La solita porcata fatta dai nostri amministratori ...

Risposta di Faber 18:40 - 16/12/11

Azz....! Ma lei Soprani non sarà un fanatico ambientalista?

Risposta di Andrea Soprani 16:31 - 17/12/11

Gentile sig. Faber, mi dispiace ma non sono un " ambientalista " nel termine dispregiativo che forse lei intende, sono un normale cittadino deluso dall'ennesimo sperpero di denaro pubblico che poteva essere evitato.

 
Risposta di reteambienteparma 19:09 - 16/12/11

I problemi della centrale termica a cippato all'interno dell'ospedale sono :

1°) Il tubo delle emissioni è a livello del tetto, mentre dovrebbe esserci un camino più alto del tetto di almeno 3 metri.

2°) Di conseguenza una parte delle emissioni tende a ristagnare all'interno dello spazio cortile dell'ospedale, soprattutto in caso di depressione delle condizioni atmosferiche.

3°) Il ricambio d'aria delle sale di degenza e delle cucine, anche se attraverso i filtri, avviene pur sempre come scambio tra quella interna viziata e quella esterna.

4°) La combustione di cippato di legna emette polveri sottili che nessun filtro a multiciclone, come quello esistente nell'impianto, può minimamente trattenere. La combustione della lignina e della cellulosa del cippato, inoltre, produce diossina che nessun filtro attuale può catturare. 

La stessa ARPA, rispondendo alla nostra denuncia comparsa su parma repubblica.it del 15 c.m., ha dovuto ammettere che ripenserà alla possibilità di far applicare ulteriori sistemi di filtrazione. (SIC!)

 
Risposta di reteambienteparma 19:10 - 16/12/11

I problemi della centrale termica a cippato all'interno dell'ospedale sono :

1°) Il tubo delle emissioni è a livello del tetto, mentre dovrebbe esserci un camino più alto del tetto di almeno 3 metri.

2°) Di conseguenza una parte delle emissioni tende a ristagnare all'interno dello spazio cortile dell'ospedale, soprattutto in caso di depressione delle condizioni atmosferiche.

3°) Il ricambio d'aria delle sale di degenza e delle cucine, anche se attraverso i filtri, avviene pur sempre come scambio tra quella interna viziata e quella esterna.

4°) La combustione di cippato di legna emette polveri sottili che nessun filtro a multiciclone, come quello esistente nell'impianto, può minimamente trattenere. La combustione della lignina e della cellulosa del cippato, inoltre, produce diossina che nessun filtro attuale può catturare. 

La stessa ARPA, rispondendo alla nostra denuncia comparsa su parma repubblica.it del 15 c.m., ha dovuto ammettere che ripenserà alla possibilità di far applicare ulteriori sistemi di filtrazione. (SIC!)

 
Grazie per aver visitato Forumvaltaro.it - Rimani aggiornato per i prossimi argomenti, iscriviti alla newsletter.
Le fotografie e i testi presenti nel Forum - Copyright © 2006/2018